Monte Novegno Completo


  • 56.8 km

    Distance

  • 202 m

    Min height

  • 1680 m

    Max height

  • 1477 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Spettacolare esplorazione AM del Monte Novegno.
Luogo di partenza Santorso.
Ciclabilità: 98% (in salita brevissimi tratti a piedi tra Roccolo dei Sogli e Sella del Giove)

Invece di affrontare la salita seguendo la mulattiera della famosa Via Crucis oppure il classico bitume decido di "aggredire" il Monte Novegno da nord, dalla valle di Posina salendo per la Valle dell'Aralta.

Per strade secondarie si arriva a Piovene Rocchette da dove si pedala poi lungo la bellissima ciclabile sterrata ricavata dalla vecchia ferrovia fino ad arrivare ad Arsiero. Si ha modo così di preparare per bene le gambe prima di affrontare la lunga ed impegnativa ascesa. Da Arsiero inizia la prima bella mulattiera che porta nella Valle di Posina. (Segnalo un divieto di passaggio ai pedoni puntualmente disatteso da tutti. La mulattiera passa sotto pareti rocciose che il comune non intende evidentemente mettere in sicurezza).
Arrivati sull'asfalto dopo qualche centinaio di metri inizia la mulattiera militare che risale la dorsale della Valle dell'Aralta. Fondo buono e compatto con pendenza più o meno costante. Bellissimi gli scorci su Posina, Laghi e il Toraro.
Dopo circa 6km la pendenza aumenta e diventa faticoso rimanere in sella. Ma dura davvero poco. Poco dopo avere oltrepassato il Roccolo dei Sogli la mulattiera spiana ed inizia un bellissimo sentiero facile nel primo tratto che lascia riprendere fiato e forze ma che via via diventa tecnico per la presenza di sassi smossi. Alcuni piccoli smottamenti costringono a scendere di sella a più riprese ma nel complesso con una buona dose di tecnica e forza risulta più pedalabile del previsto. Arrivati alla Sella del Giove si esce dal bosco e si apre un'appagante vista sul Monte Summano e la pianura sottostante. Si continua a pedalare ora su una mulattiera che porta prima verso Passo Campedello e a seguire verso l'omonima malga.
Ancora un kilometro e si raggiunge così Busa Novegno, si perde un'attimo quota ed inizia l'ultimo tratto di salita che porta sul Monte Rione ed il suo forte (1690mt). Nel periodo estivo il sabato e la domenica gli Alpini tengono aperta la struttura, quindi è possibile rifocillarsi e riprendere le forze dopo la lunga ascesa.

Inizia quindi la discesa verso il Colletto di Posina. Un lungo e appagante single track che nella prima parte percorre la cresta dal Monte Rione, Monte Cogolo, Monte Spin tra trincee e gallerie per poi gettarsi in un'interminabile sequenza di tornanti verso il passo. Il sentiero a tratti risulta impegnativo a causa del fondo smosso ma affrontato con la dovuta cautela è divertente e può essere affrontato completamente in sella. Arrivati al Colletto di Posina una comoda mulattiera porta sulla strada che collega il Passo Xomo a S.Caterina. Si percorre qualche kilometro di bitume fino a S.Caterina dove una fontana consente di rifare scorta d'acqua prima di affrontare il successivo tratto di sentieri e mulattiere che riservano ancora qualche sorpresa. La fatica non è ancora finita. L'ultimo sentiero che si affronta termina a Schio, ad un paio di kilometri dal punto di partenza.

NOTE: Attenzione alla scorta d'acqua. Prima di affrontare la salita della Valle dell'Aralta appena lasciato l'asfalto ed attraversato il ponticello sulla sinistra si trova una sorgente. Poi il nulla! Se il giro viene affrontato nel periodo estivo Forte Rione è aperto ed è quindi possibile provvedere alle scorte di liquidi. Altrimenti solamente a S.Caterina sarà possibile incontrare una fontana.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10038


Spectacular exploration of Mount Novegno AM.
Place of departure Santorso.
Saddle: 98% (uphill walk short distances between Roccolo of sogli and Saddle Jupiter)
Instead of facing the uphill following the trail of the famous Via Crucis or the classic bitumen decide to "attack" the Monte Novegno from the north, from the valley of Posina going up the valley dell'Aralta.
For secondary roads you get to where you Piovene Rocchette then ride along the beautiful dirt path obtained from the old railway line until you get to Arsiero. It was so good to prepare for the legs before tackling the long and difficult ascent. Arsiero begins the first beautiful trail that leads to the Valley of Posina. (A Stumble prohibition of passage to pedestrians promptly rejected by all. Trail passes under the cliffs that the municipality does not intend to obviously put safety).
Arrived on the asphalt after a few hundred meters further on the military trail that climbs the ridge Valley dell'Aralta. Fund and compact with good slope more or less constant. Beautiful glimpses of Posina, Lakes and Toraro.
After about 6km the slope increases and becomes tiring to stay in the saddle. But it takes very little. Shortly after passing the Roccolo sogli of the trail flattens and begins a beautiful easy trail along the first stretch that leaves breath and strength, but that gradually becomes technician for the presence of stones, dislodged. Some small landslides forced to dismount several times but overall a good deal of technique and strength is more pedaling than expected. Arriving at the Saddle of Jupiter out of the woods and opens a rewarding views of Mount Summano and the plain below. Another pedal now on a trail that leads to the first step towards Campedello and follow the eponymous mountain hut.
Still a mile and you will reach so Busa Novegno, you lose a moment and share begins the last part of the climb that port the Monte Ward and his strong (1690mt). During the summer on Saturdays and Sundays the Alpini held open structure, so you can refresh and regain his strength after the long climb.
Then began the descent towards the collar of Posina. A long and satisfying single track that runs along the ridge in the early part of the Monte Ward, Cogolo Monte, Monte Spin between trenches and tunnels then throw in an endless sequence of switchbacks to the pass. The path sometimes is challenging due to the loose surfaces but faced with due caution is fun and can be addressed fully in the saddle. Arrived at the collar of Posina an easy trail leads along the road that connects the Xomo Pass to St. Catherine. You go through several kilometers of bitumen up to St. Catherine where a fountain allows you to redo supply of water before tackling the next leg of footpaths and bridleways which still reserve some surprises. The hard work is not over yet. The last path that addresses ending in Schio, a couple of kilometers from the starting point.
NOTE: Pay attention to the water supply. Before the climb of the Valley dell'Aralta just left the asphalt and crossed the bridge on the left is a spring. Then nothing! If the round is dealt with in the summer Forte District is open and it is therefore possible to provide stocks of liquids. Otherwise, only to St. Catherine will be able to meet a fountain.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10038

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad