Caldonazzo - Altopiano DI Lavarone - Valle Del Centa


  • 47.4 km

    Distance

  • 479 m

    Min height

  • 1438 m

    Max height

  • 959 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Referente: Alessandro (cucato@libero.it) del gruppo BRANCO SELVADEGO
SCHEDA TECNICA:
Verso orario, lunghezza km 52, dislivello m 1700, quota min. 502 slm, quota max 1438 slm, tempo percorrenza 5/6 ore
NOTE: Si inizia con la salita in asfalto, la Caldonazzo-monte Rovere, strada costruita dalle milizie austroungariche nel 1914 , appunto chiamata kaiserjager che offre panorami mozzafiato sulla Valsugana, con una vista stupenda sui laghi di Caldonazzo e Levico. Si attraversa l'altopiano di Lavarone da est ad ovest fino all' abitato di Carbonare in continui sali e scendi immersi nel bosco. A questo punto ho inserito un giro che passa per forte Cherle e ritornare a Carbonare praticamente tutto tra sentieri e sterrati. Da carbonare ci si dirige verso passo della Fricca sulla strada vecchia, molto suggestiva tra gallerie e tratti a strapiombo sulla valle del Centa. Alla fine discesona fino al punto di partenza. Se per qulcuno il giro è troppo lungo si può eliminare il tratto Carbonare-forte Cherle-Carbonare accorciando il giro di circa 10 km e 500 m di dislivello.
DESCRIZIONE: Si parcheggia nei pressi del campo da calcio di Cadonazzo, si parte passando per un piccolo parco in breve si arriva sull' asfalto, a questo punto inizia la salita dei kaiserjager 9 km x 760 m di dislivello con pendenza media del 8 %. Giunti sopra a spiazzo alto iniziamo ad attraversare l' altopiano di Lavarone (la parte più divertente del giro) si passa per il cimitero di guerra austroungarico Slaghenaufi poi tra stupendi sentieri immersi nel bosco si raggiunge il sito di Virti (ex comando militare della prima guerra mondiale) si continua in direzione Carbonare. Dal paese di Carbonare prima in discesa e poi in salita fino a raggiungere forte Cherle, si ritorna a Carbonare dove un sentiero ci conduce sulla statale del passo della Fricca, pochi metri e imboccheremo la vecchia strada che porta al passo prima citato. Usciti dalla strada vecchia faremo 1 km di asfalto lungo la statale (purtroppo non ci sono alternative) e poi giù nella valle del Centa quasi tutta su sentiero, qualche breve tratto di asfalto in prossimità dei paesini fino ad arrivare nel parco fluviale del Centa a questo punto un agevole sentiero ci porterà al punto di partenza.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10617


Contact: Alexander (cucato@libero.it) group BRANCO SELVADEGO
SHEET: Towards
time, length 52 km, 1700 m altitude, altitude min. 502 above sea level, max altitude 1438 m asl, the journey takes 5-6 hours
NOTE: It begins with a climb in asphalt, the Caldonazzo Mount Oak-street built by the Austro-Hungarian army in 1914, just call Kaiserjager that offers breathtaking views of Valsugana , with superb views over the lakes of Levico and Caldonazzo. It crosses the plateau Lavarone from east to west until the 'village of ups and downs in Carbonare immersed in the woods. At this point, I added a round that passes for strong Cherle and return to Carbonare virtually everything in between trails and dirt roads. From carbonare we head towards the Fricca step along the old road, very impressive tunnels between traits and overlooking the valley of the Centa. At the end discesona to the point of departure. If qulcuno for the ride is too long you can eliminate the stretch Carbonare-strong Cherle-Carbonare shortening the span of about 10 km and 500 m in altitude.
DESCRIPTION: You park near the football field Cadonazzo, we start through a small park in short you get on 'asphalt at this point begins the ascent of the Kaiserjäger 9 km x 760 m in altitude with an average gradient of 8%. When you reach a clearing high above begin to cross the 'plateau Lavarone (the most fun part of the tour) is passed to the Austro-Hungarian war cemetery Slaghenaufi then through beautiful paths surrounded by woods to the site of Virti (ex military command of the first war world) continue towards Carbonare. From the village of Carbonare first downhill and then uphill to reach strong Cherle, you return to Carbonare where a path leads us on the state of the pitch of Fricca, a few meters and continuing on the old road leading to the passage quoted above. Leaving the old road will do 1 km of asphalt along the highway (unfortunately there is no alternative) and then down into the valley of Centa almost all on the path, a few short sections of asphalt in the vicinity of the villages in the park until you reach the river Centa this point an easy path will take us to the starting point.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10617

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad