Tmb - Valle del Piave - Tudaio


  • 24.3 km

    Distance

  • 782 m

    Min height

  • 1432 m

    Max height

  • 649 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Ulteriori informazioni a.

Il pezzo forte di questo itinerario è una vecchia strada abbandondata in una valle stretta e profonda dove il tempo sembra essersi fermato a qualche decennio fa.

Dalla piazza principale di Santo Stefano di Cadore si sale subito verso Danta di Cadore seguendo una strada sterrata che alterna ripide rampe a lunghi e facili falsopiani; nella parte centrale, tuttavia, una breve ma ripidissima rampa cementata potrà appiedare i meno allenati.

Raggiunta la località Tabiarol si continua a salire, ora più agevolmente, nei boschi del Monte Piedo scendendo poi verso Auronzo sulla carrareccia a tratti ripida e sconnessa (soprattutto nella parte centrale) che conduce alla diga di Santa Caterina. Alcuni chilometri sulla strada statale portano quindi a Cima Gogna e all'imbocco della Valle del Tudaio.

La vecchia statale Carnica, ora sostituita da un comodo tunnel, si incunea nella valle stretta tra i Monti Piedo e Tudaio e sul cui fondo scorre il fiume Piave, toccando la diga del Tudaio e arrivando all'uscita della nuova galleria. Il fondo stradale, seppur asfaltato, è deteriorato dal tempo e dalle intemperie e presenta alcuni brevi passaggi sterrati; particolare attenzione andrà inoltre posta a delle grandi voragini che si aprono nella parte destra della carreggiata.

Al termine della forra si rientra a Santo Stefano pedalando nei boschi del Col Trondo, con una breve ma ripida salita asfaltata e una divertente discesa finale, evitando così il traffico della statale.

Punto di partenza: Santo Stefano di Cadore, Piazza Roma. Parcheggi fronte chiesa e nella vicina via VI Novembre.

Copyright © Stefano De Marchi
Tutti gli itinerari contrassegnati TMB sono disponibili al sito.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/2866


More information.
The highlight of this trail is an old road abbandondata in a narrow and deep valley where time seems to have stopped a few decades ago.
From the main square of Santo Stefano di Cadore climb immediately to Danta di Cadore, following a dirt road that alternates between steep ramps to long and easy falsopiani; in the central part, however, a short but steep concrete ramp will appiedare the less fit.
Reached the town Tabiarol continues to rise, now more easily in the woods of Monte Piedo then descending towards Auronzo on the dirt track at times steep and bumpy (especially in the middle) that leads to the dam of Santa Caterina. A few kilometers on the highway and thus lead to Cima Gogna entrance of the Valley of the Tudaio.
The old state Carnic, now replaced by a convenient tunnel, is wedged in the narrow valley between the mountains and Piedo Tudaio and the bottom of which flows the river Piave, touching the dam of Tudaio and reaching the exit of the new gallery. The road, although paved, is degraded by time and the elements and has a few short passages dirt; particular attention should be placed in the large chasms that open up on the right side of the roadway.
At the end of the gorge falls in Santo Stefano del Col Trondo riding in the woods, with a short but steep climb and a paved entertaining final descent, thus avoiding the traffic of the highway.
Starting point: Santo Stefano di Cadore, Piazza Roma. Car park opposite the church and the nearby Via VI of November.
Copyright © Stefano De Marchi
All routes marked TMB are available at the site.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/2866

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad