Tra Pertica Alta e Bassa


  • 40.6 km

    Distance

  • 510 m

    Min height

  • 1637 m

    Max height

  • 1127 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Bello ed impegnativo giro tra Pertica Alta e Pertica Bassa splendide località della Valle Sabbia.
Luoghi impregnati di storia della resistenza partigiana. Intersecheremo infatti varie volte i sentieri contrassegnati dal tricolore che portano i nomi di chi quella storia l'ha scritta pagando spesso con la vita. Partiamo da Belprato per raggiungere con una breve e ripida mulattiera che sale nel bosco, il santuario dei morti di Barbaine a ricordo delle vittime partigiane. Su asfalto passiamo dalla chiesetta di S.Rocco e proseguiamo in direzione di Livemmo dove tenendo la destra riprendiamo una sterrata che ci porterà salendo gradatamente, fino alla splendido piccolo altopiano del Pian del Bene. Passiamo la prima malga e puntiamo alla seconda posta più in alto per poter prendere il sentiero 3V. Questo tratto in leggera salita ci constringerà a qualche brevissimo tratto a piedi ma il panorama circostante ripaga ampiamente la fatica. Passiamo alti sopra malga Campo di Nasso e continuiamo a salire fino raggiungere il Dosso Falcone dal quale scendiamo verso il Rifugio Blachì 2 eventuale punto di ristoro in località Pezzeda. Proseguiamo in leggera salita fino al Passo Pezzeda Mattina. Ora iniziamo a scendere su ghiaiosa sterrata e passiamo la Malga Barèt un tempo sede di comando dei partigiani. Poco dopo attenzione ad un sentiero con segni tricolore che si stacca in discesa sulla sinistra. Abbandoniamo la sterrata e lo imbocchiamo. Inizia un lungo e fantastico tratto di sentiero tecnico da fare tutto in sella che a tratti coincide anche con un ruscelletto. Altri tratti ci faranno planare veloci all'ombra di grandi faggi immersi nel bosco. Alla fine sbuchiamo su una sterrata che prendiamo a destra in discesa. Quando la strada spiana, passiamo un paio di case ed in corrispondenza di un piccolo orto prendiamo sulla sinistra un sentiero che scende con qualche tratto impegnativo e ci fà uscire alla località Acque Bianche appena prima di arrivare al paese di Forno d'Ono.
Ora su asfalto ci portiamo fino ad Avenone dove sulla destra seguiamo i segni tricolore che ci fanno salire nuovamente su sterrata fino alla minuscola ed incantevole malga Valsorda. Su sentiero molto divertente e scorrevole scendiamo nel bosco fino a sbucare su asfalto nuovamente alla chiesetta di S.Rocco. Da qui saliamo verso la località Pineta. Attenzione ad un certo punto (segnalato da WP nella traccia) perchè dobbiamo aprire un piccolo cancello di legno per poter imboccare il sentiero che ci porta all'inizio dell'ultima discesa, a tratti tecnica e goduriosa, che ci fà uscire alla chiesetta di S.Bernardo. Un ultimo tratto di leggera salita su asfalto ci riporta a Belprato.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/3479


Beautiful and challenging ride through High Perch and Perch Lower beautiful towns of the Valle Sabbia.
Places to absorb the history of the partisan resistance. Intersecheremo fact, several times the paths marked by flag bearing the names of those that history has written often paying with their lives. Let's start with Belprato to reach with a short, steep trail that leads into the forest, the sanctuary of the dead in memory of the victims of Barbaine partisan. On the road we pass by the church of San Rocco and continue in the direction of holding the right Livemmo where we take a dirt road that will take us gradually going up to the beautiful small plateau Pian del Bene. We spend the first mountain hut and aim at the second set higher in order to take the path 3V. This stretch uphill constringerà us to some very short distance on foot but the surrounding landscape amply repays the effort. We pass high above alpine pasture field Nasso and continue to climb up to reach the Dosso Falcone from which we descend to the Refuge Blachi 2 possible refreshment in town Pezzeda. We continue uphill until Step Pezzeda Morning. Now begin to go down on dirt and gravel spend the Malga Baret was once the seat of command of the partisans. Shortly after attention to a path with signs tricolor that comes off in down the left. We leave the dirt, and we take it. Began a long and fantastic stretch of trail riding technician to do all that at times also coincides with a trickle. Other sections we will glide faster in the shade of large beech trees surrounded by forest. Eventually we emerged onto a dirt road that we take down to the right. When the road flattens out, spend a couple of houses and at a small vegetable garden on the left we take a path that goes down with some challenging stretch and makes us go out to the White Waters resort just before reaching the village of Forno d'Ono.
Now we carry on asphalt until Avenone where on the right follow the signs tricolor that make us go up again on a dirt road to the tiny and charming alp Valsorda. On the path a lot of fun and we go sliding into the woods until you come out on asphalt again to the church of San Rocco. From here we go to the local pinewood. Attention to a certain point (reported by WP in the track) because we have to open a small wooden gate in order to take the path that leads us to the top of the last descent, sometimes technical and gorgeous, that makes us go out to the church of S .Bernardo. A final, slightly uphill stretch of asphalt brings us back to Belprato.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/3479

Map/Elevation

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page