Paglione - Alpone - Bedea


  • 62.5 km

    Distance

  • 204 m

    Min height

  • 1539 m

    Max height

  • 1335 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Accendo il cellulare, forse c'è ancora qualche speranza... e invece nulla. Apro le tapparelle e mi si profila quello che temevo: bagnato per terra e nuvole in cielo... La voglia latita, ma mi metto il cuore in pace e mi preparo.
Alle 8, puntuale come uno svizzero, si presenta a casa mia il mio compare di avventura.
Si da un ultima controllatina alla bici, si monta in sella e si parte. Scopro magicamente di essere felice di trovarmi a pedalare in compagnia (spesso e volentieri sono solo).
Partiamo da Poppino e scendiamo verso Luino prendendo un breve, ma divertente sentiero ed una volta raggiunto il lago ci dirigiamo verso Maccagno. Da qui inizia la prima vera salita, una decina di km (90% asfalto) che ci porta fino alla Forcora. Durante l'ascesa gli scorci panoramici sul Lago Maggiore sono davvero spettacolari e una sosta alla chiesa di S.Rocco a Campagnano é davvero d'obbligo!
Una volta arrivati alla Forcora prendiamo la sterrata che ci conduce a Monterecchio per poi continuare fino alle pendici del Covreto; da qui siamo costretti a caricarci le bici in spalla per circa 100m di dislivello (15 min). Raggiunta la cresta la attraversiamo abbastanza velocemente, anche se alcuni brevi tratti sono da farsi a spinta.
Ora inizia il divertimento: la discesa verso la chiesa di S.Anna prima e verso Indemini poi.
Il primo tratto che ci porta da 1'550m a 1342m é un bellissimo single-track molto tecnico immerso nel bosco e contorniato da faggi. La discesa è lenta, impegnativa, ma decisamente appagante!!!
Il secondo dai 1342m di S.Anna ai 939m di Indemini è un altro splendido single-track anche questo decisamente tecnico ed altrettanto bello!!! Insomma dopo circa 1'400m di salita le gambe han molto poco da riposare anche in discesa...
Da Indemini siamo costretti a seguire per un breve tratto l'asfaltata che ci porta fino a Lozzo(736m) da cui parte un altro bel sentiero che ci porta velocemente fino a Piero. Da qui seguiamo l'asfaltata in leggera salita che ci porta fino a Curiglia.
Il GPS in questo momento segnala 37km per 1'650m di dislivello effettuati ed il programma iniziale direbbe che ci sono da fare solo un paio di salitelle per poi rientrare a casa... Ma esattamente in questo momento mi si affaccia nella mente una malsanissima idea che immediatamente propongo al mio compare (ignaro in realtà di quello che significa), ma che altrettanto immediatamente scarto, ma che alla fine riprendo e decido di fare: la terrificante salita CURIGLIA-ALPONE!!!
Questa a dire la verità non è una salita, é un vero e proprio calvario, un girone Dantesco!
Si tratta di 3,5km con una pendenza media del 18%!!!
L'ascesa inizia subito con un tratto al 18% e un altro al 22%, poi sfocia in un breve piano che funge da rampa di lancio per i successivi 3km. E' una salita incredibile, non c'è un attimo di respiro e le gambe, non proprio fresche, devono fare gli straordinari. Pregare la Madonna non basta, bisogna chiedere aiuto anche a tutti gli altri Santi e la mente deve essere necessariamente impegnata in altro perché la fatica non esiste, la fatica non esiste, la fatica non esiste... L'ossigeno manca al cervello e si iniziano ad avere anche le visioni!
Il GPS in alcuni tratti segna addirittura pendenze al 34% e raramente scende al di sotto dei 20. I tratti di respiro sono quelli al 17%...
Con non poca difficoltà riusciamo comunque ad arrivare all'Alpone (1'300m) dove ci concediamo un attimo di riposo...
Ormai le nostre fatiche sono quasi finite e, fatto un breve tratto a spinta, ci buttiamo in velocità verso casa...
La discesa, tutta su una forestale, è veloce, non molto tecnica, ma divertente (esattamente tutto quello che ci vuole in questo momento) e ci porta fino ai 411m di Dumenza.
Siamo ormai arrivati a casa quando quel mio instancabile cervellino elabora un'altra simpatica variante: “abbiam fatto 30, facciamo 31; perchè non andare sulla Bedea”. Proposta accolta senza problemi dal mio compare.
Ci attendono altri 3,5km di salita su strada militare che affrontiamo con calma. La discesa su single-track molto divertente scorre veloce e....
...dopo quasi 8,30h, 63km e 2'623m di dislivello possiamo finalmente goderci le nostre meritattissime e freschissime birre seduti nel giardino di casa.

Note:
1- acqua presente in abbondanza durante tutto il percorso
2- una volta arrivati a Piero si puo' decidere di rientrare ed evitare le altre 2 salite o eventualmente fare solo una delle 2 (a scelta)
3-il giro, essendo circolare, puo' anche partire indifferentemente da Luino o Maccagno



http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4495


I turn on the phone, maybe there is still some hope ... but nothing. I open the blinds and I was afraid of what is looming: wet earth and clouds in the sky ... The desire latita, but I put my heart at rest and prepare myself.
At 8, punctual as a Swiss, is presented in my house my buddy adventure.
a last controllatina the bike, is mounted in the saddle and off we go. I discover magically be happy to be pedaling in the company (often just).
Start from Poppino and descend towards Luino taking a short, but fun path and once you reach the lake we head towards Macclesfield. From here begins the first real climb, about ten miles (90% asphalt) that brings us up to Forcora. During the rise of the panoramic views of Lake Maggiore are truly spectacular and a visit to the church of San Rocco in Camps is really a must!
Once at Forcora take the dirt road that leads us to Monterecchio then continue until the slopes of Covreto; hence we are forced to charge us the bike on his shoulder for about 100m in altitude (15 min). After reaching the crest of the pass through fairly quickly, although some short stretches are to be done to push.
Now the fun begins: the descent towards the church of St. Anne first and then to Indemini. The first passage that port from 1'550m to 1342m is a beautiful single-track is very technical in the woods of beech and contorniate. The descent is slow, demanding, but very rewarding !!!
The second from 939m to 1342m of St. Anne of Indemini is another wonderful single-track too much technical and equally beautiful !!! So after about 1'400m climbing legs han very little rest even downhill ...
Indemini Since we are forced to follow a short section of the road that leads up to Lozzo (736m) from which a Another nice path that takes us quickly to Piero. From here we follow the paved uphill that brings us up to Curiglia.
The GPS signals at this time to 37km in altitude 1'650m made and the initial program would say that there are to do just a couple of little rise and then back home ... But just at this moment I looks in mind a malsanissima idea that immediately suggest to my pops (in fact unaware of what it means), but that just waste immediately, but will eventually resume and decide to do : the terrifying climb Curiglia-ALPONE !!!
This is to say the truth is not a climb, is a real ordeal, a circle of Dante!
It is 3.5 kilometers with an average gradient of 18% !!!
The ascent begins immediately with a stretch of 18% and another 22%, then flows into a short plan that serves as a launching pad for the next 3km. It 'an incredible uphill, there is a breather and legs, not really fresh, they have to work overtime. Praying Madonna is not enough, you have to ask for help to all the other Saints and the mind must necessarily be engaged in another because the effort does not exist, there is no fatigue, fatigue does not exist ... The missing oxygen to the brain and also begin to have visions!
The GPS marks in some places even inclines to 34% and rarely drops below 20 strokes of breath are the 17% ... Man With no little difficulty we anyway to get all'Alpone (1'300m) where we allow ourselves a moment of rest ...
our labors are now nearly finished, and made a very short drive, we throw in speed towards home ... < br> The descent, all of a forest, it is fast, not very technical, but fun (exactly everything we want at this time) and brings us up to 411m of Dumeath.
We now come to my house when that tireless little brain processes another nice variation: "we have done 30, 31 do; why not go on Bedea. " Proposal accepted without problems from my pops.
We expect others 3.5km climb on the military road that we face calmly. The descent on single-track runs fast and very funny ....
... after almost 8,30h, 63km in altitude 2'623m and we can finally enjoy our meritattissime and fresh beers sitting in the backyard. < br>
Note: 1-
water present in abundance throughout the journey
2-once you get to Piero you can 'decide to return and avoid the other 2 climbs or possibly do only one of the 2 ( choice)
3-round, being circular, can 'even starting no matter Luino or Macclesfield


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4495

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad