Valcava: Calolzio - Pertùs - Erve


  • 31.6 km

    Distance

  • 205 m

    Min height

  • 1215 m

    Max height

  • 1009 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Tipologia: Giro AllMountain con salite a tratti molto impegnative e discese incacchiate non sempre semplici da seguire.
Lunghezza: una trentina di km
Dislivello: credo sui 1100m
Periodo: l'ho fatto a metà gennaio, ma perchè pioggge e sole hanno sciolto tutto, direi da marzo fino a novembre.
Traccia GPs: Sì ma ocio, è ottenuta unendo tre spezzoni e senza esser stata pulita.

Allora, son salito da Calolzio per la vecchia strada che sale fino a Carenno passando da Lorentino e Moioli, strada ciottolata molto ripida dove passano solo i trattori.
Arrivato a Carenno ho seguito la strada asfaltata principale fino ad arrivare ai campi di calcio, in prossimità dei quali parte la carrozzabile che sale verso la vecchia colonia (o convento, boh) e poi al passo del pertùs, l'ultima parte è tutta sterratacementata.
Salendo si intravede quasi sempre l'ultimo pezzo di sterrata da percorrere sotto il monte Ocone ed il passo del pertùs; PRIMA di arrivare alla vecchia colonia, anzichè fare l'ultimo tornante a destra si tira dritto sempre sulla sterrata con una gran vista panoramica, ad un certo punto si comincerà a scendere, ad un certo punto la strada si stringerà sempre più fino ad arrivare ad un roccolo.
Qui ci sono tre possibilità: a sinistra c'è un sentiero che scende verso Carenno in località "i morti", a detta di un local col trial è molto carino da fare anche se corto; andare dritto verso il monte Spedone e poi scendere a Erve, ma sempre secondo lui è molto brutta, me l'ha sconsigliata. Io sono andato a destra in un sentiero stretto che poi diventa molto sporco e non sempre chiarissimo, il punto di riferimento è un piccolo nucleo di case sopra Nesolio che si riesce ad intravedere; spingendopedalando si arriva ad una palina di segnalazione dei sentieri che indica solamente che continuando dritto si va verso la passata, qui si deve girare a sinistra ed il sentiero inizia a dare soddisfazioni.
Tornantini, rocce, stretto, ripidi, da guidare, c'è di tutto e non è affatto banale. Si punta ad una casa isolata nel bosco, sulla sua sinistra il sentiero continua fino ad un bivio destra-sinistra: il più invitante ricordo essere a sinistra, beh, si va a destra, ricordate di puntare sempre al gruppetto di tre case che si intravede al di là del bosco. Poco avanti si attraversa un ruscello e si arriva finalmente al gruppetto delle case; qui comicia un drittone tutto da guidare molto divertente fino ad arrivare al vecchio paesino di Nesolio, per chi ne avesse piene le balle da qui parte una recente sterrata che vi porterà velocemente giù ad Erve, altrimenti tenendo la sinistra riparte il vecchio sentiero con diversi tornantini bastardi da chiudere fin giù ad Erve.
Qui si risale su asfalto in direzione Costalottiere, la strada sale, poi scende e risale fino al gruppo di case di Saina, da qui sentiero in salita fino ad una croce con un tavolone, ora si scende. Bel traverso per poi incazzarsi seriamente, boccioni sul sentiero con purtroppo diversi alberi ad intralcio, si sbuca ad un ristorante sopra la chiesa di S.Girolamo; non scendere verso questa chiesetta perchè è una cementata ripida senza senso, si continua verso il ristorante e lo si supera, dopo nemmeno 150m si entra nel bosco sulla destra, con diversi saliscendi si arriva ad un acquedotto e poi giù per un sentiero molto carino (impossibile da spiegare) fino a sbucare sulla strada principale.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/3631


Type: Giro AllMountain with climbs and descents at times very challenging incacchiate not always easy to follow.
Length: thirty
km Difference in altitude: 1100m think about
Period: I did it in mid-January, but because pioggge and sun have dissolved all, I would say from March until November.
Track GPs: Yes, but Ocio, is obtained by joining three sections and without having been cleaned.
So, I come up with for the Calolzio old road that goes up to Carenno going from Lorentino and Moioli, very steep cobbled street where they spend only tractors.
arrived in Carenno I followed the paved road leading up to the football field, in the vicinity of which part of the road that goes up to the old colony (or convent, boh) and then to the step of Pertus, the last part is all sterratacementata.
Climbing can be seen almost always the last piece of dirt to go under mount Ocone and pitch the Pertus; BEFORE you get to the old colony, rather than make the last bend to the right you always pulls straight on the dirt road with a great view, at some point you will begin to go down, at some point the road will tighten more and more until you get to roccolo.
Here are three possibilities: on the left there is a path down to Carenno in "the dead," according to a local trial with is very nice to do even if short; go straight to the mountain and then down to Spedone Erve, but always according to him is very bad, I did not recommended. I went right into a narrow path which then becomes very dirty and not always clear, the point of reference is a small group of houses on Nesolio you manage to catch a glimpse; spingendopedalando you will come to a signpost signaling pathways that only indicates that continuing straight you go to the past, here you have to turn left and the path begins to give satisfaction.
hairpins, rocks, narrow, steep to ride, there is everything and it is not at all trivial. It points to an isolated house in the woods, on his left, the trail continues up to a fork in the road right-left: the more inviting remember being on the left, well, you go right, remember to always bet the group of three houses that can be seen beyond the forest. Shortly before crossing a stream and finally reaches the small group of houses; comedians here drittone a whole lot of fun to drive up to the old village of Nesolio, for those who had filled the bales from here to a recent dirt that quickly takes you down to Erve, otherwise keeping to the left again the old path with several hairpins bastards to close all the way down to Erve.
Here you climb out of asphalt in the direction Costalottiere, the road climbs, then descends and ascends up to the group of houses Saina, from here the path uphill to a cross with a big table, now descend. Bel sideways and then seriously pissed off, unfortunately coolers on the trail with several trees to get in the way, you come out to a restaurant above the church of St. Jerome; do not go to this church because it is a steep cemented meaningless, continue to the restaurant and it is exceeded, even after 150m you enter the forest on the right, with many ups and downs you come to an aqueduct and then down a path very cute ( impossible to explain) until you reach the main road.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/3631

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad