Monte corvo psico - trail


  • 33.3 km

    Distance

  • 749 m

    Min height

  • 2621 m

    Max height

  • 1872 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


uno dei portage più interessanti fin ora incontrati: circa 900 metri di muro d'erba, ghiaione e sfasciume....una prova durissima!!! ovvero la cresta del Crivellaro.
Si parte dal ridente paesino di Intermesoli a 750 mslm e per la carrareccia si raggiunge il ponte franato (dove gli incuranti del divieto di accesso a valle parcheggiano le auto!!!); si guada il torrente e si risale il lato dx verso le chiuse per imboccare il sentiero che ci indirizzerà verso Prato Selva.
Con qualche tratto di portage e di pedalato raggiungiamo il bivio alla sbarra che chiude il fondo del bosco di Fonte Novello. Si punta, quindi, verso nord (sempre segnavia) attraversando altre opere idrauliche e inerpicandosi sul remunerativo sentiero (molti tratti pedalati), si attraversa una radura (omini di pietra e segnavia bianco/rossi) fino ad incrociare la strada di servizio che sale agli impianti di Prato Selva. Giunti all'ultima curva a sx prima dell'impianto (1710 mslm), si punta verso i prati e, in alto verso il canalone di erba, si scorgono i segni bianco/rossi e l'evidente sentiero.
Seguendo il sentiero si passa per la Piana di S. Pietro, la si lascia in discesa verso ovest fino ad attraversare l'alveo del torrente Crivellaro. Si risale con tracce di sentiero la sx orografica del Crivellaro (attenzione a piccole frane che hanno rovinato il sentiero) fino all'evidente sella erbosa sulla quale pascolano vacche e cavalli bradi (1900 mslm); da qui in poi il sentiero è segnato solo da omini di pietra.....quindi aguzzate la vista.
Per i prossimi 700 metri portage estremo!!! In effetti il sentiero si fa duro e non solo fisicamente, ma adatto solo a menti allenate in orientamento ed esposizione....ricordiamoci che abbiamo attaccato alla groppa un bel cancello: quindi consiglio di non avventurarsi in questi luoghi a chi non estremamente pronto in tal senso!!!!
Dove il terreno si fa più pendente, ho optato per un a deviazione verso la cresta Ovest, più dolce negli ultimi 300 m. Usciti a quota 2400 mslm si può godere di un magnifico panorama sulla valle di Chiarino e sulle Creste delle Malecoste, ma ci sono altri metri in portage: passiamo per la vetta Occ. del Monte Corvo (2530 mslm), poi, dopo un bel saliscendi, si arriva alla vetta Orientale (2630 mslm).
La discesa dal Monte Corvo per la cresta sud, non è delle più semplici: alcuni tratti si deve arrampicare, quindi meglio affrontare in due i passaggi più difficoltosi; attenzione ai pedoni che salgono o che scendono perché le bici possono scaricare qualche sasso pericolante!!
Terminata la fase alpinistica ci si ritrova alla Sella di Monte Corvo (2300 mslm), ora di deve aggirare il picco che la delimita verso sud con un labile sentiero in quota: dietro, 100 m più in basso si arriva alla Sella di Venacquaro, con un piccolo lago.
Si scende dalla sella seguendo i segnavia per il sentiero, mai banale, a tratti tecnico e a tratti spassoso, ma mai veloce, che ci consente di ammirare una delle più belle vallate del Gran Sasso; anche qui si possono incontrare mandrie brade di cavalli. Si percorre l'intera valle fino a quota 1800 mslm dove inizia il tratto più tecnico (a volte esposto), fino al bosco; purtroppo il sentiero del bosco non è fattibile, troppi sassi e tronchi spezzati mi obbligano a scendere di sella ( fino a 1300 mslm circa): attenti ai segnavia rossi molto rari!!! Passiamo il biotopo della faggeta di Fonte Novello e siamo di nuovo alla carrareccia che ci condurrà a Intermesoli.
GODETEVI IL PANORAMA!!!

qui qualche foto


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10111


portage one of the most interesting so far met: approximately 900 meters of the wall of grass, gravel and scree .... ordeal !!! or the crest of Crivellaro.
It starts from the delightful village of Intermesoli to 750 meters above sea level and the cart you reach the bridge collapsed (where regardless of the prohibition of access to the car park valley !!!); ford the stream and go up the right side toward the locks to take the path that will direct you towards Prato Selva. Keychain some stretch of portage and cycled reach the junction at the bar that closes the bottom of the woods of Fonte Novello. The aim, therefore, to the north (always trail) through other hydraulic structures and climbing on the profitable path (cycled many traits), cross a clearing (stone men and signpost white / red) until you cross the service road that leads up to plants Prato Selva. When you reach the last corner on the left before implantation (1710 masl) is pointing towards the meadows and up toward the canyon of grass, you can see the signs white / red and the obvious path.
Following the path you go to the Plains of San Pietro, it is left downhill towards the west until you cross the bed of the stream Crivellaro. It goes with traces of the trail left bank of the Crivellaro (attention to small landslides that have ruined the path) to the obvious grassy saddle on which graze cows and wild horses (1900 m); from here on, the trail is marked only by stone men ..... so sharpen your sight.
For the next 700 meters portage extreme !!! In fact, the trail gets tough, not just physically, but only suitable for minds trained in orientation and exposure .... remember that we attached to the rump a nice gate: then advise you not to venture into these places those who are not extremely ready in this sense !!!!
Where the soil becomes more pending, I opted for a detour to the west ridge, sweeter in the last 300 m. Released at an altitude of 2400 meters above sea level you can enjoy a magnificent view over the valley and the ridges of Chiarino Malecoste, but there are other meters in portage: we pass the peak Occ. Monte Corvo (2530 m), then, after a good latch , we arrive at the summit and Eastern Europe (2630 m).
The descent from Mount Corvo to the south ridge, is not the most simple: some places you have to climb, so better deal in two steps more difficult; attention to pedestrians going up or coming down because the bike can download some crumbling stone !!
After the climbing stage we find ourselves at the Sella di Monte Corvo (2300 m), now has to work around the peak which borders to the south with a labile mountain path: behind, 100 m further down you get to the saddle Venacquaro, with a small lake.
down from the saddle, following the signpost for the trail, never banal, sometimes technical and sometimes amusing, but ever faster, which allows us to admire one of the most beautiful valleys of the Gran Sasso; Also here you can meet wild herds of horses. You go through the whole valley up to an altitude of 1800 meters above sea level where begins the most technical (sometimes exposed) to the forest; Unfortunately, the forest path is not feasible, too many broken stones and logs require me to get out of the saddle (up to 1300 m approx): beware of the red marks very rare !!! Let the habitat of beech Fonte Novello and we are back at the track that will lead us to Intermesoli.
ENJOY THE VIEW !!!
here some pictures


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10111

Map/Elevation

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page