53 Quaglie sul Monte Catria


  • 27.2 km

    Distance

  • 468 m

    Min height

  • 1569 m

    Max height

  • 1100 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Un altro di quei giri che lasciano il segno. Nella mente e nell'anima.
Il percorso prevede la partenza dal Monastero di Fonte Avellana e arrivo al grazioso paesetto di Isola Fossara, dove avremo lasciato un'auto per il recupero delle altre.
I due paesi distano solamente 7 km, ma il recupero auto ci permette di risparmiare oltre 400 mt di dislivello.
Prima di partire, proprio nei pressi dello spettacolare monastero di Fonte Avellana possiamo approfittare di un'ottima fonte e di un punto di ristoro prima di affrontare la lunga e bella salita.
Poche centinaia di metri di pianura e abbandonate ogni speranza, mettetevi l'anima in pace e pedalate: siamo a 700 mt e dovremo raggiungere quota 1550 mt, pochi metri sotto la vetta (1701 mt).
Saliamo per la strada sterrata per oltre 30 tornantoni, finchè ad un certo punto, dopo circa 10 km, all'altezza della Fonte dell'Insollio (ora asciutta) giriamo a sinistra per Pian delle Ortiche. Altri 2 km di sterrata e al bivio successivo giriamo a destra sulla strada per la vetta.
La percorreremo tutta fino a quota 1550, dove all'altezza di un tornante, si stacca a sinistra l'aereo crinale. Il panorama è spaziale, si vedono da nord in senso orario: il Nerone, l'Acuto, le colline pesaresi fino al mare nelle gornate più limpide, i Monti Sibillini, il Terminillo, il Gran Sasso, il monte Cucco, il Monte Subasio, il monte Tezio, il lago Trasimeno e i paesi sottostanti, come se fossimo in aereo...

Dopo una meritata pausa per ammirare, fotografare e assaporarsi il gusto di tanta sconfinata bellezza, si riparte.
Giungiamo al margine di un bosco (1440 mt di quota) che incontriamo dopo aver percorso lo STUPENDO saliscendi lungo il magnifico crinale.
Ci fiondiamo a destra dove inizia una goduriosa discesa su infiniti tornanti.
Attenzione a tenere sempre d'occhio i segni bianco-rossi CAI e i cartelli gialli MTB (posti dagli amici Sorci Verdi).
Si arriva dopo INFINITA gioia alla strada sterrata che sale dal versante opposto del Catria, ma non è finita: se volete vedere le Quaglie occorre risalire fino ai 1350 mt di Pian delle Ortiche!
Per chi non ne ha più, il consiglio è di scendere al vicino Rif. Cà la strada, e imboccare la provinciale a sinistra direzione Valdorbia: da qui, sempre in discesa per 3 km si arriva a Isola Fossara dove avevamo lasciato l'auto per il recupero.
Ma noi amiamo i volatili e ancora non siamo appagati, dovremo risalire per altri 8 km, non difficili ma che comunque comporteranno ulteriori 600 mt di dislivello.
Poco prima di Pian delle Ortiche, dopo il rif. Boccatoro, sulla destra è d'obbligo una visita alla sommità del balcone dell'Umbria: la Balza del Corno del Catria con l'imponente Costa Grande, balzo roccioso di oltre 600 mt di altitudine per 400 di larghezza...impressionante vedere il borgo umbro di Isola Fossara così piccolo sotto i nostri occhi!
Fate attenzione a non scivolare, un errore quà potrebbe costare molto molto caro!!!
Dopo le foto di rito, torniamo sui nostri passi, ripercorriamo i pochi metri che ci separamo dalla forestale e montiamo in sella: un ultimo breve strappo e siamo finalemnte a Pian delle Ortiche. Scendiamo per circa un km, al bivio prendiamo a destra e poco prima della Fonte del'Insollio troviamo un cartello che indica Pian delle Quaglie: questa è la nostra direzione!
Un primo tratto su sassi smossi, una breve risalita dove osserviamo le maestose balze del Catria, quindi un tratto molto tecnico su pietraie fisse in un bosco incantevole, poi ancora diversi tornanti su terra...di tutto un pò insomma, e dopo circa 3km di discesa siamo sl superbo pianoro di Pian delle Quaglie, 950 mt. di quota.
I prati fioriti di giallo, il verde scintillante degli alberi, la costa grande che sembra un grande bastione Dolomitico, e un canyon rossastro sotto di noi...la magia è infinita!
E' proprio dentro questo canyon che ci tuffiamo e l'adrenalina scorre a mille nel gruppo: siamo in una sovrannaturale gola rossa, gradoni da affrontare in modo trialistico, uno stretto fiume in secca da solcare e passare da destra a sinistra più volte...
un finale davvero stupendo, la vera ciliegina al RUM di questo tour!

Questo giro costituisce la M del rum, concentrato di 3 tra i più bei percorsi di Romagna, Umbria e Marche...trittico compiuto con grandi amici il 6-7-8 maggio 2011

Album fotografici:





http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4363


Another one of those rounds that leave their mark. In the mind and soul.
The route starts from the monastery of Fonte Avellana and arrive at the pretty little village of Isola Fossara, where we left a car for the recovery of others.
The two countries are located only 7 km, but the auto recovery allows us to save more than 400 meters in altitude.
Before leaving, right near the spectacular monastery of Fonte Avellana we can take advantage of a good source and a refreshment before tackling the long and beautiful climb.
few hundred yards of plain and abandoned all hope, put his soul in peace and cycling: we are at 700 mt and we will reach 1550 meters, a few meters below the summit (1701 mt.)
Go up the dirt road for over 30 tornantoni, until at some point, after about 10 km, the height of the source dell'Insollio (now dry) turn left for Pian delle Nettles. Another 2 km of dirt road and at the next junction turn right on the road to the summit.
Will travel across up to 1550, where the height of a hairpin, the plane takes off to the left ridge. The view is space, you can see from the north clockwise: Nerone, Hawkwood, the Pesaro hills down to the sea in Gornate more clear, the Monti Sibillini, the Terminillo, Gran Sasso, Monte Cucco, Monte Subasio, Mount Tezio, Lake Trasimeno and the countries below, as if we were in the air ...
After a well deserved break to admire and photograph assaporarsi the taste of so much boundless beauty, it starts.
We reach the edge of the forest (1440 m elevation) that we encounter after crossing the GORGEOUS and down along the magnificent ridge.
We sling right where it begins a gorgeous downhill on endless switchbacks.
careful to keep an eye on the white-red signs CAI and yellow signs MTB (posed by friends Sorci Verdi).
comes after INFINITE joy to the dirt road that goes from the opposite side of the Catria, but it is not over: if you want to see the Quail necessary to go back to the 1350 mt of Pian delle Nettles!
For those who do it most, the advice is to go down to the nearby Rif. Cà the road, and take the main road to the left direction Valdorbia: from here, always down for 3 km you will reach Fossara Island where we had left the car for recovery.
But we love the birds and yet we are not satisfied, we will have to go back for another 8 km, not difficult but that will result in an additional 600 meters of altitude.
Soon before Pian delle Nettles, after ref. Boccatoro, on the right is a must visit at the top of the balcony of Umbria: The Balza in the Horn of Catria with the impressive Costa Grande, rocky leap of more than 600 meters above sea level to 400 width ... impressive to see the village Umbrian Island Fossara so small before our eyes!
Be careful not to slip, a mistake could cost you very dearly quà !!!
After the usual photos, retrace our steps back over the few meters that There separamo the forest and assemble in the saddle one last short climb and we finalemnte to Pian delle Nettles. We go down for about a mile, turn right at the junction and just before the Source del'Insollio find a sign indicating Pian delle Quail: this is our direction! On A first stretch of stones, dislodged, a short climb where we observe the majestic cliffs of Catria, then suddenly very technical on stony fixed in an enchanting forest, and then again several bends on earth ... a little of everything well, and after about 3km descent we sl superb plateau Pian delle Quail, 950 mt . share.
flowering meadows of yellow, the vivid green of the trees, the coast looks like a great big bastion Dolomites, and a reddish canyon below us ... the magic is endless!
It 'just in this canyon that we dive and the adrenaline flowing in a thousand in the group, we are in a supernatural red throat, steps to tackle Dedicated trials, a narrow river in the dry to plow and go from right to left several times ...
a final really gorgeous, the real icing on the RUM of this tour!
This tour is the M of rum, a concentrate of 3 of the most beautiful courses in Romagna, Umbria and Marche ... triptych made with great friends 6-7-8 May 2011
Photo Albums:


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/4363

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad