Lubia - Lubia 2011


  • 44.2 km

    Distance

  • 469 m

    Min height

  • 1677 m

    Max height

  • 1207 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Si tratta di un itinerario storico nell'Alta Val Curone, che tocca le creste appenniniche che separano Piemonte e Lombardia - dorsale Nord-Sud - e poi quelle che corrono in direzione Est-Ovest dall'incrocio delle due sulla vetta del Monte Chiappo, la quale segna anche il confine delle tre regioni: Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna.
Il giro prende il nome dal Torrente Lubia, punto di partenza e arrivo dell'appagante anello.
L'itinerario Lubia-Lubia è caratterizzato da una lunga salita prima asfaltata e poi sterrata che da Fabbrica Curone porta al Monte Boglielio, prevalentemente immersi in freschi boschi.
Qui si percorre una splendida cresta tra boschi e ambienti aperti in mezzo a verdi pascoli, fino alla vetta più alta della giornata, il Monte Chiappo (1.700 m) su cui sorgono il rifugio omonimo (da valutare per sosta pranzo, consigliato!) e la statua di San Giuseppe nel punto in cui si incrociano le tre province.
Da qui si prosegue sempre su splendida cresta scendendo fino al passo delle Bocche di Crenna, che porta dall'Alta Val Curone alla Val Borbera. Si scende per stretta traccia prativa al Rifugio Ezio Orsi, per proseguire in direzione Caldirola. Questa la prima variante del giro classico, che prevederebbe l'intero percorso della cresta dalle Bocche di Crenna al Monte Ebro, fino all'ultima vetta della giornata, il Monte Gropà su cui troneggia la statua del Cristo Redentore.
Come accennato, dal rifugio Orsi si prende per Caldirola, innestandosi sul nuovo sentiero All-Mountain del bike park che scende con andamento divertente fino alla località La Gioia, dove parte la seggiovia che porta alle pendici del Monte Gropà. Ecco la seconda variante, si prende la seggiovia, poi ci si porta pedalando sotto il Monte Giarolo da cui si percorre una lunga e molto varia discesa, per sterrate, sentieri e mulattiere, fino ad arrivare alla frazione Castello di Fabbrica Curone. Si scende su asfalto ritornando al punto di partenza.

L'itinerario è lungo e complesso, meglio affidarsi ad accompagnatori locali per seguirlo (gruppo mtb della locale sezione del CAI, Rapporti Extremi, link a seguire), fermo restando la possibilità di seguire la traccia gps qui allegata.
Itinerario adatto a biker ben allenati e con almeno una discreta preparazione tecnica. Si consiglia una bici biammortizzata da almeno 100 mm di escursione su entrambe le ruote per godersi appieno ogni tratto di questo emozionante e appagante anello.

Info


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4672


It is a historical route in the Upper Curone, which touches the Apennine ridges separating the Piedmont and Lombardy - North-South ridge - and then those that run east-west from the intersection of the two on the summit of Mount Chiappo, the which also marks the border of three regions: Piedmont, Lombardy and Emilia Romagna.
The tour takes its name from the stream Lubia, point of departure and arrival dell'appagante ring.
-Lubia Lubia The route is characterized by a long climb before the asphalt and then a dirt road that leads to Mount Factory Curone Boglielio, mostly immersed in cool woods.
Here you along a beautiful ridge between woods and open spaces in the midst of green pastures, up to the highest peak of the day , Mount Chiappo (1,700 m) on which stand the refuge of the same name (to be assessed for a lunch break, recommended!) and the statue of St. Joseph at the point where they cross the three provinces.
From here we continue on forever beautiful ridge down to the pace of the Mouths of Crenna, leading to the High Curone Borbera. It comes down to narrow grassy track to Rifugio Bears Ezio, to continue in the direction Caldirola. This is the first variant of the classic tour, which would include the entire path of the ridge from the Strait of Crenna to Mount Ebro, until the last day of the summit, Mount Gropà on which stands the statue of Christ the Redeemer.
As mentioned, by Orsi takes refuge for Caldirola, joining onto the new path of the All-Mountain bike park that descends with fun trend up to La Gioia, where the chair lift that takes you to the slopes of Mount Gropà. Here is the second variant, we take the chair lift, then you will come riding beneath Mount Giarolo from which you take a long and varied descent, for dirt roads, footpaths and bridleways, until you get to the hamlet of Castello di Fabbrica Curone. It falls on asphalt returning to the starting point.
The route is long and complex, better to rely on local guides to follow (mtb group of the local section of the CAI, Long Extremi, link below), subject to the opportunity to follow the track gps attached.
Itinerary suitable for biker well trained and with at least a decent preparation technique. We recommend a full suspension bike from at least 100 mm of travel on both wheels to fully enjoy every stretch of this exciting and rewarding ring.
Info


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4672

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad