Carega - Passo Buole


  • 111 km

    Distance

  • 433 m

    Min height

  • 2237 m

    Max height

  • 1803 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Innanzi tutto un ringraziamento a @Gianfry che ci ha guidato su questo meraviglioso itinerario.

FOTO

Verso orario - quota min/max 440/2230

Un Itinerario molto impegnativo nonostante l’utilizzo di 2 impianti di risalita (informarsi preventivamente circa date di apertura e orari). Chi volesse invece fare l’intero itinerario con le proprie forze deve aggiungere al dislivello indicato altri 1200 D+

E’ un vero itinerario AM che richiede oltre ad una buona gamba anche buone capacità di conduzione della bici, inoltre in alcuni punti è necessario spallare la bici.

Lasciato il rifugio Monte Falcone (arrivo del secondo troncone della seggiovia) raggiungiamo velocemente la Malga Campo d’Avanti, da qui proseguiamo verso il Passo della Scagina, che raggiungiamo facendo attenzione ad alcuni passaggi esposti che lo precedono.

La tappa successiva è adesso il Passo Zevola che raggiungiamo con qualche tratto a spinta, la posizione è estremamente panoramica e da qui possiamo ammirare la cima del Carega.

Ci lasciamo andare in discesa e in breve siamo al Passo delle Tre Croci o della Lora, da qui inizia forse la parte più dura del percorso, dovremmo infatti spallare 200 D+ in un sentiero che si inerpica tra i mughi rendendo veramente faticosa l’ascesa. Dopo circa 30 minuti raggiungiamo Passo Plische da dove potremo risalire in bici e scendere velocemente al Rif. Scalorbi (WP013) q.1765.

Dopo una meritata sosta prendiamo in salita il sentiero 109 che sale verso Bocchetta Mosca, e solo in brevi tratti il fondo ci costringerà a scendere dalla bici. Raggiunta la bocchetta proseguiamo sempre in salita un po’ in bici e un po’ a spinta sul sentiero 157 che sale a tornanti sino al raggiungimento del rifugio Fraccaroli (WP016) q.2230.

Prendiamo ora in discesa il sentiero 108 che in breve ci condurrà al bivacco Sinel, ancora qualche tratto a piedi e dopo aver girato il versante il sentiero scende esposto ma con pendenze mai impegnative.

Giunti al bivio (WP 020) prendiamo il sent. 114b che ha qualche risalita a spinta ma che poi scende a Malga Val di Gatto. Proseguiamo sul sent. 115 e sempre in discesa raggiungiamo Passo Buole (WP 025).

Continuiamo a scendere stavolta sul sentiero 117 un po’ impegnativo nella parte iniziale e arriviamo a Zendri dove possiamo fare acqua alla fontana (WP026) che sarà molto utile visto che ora dovremo riprendere a salire per circa 9 km e 500 D+ per raggiungere il rifugio Campogrosso (WP028).

Da’ora in avanti per raggiungere Recoaro avremo solo discesa passando per i sentieri 154, 125 e 151 che in alcuni passaggi metteranno alla prova la nostra tecnica discesistica.



http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10772


First of all, thanks toGianfry who guided us on this wonderful journey.
PHOTOS
Towards time - share min / max 440/2230
Route A very challenging despite the use of 2 lifts (inquire in advance about opening dates and times). Those who wish to do the whole route with its own forces must add to the altitude indicated other
1200 D + E 'a real itinerary AM that requires more than a good leg also good ability to run the bike, also in some points you need spallare the bike.
leaving the shelter Monte Falcone (arrival of the second section of the chairlift) we quickly reach the Malga Campo d'Next, from here we continue towards the Passo della Scagina, making sure that we reach some exposed passages that precede it.
The next step is now the Step Zevola that we reach with some stretch to push, the location is very scenic, and from here we can see the top of Carega.
There let it go downhill and soon we are at the Passo Tre Croci or Lora, from here begins perhaps the hardest part of the journey, we should in fact spallare 200 D + in a path that winds among the pines making it really hard ascent. After about 30 minutes we reach Step Plische from where we'll go back on the bike and get off quickly to Ref. Scalorbi (WP013) q.1765.
After a well-deserved break we climb the trail that goes up to 109 nozzle Moscow, and only in short stretches the fund will force us to get off the bike. After reaching the nozzle we continue uphill a little 'bike and a little' push on the trail that goes up to 157 switchbacks until reaching the refuge Fraccaroli (WP016) q.2230.
Let us now take the downhill path 108, which soon lead us to the bivouac Sinel, still some distance on foot, and after touring the area, the trail descends exposed but never demanding slopes.
At the junction (WP 020) take the sent. 114b that has some lift to push but then goes down to Malga Val di Gatto. We continue on the path no. 115 and always downhill we reach Step Buole (WP 025).
Continue down the path this time 117 a little 'difficult in the beginning and we get to where we can do Zendri water from the fountain (WP026) that will be very useful because now we will have to go up again for about 9 km and 500 D + to reach the refuge Campogrosso (WP028).
Da'ora forward to reach Recoaro we only descent through the paths 154, 125 and 151 that in some passages will test our technique discesistica.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10772

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad