Anello del Cusna (Attorno al Gigante II) - RE


  • 78.5 km

    Distance

  • 402 m

    Min height

  • 1765 m

    Max height

  • 1362 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Versione rivista e ampliata dell'itinerario 2508.
Partenza (400 mt slm) sulla stradina asfaltata presso le Fonti di Poiano.
Lunga e gradevole salita attraverso Poiano e Sologno, fino al passo Cisa (altitudine 1550 mt slm, dislivello 1200 mt). I primi 8 km sono su asfalto fino a Sologno (730 mt slm). E' possibile la variante su terra, interessante, ma con impennata iniziale al 25% ;è tracciata su Openstreetmap / Opencyclemap. Dopo Sologno per 2 km la salita per strada forestale supera talvolta il 15% per proseguire più tranquilla; il tracciato rimane sempre ombreggiato dal bosco di faggi. Da passo Cisa si scende in direzione est per forestale che toca il Rif. Monte orsaro, poi i borghi di Roncopianigi, Febbio, Rescadore. In località Pianvallese si imbocca il sentiero che costeggia a destra la peschiera. Il percorso su fondo sassoso all'interno del bosco presenta difficoltà di orientamento a causa della scarsa segnaletica dei numerosi sentieri. Il tratto sbocca sulla forestale (1450 mt slm) Civago - Rio Lama (1510 slm) che percorriamo prima in salita poi in discesa fino al rio Lama (1510) (numerosi autoveicoli fino qui). Svoltando a destra per salire fino a Lama Lite (1770 slm) la forestale si inerpica in mezzo agli abeti bianchi dell'Abetina Reale. Dallo spartiacque tra valle del Dolo e valle dell'Ozola è possibile avvalersi sia del Rif. Battisti (CAI) che del Rif. Bargetana (privato). Il percorso scende sulla forestale in direzione ovest dove rientra nel bosco di faggi. Poco dopo il primo grande tornante a destra un segnavia giallo-azzurro ci avverte di svoltare a sinistra nel folto del bosco. Il sentiero prosegue pianeggiante e largo fino al Lago del Capriolo (inerbato). Poco dopo incontriamo il bivio col sentiero 633 (a destra, discesa tecnica per chi ama sterzare con la ruota posteriore staccata da terra, descritta nel'itinerario 2953) noi proseguiamo a sinistra in salita per il sentiero che si fa stretto e in contropendenza. Con cautela percorriamo il sentiero tappezzato di foglie che inizia a scendere e incontra un bivio stretto a destra. Cautela e equilibrio ci fanno godere un percorso prezioso e aereo con 5-6 brevissimi passaggi a piedi. Arrivarti sulla forestale di Presa Alta individuiamo a destra il ponte di legno che ci consente di imboccare la decauville sospesa sugli Schiocchi dell'Ozola fino in località Tarlanda per poi scendere a Ligonchio (Diversi ristori, sede del Parco, Laboratorio delle Acque presso centrale Elettrica, fontane). Scendiamo per asfalto (20 km/ 45 minuti) in direzione Villa Minozzo con due saliscendi inziali poi svoltiamo a sinistra in direzione Castelnovo Monti e infine seguiamo in piano il corso del Secchia fino alle Fonti.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10396


Revised and expanded version of the route
2508.-out (400 m asl) on the paved road at the sources Poiano.
Long and pleasant climb through Poiano and Sologno, to step Cisa (altitude 1550 meters above sea level, altitude difference 1200 m). The first 8 km are asphalt to Sologno (730 m asl). E 'possible variant on earth, interesting, but with initial surge to 25%, is plotted on OpenStreetMap / OpenCycleMap. After Sologno 2 km uphill to the forest road sometimes exceeds 15% in order to continue quieter; the track is always shaded by beech forest. From step Cisa descend towards the east to the forest toca ref Monte Orsaro, then the villages of Roncopianigi, Febbio, Rescadore. In places Pianvallese take the path that runs along the right fishpond. The stony path on inside the forest includes orientation difficulties due to poor signage of the many trails. The section ends on forest (1450 m asl) Civago - Rio Lama (1510 masl) before we walk uphill and then downhill to the river Lama (1510) (number of cars up here). Turn right to go up to Lama Lite (1770 m asl), the forest climbs in the middle of the white fir Abetina Reale. From the watershed between Dolo valley and valley dell'Ozola you can take advantage of both the Ref. Battisti (CAI) that of Ref. Bargetana (private). The path descends on the forest to the west where a part of the beech forest. Shortly after the first big curve to the right a yellow-blue signpost warns us to turn left into the thick of the forest. The path continues flat and wide up to Lake Roe (grass range). Shortly after we meet the junction with trail 633 (right, downhill technique for those who like to steer with the rear wheel off the ground, described nel'itinerario 2953) we continue to the left uphill to the trail becomes narrow and in counter. Carefully follow the path lined with leaves that start to go down and come to a fork close to the right. Carefully balance and make us enjoy a valuable route and aircraft with 5-6 short passages on foot. Arrivarti on forest Presa Alta identify the right wooden bridge that allows us to take the decauville suspended on dell'Ozola pops up in places Tarlanda before falling to Ligonchio (Several refreshment, home of the Park, Water Laboratory at Central Electric, fountains). We go down to the asphalt (20 km / 45 minutes) in the direction of Villa Minozzo with two initials and down then turn left in the direction of Castelnuovo Monti and finally follow in the course of the plan Buckets to the sources.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10396

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad