338 Col Melon e Monte Avena, da Pian D' Avena.


  • 26.1 km

    Distance

  • 718 m

    Min height

  • 1465 m

    Max height

  • 747 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Referente LUIGI - () - Ultima ricognizione: 24/8/2013

SCHEDA TECNICA
Verso Orario - Lunghezza = 26 Km - Dislivello Sal/Disc = +900 m
Quote min/Max = 720 / 1460 - Tempo Standard ore 3:0 min
Velocità media = 8,7 Km/ora - Ciclabilità su tempo 92% (a piedi 15 min)
Difficoltà Tecnica = 4/7 MEDIO - GD= 49 MEDIO

DESCRIZIONE:
Dal parcheggio di Pian d’Avena, si scende verso Pedavena fino al bivio per il Col Melon; da qui si risale per la bella strada ombreggiata e poco trafficata fino a q. 980 dove si lascia l’asfalto per una carrareccia che presto termina su una casera (B1 q. 1000) …. non vi siete persi: basta proseguire sulla debole traccia erbosa per una 50-ina di m poi, nel bosco il sentierino diventa più evidente; altri 50 m e si trova una seconda casera da cui riprende la forestale. Questo stupendo tratto consente di aggirare il versante nord del Col Melon e torna sulla strada asfaltata nel wp C a q. 1040 (area pic-nic con panchine). Pochi m dopo si lascia ancora l’asfalto per una importante strada boschiva (detto il “troi della zeccona”) che taglia in quota il versante nord/est del monte Avena. Tortuoso ed altalenante nella fitta abetaia, è ben pedalabile fin quasi alla fine, dove una micidiale rampa di un centinaio di m ci può appiedare. Finita la rampa si sbuca sulla strada che da Croce d’Aune sale al monte Avena.
NOTA: da qui (wp D q. 1120) si potrebbe facilmente tagliare il giro, scendendo al vicino bivio L distante meno di 100 m e proseguendo poi sulla traccia (si dimezzano lunghezza e dislivello).Tenendo la principale si sale fino a q. 1220 dove si trovano ind. per una forestale che si stacca sulla dx.
Si sale per questa (strada di recente costruzione non indicata sulle carte) con buon fondo e pendenza solo a tratti impegnativa, fino ad incrociare una larga pista da sci; si prende a salire sul tratturo che la percorre; fortunatamente è una pista da sci molto facile e le pendenze non superano mai il 15%. A q. 1440 la pista spiana e si incontra il sentiero che useremo poi per la discesa. Da qui è previsto un andata-ritorno di circa 1 Km per arrivare all’agriturismo di malga Campon che in stagione offre un’ottima possibilità di ristoro. Oltre a ciò si trova sul panoramico altopiano del monte Avena e lo sguardo può spaziare a 360° su Alpi e Prealpi. Tornati nel wp G si prende il ripido sentiero che presto rientra nel bosco; si esce nei pressi della Casera “La montagnola” ritrovando una bella forestale; al vicino tornante si prosegue dritto imboccando una pista ripida e sconnessa: per i meno abili si presenta un tratto non ciclabile di circa 500 m che termina a q. 1260 dove si incontra un piccolo riparo.Ancora 20 m e si lascia la strada per un sentiero ben visibile sulla dx. Dopo un centinaio di m questo si allarga e poco dopo inizia una forestale che presenta a tratti un fondo poco compatto (evidente che di qui non passa nessuno); infatti, a q. 1020, termina con una sbarra. Qui si ritrova una bella stradina ben tenuta che risale per una 70-ina di m quindi scende fino alla confluenza con la strada Faller - Croce d’Aune, proprio alla partenza della seggiovia. Si sale dolcemente fino al bivio L (di cui detto nella NOTA) quindi si scende al passo di Croce d’Aune. Si prende inizialmente la strada per il Rif. Dal Piaz e dopo 500 m si tiene la stradina piana di dx (passeggiata piuttosto frequentata). In N2 (q. 1070) si tiene a dx e si riprende a scendere; dopo 250 m, attenzione a cogliere il sentiero di dx, poco visibile. Questo tratto, inusuale e delizioso, arriva ad incrociare un più largo sentiero inerbato a q. 970. Dal poggio di Soladen inizia una carrareccia che più in basso si fa ripida e sassosa (prudenza!) . Nel wp Q la strada di sx scende a Norcen ma noi teniamo a dx e raggiungiamo un’ampia radura con belle case e fienili.
Ancora poche pedalate su quest’ultima facile stradina e si sbuca sul vasto pianoro di Pian d’Avena.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10666


Contact LOUIS - () - Last reconnaissance: 24/08/2013
TECHNICAL
Towards Hours - Length = 26 km - Altitude difference Sal / Disc = +900 m
Quote Min / Max = 720 / 1460 - 3 hours Standard Time: 0 min
Average speed = 8.7 km / h - saddle on time 92% (15 min walk)
Technical Difficulty = 7.4 MEDIUM - MEDIUM GD = 49 < br>
DESCRIPTION: From the parking
of Pian d'Avena, Pedavena you go down to the junction to the Col Melon; From here we go back to the beautiful shady street with little traffic up to q. 980 where you leave the asphalt for a track which soon ends up on a dairy (B1 q. 1000). ... no you missed: just follow the faint grassy track for a 50-m ina then, in the woods the trail becomes more apparent; 50 other me is a second dairy from which it borrows the forest. This beautiful stretch allows you to work around the north side of the Col Melon and back on the road in wp C at q. 1040 (picnic area with benches). A few meters after you leave the asphalt still important for a forest road (known as the "troi of zeccona") that cuts stake in the north side / east of Mount Avena. Tortuous and swinging in the dense fir forest, it is easy to cycle almost to the end, where a deadly flight of a hundred meters we can appiedare. After the ramp you will come out on the road from Croce d'Aune up to Monte Avena.
NOTE: from here (wp D q. 1,120) you could easily cut your lap, dropping to near the junction L is less than 100 me continuing then on the track (halved length and height) .Hold end the main climb up to q. 1220 where there are ind. for a forest that goes off to the right.
Climb this (new road not charted) with good background and gradient only at times challenging, until you reach a large ski slope; takes to get on the cattle track that runs; fortunately it is a ski slope very easy and the slopes are never more than 15%. A q. 1440 the track meets and paves the path that will be used later for the descent. From here there is a round trip of about 1 Km to reach the farm in season alpine Campon that offers excellent dining options. Beyond that lies on the scenic plateau of Mount Avena and one can enjoy a 360 ° view of the Alps and Pre-Alps. Back in the wp G you take the steep trail that soon falls in the woods; exits near the Casera "The Hills" finding a nice forest; close to the bend, continue straight onto a steep and rough trail: for the less able it has a stretch of about 500 m path not ending in q. 1260 where there is a small 20 riparo.Ancora me leave the road to a trail clearly visible on the right. After a few hundred meters this widens and soon after started a forest that has at times a little background compact (hence evident that there is not any); in fact, q. 1020, ends with a slash. Here we find a nice little road that goes back to a well-maintained 70-ina m then descends to the confluence with the way Faller - Croce d'Aune, right to the chair lift. It rises gently to the junction L (referred to in the said Note) then you go down to the pace of Croce d'Aune. You take the first road to the ref. Piaz From and after 500 m you hold the narrow plain of dx (walk quite busy). In N2 (alt. 1070) is held to the right and starts to descend; after 250 m, attention to grasp the path to the right, barely visible. This sudden, unusual and delicious, arrives to meet a wider path cover present in q. 970 From the hill of Soladen a track that starts lower down is steep and rocky (prudence). In wp Q falls to the left of the road Norcen but we keep to the right and reach a large clearing with beautiful houses and barns.
Few more rides on this easy street and you will come out on the vast plain of Pian d'Avena .


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10666

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad