Monte Corvo II


  • 23 km

    Distance

  • 819 m

    Min height

  • 2590 m

    Max height

  • 1771 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description



Non c’è storia, il Monte Corvo rappresenta sempre un osso molto duro, indipendentemente dai versanti ove lo si aggredisce. Raggiungere la sua vetta, specie se con un ferro sulle spalle non è affatto cosa semplice. Partendo dal piazzale di Prato Selva si imbocca la carrareccia che sale al Colle Abetone, lo aggira sulla dx e termina su un pianoro erboso. Si segue la segnaletica C.A.I. per il Piano di San Pietro ed ivi giunti si scende a sinistra lungo un crinale di roccia arenaria alle pendici del Colle Andreole. Arriviamo ai piedi del Fosso del Monte, in un’incantevole oasi ove è ubicato il Rifugio del Monte, finalmente ristrutturato e gestito dal Sig. Arnaldo Di Crescenzo, simpatico e disponibilissimo amante della montagna pronto sempre ad accogliere viandanti e a deliziarli con i suoi manicaretti. Dal Rifugio del Monte si inizia a risalire in portage l’omonimo fosso fino ad arrivare in corrispondenza di giganteschi massi. Deviamo sulla sx portandoci sotto due piccole forcelle. Ci arrampichiamo con passaggi di primo e secondo grado verso la forcella più alta facendo molta attenzione a dove mettiamo i piedi. In uscita dalla forcella prendiamo a dx andando a percorrere interamente, sempre in portage, il faticoso crinale della cresta NE del Monte Corvo. Grandiosi panorami ci si parano dinanzi durante l’ascesa, la Conca di Capovelle, il Malecupo, il Pizzo Intermesoli e il Lago di Campotosto nella sua interezza. Dalla vetta del Monte Corvo (quota 2623m) si affrontano in discesa i complicati passaggi che precedono la Sella omonima. Un single track, con una serie di tornanti ripidi ed insidiosi, conduce alla Fonte Venacquaro per poi proseguire sino a fondo valle. Il sentiero 144, ben marcato, attraversa con passaggi tecnici la Valle Venacquaro regalando nel contempo scorci mozzafiato. Approdati nella parte finale della vallata ha inizio il tratto di discesa più ostico e duro. La traccia precipita tossica verso la Fonte Gelata e lo diventa ancor di più in entrata nel Fosso Venacquaro. Solo quando la pendenza diminuisce in corrispondenza del vetusto Bosco di Fonte Novello allora si riescono a recuperare le ultime energie per un bel trail e per la lunga e velocissima discesa su carrareccia fino all’abitato di Intermesoli. Un itinerario molto duro, che inizia con una piacevole pedalata, continua in una spettacolare e pericolosa ascesa in portage e dopo aver raggiunto la vetta, se non si possiedono le dovute capacità fisiche e tecniche, la spietata via di discesa può rivelarsi un interminabile tormento.


CINGHIALE 07/08/2013 Prato Selva (TE)


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10482


How does no story, the Monte Corvo is always a very tough, regardless of the slope where it attacks. Reaching its peak, especially with an iron on the shoulder is not at all easy. Starting from the square of Prato Selva, take the track that goes up to the Hill Abetone, it hovers on the right, and ends on a grassy plateau. Follow the signs C.A.I. Plan for St. Peter's and there you come down to the left along a ridge of sandstone rock at the foot of the Hill Andreole. We arrive at the foot of the Fosso del Monte, in a lovely oasis that is home to the Rifugio del Monte, at last restored and managed by Mr.. Arnaldo Di Crescenzo, friendly and amenable mountain lover always ready to welcome travelers and delight them with his culinary arts. From the Rifugio del Monte start to climb in the eponymous ditch portage until arriving at the gigantic boulders. We turn off on the left bringing in two small forks. We climb with steps of first and second grade at the fork highest paying close attention to where we put our feet. Output from the fork to the right we are going to go entirely, always in portage, the hard ridge of the NE ridge of Monte Corvo. Great views we are in touch during the ascent, the Basin Capovelle, the Malecupo, Pizzo Intermesoli and the Campotosto in its entirety. From the summit of Monte Corvo (altitude 2623m) is facing down the complicated steps that precede the Sella same name. A single track, with a series of switchbacks and steep treacherous, leads to the Source Venacquaro and then continue to the valley floor. The path 144, well marked, with technical passages through the Valley Venacquaro while giving breathtaking views. Arrived at the end of the valley begins the downhill stretch more difficult and hard. The track falls toxic to Freeze the Source and becomes even more in entry into the Fosso Venacquaro. Only when the slope decreases in correspondence of the ancient Forest of Fonte Novello then you can retrieve the latest energy for a nice trail and the long and fast descent on a dirt track to the village of Intermesoli. A very tough route, which begins with a pleasant ride continues in a spectacular and dangerous rise in portage and after reaching the top, if you do not possess the necessary physical and technical skills, the merciless descent route can be a never-ending torment.
BOAR 08/07/2013 Prato Selva (TE)


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10482

Map/Elevation

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page