Caplone Tremalzo big tour


  • 81.2 km

    Distance

  • 71 m

    Min height

  • 1855 m

    Max height

  • 1783 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Itinerario impegnativo che propone la traversata in quota da Bocca di Caplone al Tremalzo partendo e ritornando direttamente da Riva del Garda.
La prima parte dell'itinerario ricalca la via del Ponale che conduce agevolmente al lago di Ledro, lago che si lascia subito alle spalle per dirigersi verso Tiarno e Passo dell'Ampola sfruttando le piste ciclabili e le strade sterrate presenti, per poi iniziare la discesa verso Storo ignorando la strada che sale direttamente al Tremalzo. Prestare attenzione all'imbocco della strada della Val Lorina posto nei pressi dei ruderi di Forte Ampola, strada che attraverso uno stretto ed umido canyon ci farà entrare in questa amena valletta sconosciuta ai più.
Arrivati ad un'area picnic con evidente fontana è bene fare scorta d'acqua prima di intraprendere la seconda salita di giornata, attraverso la strada forestale che ora con tratti cementati ora con tratti ghiaiosi ci conduce verso il Doss del Fo. Attenzione ad imboccare il poco evidente sentiero che si diparte sulla sinistra (tabella fissata ad un albero) per attraversare con cinque minuti di bici a spinta il bosco fino a raggiungere la prossima strada forestale che conduce alla Bocca di Giù.
A questo punto si può ritirare il fiato per un breve tratto prima di proseguire in salita sulla bellissima mulattiera militare che con diversi e panoramici tornanti (la vista spazia sin sulle cime dell'Adamello) permette di raggiungere Bocca di Caplone, situata sul confine con la provincia di Brescia. Si continua ora a salire con pendenze più miti sino alla conca prativa sotto la cima Tombea per arrivare all'omonima malga ed imboccare il bellissimo sentiero che dopo una leggera discesa permette di raggiungere Bocca Campei. Da questo punto si può vedere in lontananza (eh si, c'è ancora parecchio da pedalare) la successiva meta di giornata, ovvero il Tremalzo! Iniziata la discesa si giunge dopo poco al secondo tratto da affrontare a piedi, un breve sentierino che occorre imboccare con la bici in spalla per superare una galleria franata. Dopo questo breve passaggio si prosegue nell'ampio vallone sottostante sulla bellissima mulattiera militare (attenzione al fondo spesso molto sconnesso) che fa perdere rapidamente quota e permette di raggiungere la Bocca di Lorina. Prestare attenzione alla terzultima ed ultima galleria: non sono brevissime e sono abbastanza buie, quindi imboccarle con cautela e togliendo gli occhiali da sole!
Oltrepassata poi Malga Lorina si arriva rapidamente ad incrociare la strada che dalla valle di San Michele sale verso Tremalzo: qui è bene mettersi il cuore in pace e continuare a pedalare anche se la stanchezza inizierà a farsi sentire dato che le gambe avranno accumulato sinora già più di 2000 metri di dislivello. Raggiunta l'ultima cima di giornata, ovvero la galleria del Corno della Marogna, non resta ora che godersi la lunga discesa fino a Passo Nota, per poi raggiungere in successione Bocca dei Fortini e Passo Guil, dove ci aspetta l'ultima parte di discesa attraverso il sentiero 422 sino a Passo Rocchetta e Malga Palaer. Vale qui la pena fare una breve deviazione fino a Punta Larici per godere del bellissimo panorama sul lago di Garda, prima di riprendere per un breve tratto la forestale in discesa sino al primo incrocio con il sentiero che consente di chiudere la discesa sino a Pregasina in modo più "godereccio" (prestare attenzione: con il bagnato questo sentiero diventa alquanto pericoloso dato che il fondo è quasi totalmente ricoperto di pietre lisce e fogliame).
Da Pregasina si guadagna poi la strada del Ponale sfruttando gli ultimi "tagli" disponibili per poi chiudere finalmente il giro a Riva del Garda.
Qualche nota logistica: nel tratto in quota da Caplone fino a Tremalzo non ci sono fontane funzionanti (quelle che c'erano erano tutte chiuse), quindi provvedere ad un adeguato rifornimento idrico.
L'itinerario non presenta tratti difficili degni di nota in discesa (eccetto qualche brevissimo passaggio sul 422 verso Malga Palaer) nè tratti particolarmente esposti (il sentiero nei pressi di Bocca Campei è su un ripido strapiombo ma è sufficientemente largo per essere affrontato senza patemi d'animo).


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4501


Demanding tour which offers the crossing altitude by Mouth Caplone to Tremalzo leaving and returning directly from Riva del Garda.
The first part of the route follows the path of Ponale which easily leads to the lake of Ledro lake that you leave immediately behind and headed for Tiarno Step dell'Ampola and taking advantage of the bike paths and dirt roads present, and then begin the descent towards Storo ignoring the road that goes directly to the Tremalzo. Pay attention to the entrance of the road to Val Lorina place near the ruins of Fort Ampola, road through a narrow canyon and humid will usher in this pleasant valley unknown to most people.
Once in a picnic area with a clear fountain it's good to stock up on water before embarking on the second climb of the day, through the forest road that now stretches with cemented now with stretches of scree leads us to the Doss del Fo. Be careful to take the little trail that branches off to the left (table fixed to a tree) to cross with five minutes Pushing the forest until you reach the next forest road that leads to the Mouth Down.
At this point you can pick your breath for a short distance before heading uphill on the beautiful trail with several military and scenic switchbacks (the view sweeps since the peaks of the Adamello) allows you to reach Mouth Caplone, located on the border with the province of Brescia . It now continues to climb slopes milder until the open basin below the summit Tombea to get the homonymous mountain pasture and feed the beautiful trail that after a slight descent to reach Bocca Campei. From this point you can see in the distance (yes, there is still a long way to ride) the next destination for the day, or the Tremalzo! Began the descent we arrive shortly after the second leg to be addressed walk a short trail that you have to take the bike to get over a tunnel caved. After this brief passage continues in the wide valley below on the beautiful military mule (pay attention to the bottom often very bumpy), which is rapidly losing altitude and allows you to reach the mouth of Lorina. Pay attention to the third last and last gallery: they are very short and are quite dark, so imboccarle with caution and removing his sunglasses!
Beyond Malga Lorina then you come quickly to cross the road from the valley of San Michele rises to Tremalzo Here it is good to put your heart at peace and continue to pedal, even if the tiredness will begin to be felt since the legs have already accumulated so far more than 2000 meters in altitude. Reached the last summit of the day, or the gallery of the Horn of Marogna, it only remains now to enjoy the long descent to Passo Nota, then reach in succession Bocca dei Fortini and Passo Guil, where we expect the last part of the descent through the path 422 until Passo Rocchetta and Malga Palaer. Vale here is worth making a short detour to Punta Larches to enjoy the beautiful view of Lake Garda, before returning to the forest for a short distance downhill to the first intersection with the path that closes the descent to Pregasina in more "hedonistic" (pay attention: in the wet this trail becomes quite dangerous since the bottom is almost completely covered with smooth stones and foliage).
From Pregasina you earn then the road Ponale using the latest "cuts" available and then finally close the tour in Riva del Garda.
few notes logistics: the stretch in proportion to Caplone Tremalzo until there are no fountains in operation (the ones that were there were all closed), and then provide an adequate supply water.
The route is not difficult stretches noteworthy downhill (except for some very short passage on the 422 towards Malga Palaer) nor particularly exposed sections (the trail near Bocca Campei is on a steep cliff, but is wide enough to be addressed without worries of mind).


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4501

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad