ValTour - Valtellina Tour


  • 122.1 km

    Distance

  • 664 m

    Min height

  • 2623 m

    Max height

  • 1959 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Giro ad anello sulle alpi della Valtellina
DAY1
Si parte da Le Prese, dove in prossimità della Locanda Cacciatori è possibile parcheggiare.
l'attacco è piuttosto severo!
subito pendenze notevoli, ma siamo ancora su asfalto. dopo breve, si arriva a Fumero, dove diparte una stradella jeeppabile, ma chiusa alle auto. Ma le pendenze non cambiano, ci sono rampe dure, altre durissime, ma innestate le ridotte, si superano e davanti a noi si apre la Val di Rezza, incontaminata, immersa dentro al Parco Nazionale dello Stelvio.
dopo circa un ora, giungiamo al rifugio agriturismo la Baita () dove il gestore, Alessandro ci accoglie, pronto a spadellare la nostra cena!
siamo noi e una coppia di Tedeschi, in mtb, stanno facendo il TRANSALP! dopo l'abbondante cena, un'ultimo sguardo alle nostre bici, piene d'acqua...ha ricominciato a piovere!
DAY2
l'indomani ci alziamo, splende il sole, le cime sono innevate...colazione e si parte! la Val di Rezzalo è molto bella, l'aria frizzante, poco ci invoglia a pedalare verso la cima del passo dell'Alpe (2400) prima e del Gavia (2600) poi. ma ce la facciamo, alcuni tratti con la bici in spalla, poi giù verso Ponte dell'Alpe e poi su, verso il Gavia!
Una volta in cima, dopo aver preso un po' di freddo scendiamo verso S. Caterina, il meteo poco ci invoglia a tentare la discesa in fuori strada passando dal ponte delle Capre.
Arrivati nella localita montana, imbocchiamo la strada nel bosco che velocemente ci porta a Bormio in sterrato...lontani dalla trafficata statale.
dopo una rifocillante sosta in piazza del Kuerc, ripartiamo, ci aspettano ancora un po' di km!
imbocchiamo la statale dello Stelvio, dopo i primi tornanti, passiamo con invidia i Bagni Vecchi e poi in discesa verso la località di Bosco Piano e qui si ricomincia a salire!
pendenze imbarazzanti, leggo sul GPS 27%...ma dobbiamo continuare, non si molla! e arriviamo a destinazione, laghi di S. Giacomo, dove una meritata cena e un letto ci attendono.
DAY3
costeggiamo i laghi per arrivare su falso piano all'imbocco della val Pettini che ci porta, dopo qualche rampa all'alpe Trela, si imbocca il sentierino tra le marmotte a sinistra, arrivando alle Bocche di Trela. Le cime di Plator ci guardano incuriosite, poi, in cima, finalmente si scollina. Individuato il sentiero, si scende su una jeeppabile fino ad incrociare la Decauville che in piano ci porta ad Arnoga.
Imbocchiamo la Val Viola che percorriamo solo in parte (peccato, merita davvero!) arrivando al bivio con la Valle di Verva e ancora rampe, ma arrivati all'omonimo passo, ci aspetta una lunga discesa fino a Grosio.
gli ultimi km sono i più duri, bisogna tornare a casa, un leggero venticello contrario e la strada leggermente in salita, amplificano la stanchezza nelle gambe!
restano splendidi ricordi di un giro fatto con gli amici.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4656


A round trip on the Alps of Valtellina
DAY1
It starts from Le Prese, where in the vicinity of the Inn Hunters you can park.
The attack is pretty severe!
Suffered significant slopes, but we are still on asphalt. after a short, you get to Fumero, where a small road branches off jeeppabile, but closed to cars. But the gradients do not change, there are ramps harsh, others harsh, but the grafted small, are overcome and in front of us opens the Val di Rezza, pristine, surrounded inside the Stelvio National Park.
After about an hour, we arrive at the shelter house Baita () where the manager, Alessandro welcomes us, ready to Sautee our dinner!
us and a couple of Germans, mountain bike, they are doing the Transalp! After a hearty dinner, one last look at our bikes, full of water ... it started raining again!
DAY2
the next day we get up, the sun is shining, the peaks are covered with snow ... breakfast and go! Val Rezzalo is very beautiful, crisp air, just makes us want to ride to the summit of the Alpe (2400) first and the Gavia (2600) onward. but we can make it, some parts with the bike on his shoulder, then down to Alpe Bridge and then up towards the Gavia!
Once at the top, after taking a little 'cold down towards St. Catherine, the weather just keeps us coming down groped in the street passing out from the bridge of Capre.
arrived in the locality mountain, take the road in the woods that quickly leads us to Bormio in dirt ... away from the busy highway.
rifocillante after a stop in Piazza del Kuerc, we share, we still have a little 'km!
take the road of the Stelvio, after the first few turns, we pass with envy at the Bagni Vecchi and then downhill to the town of Forest Plan and here it starts to rise again!
gradients embarrassing, I read the GPS 27% ... but we must continue, it is not spring! and arrive at the destination, the lakes of St. James, where a well-deserved dinner and a bed await us.
Day3
drive along the lakes to get on a plane at the entrance of the Val Combs which brings us, after some ramp to 'Alpe Trela, take the small path between the marmots left, arriving at the Mouths of Trela. The tops of Plator look at us curiously, then, at the top, finally scollina. Identified the path, go down on a jeeppabile until you cross the floor in Decauville that leads us to Arnoga.
We take the Val Viola we walk only in part (sin deserves it!) Arriving at the junction with the Valley and Verva ramps yet, but got the same name by step, we will have a long descent to Grosio.
the last miles are the hardest, you have to go home, a light breeze and opposite the road slightly uphill, amplify fatigue in legs!
remain fond memories of a trip made with friends.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4656

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad