S. Amate da Menaggio


  • 36.6 km

    Distance

  • 224 m

    Min height

  • 1657 m

    Max height

  • 1432 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


S. Amate da Menaggio
Dal centro di Menaggio, si imbocca la statale per l’alto lago e ci si dirige verso S.Maria Rezzonico, in buona parte, lungo la vecchia strada a lago, molto più suggestiva e ideale per la bike. Giunti alla chiesa di S.Maria nei pressi di S.Maria Rezzonico, si abbandona la statale e si inizia la salita ai monti. Seguendo inizialmente le indicazioni per la località la Torre, e di seguito per Roncate si comincia a salire abbastanza agevolmente, passando poi nelle vicinanze degli abitati di Soriano e Lucena. Giunti alla deviazione e alle indicazioni per Treccione, deviare a destra e continuare la salita seguendo le indicazioni per i Monti di Gallio. Senza mai prendere altre deviazioni si procede in salita fino ad arrivare alle baite di Zanatta e ad un ampio spiazzo prativo. Tutta questa prima parte di salita, inizialmente abbastanza pedalabile, di seguito diventa abbastanza impegnativa e con alcuni tornanti con inclinazioni sostenute. Dall’Alpe di Zanatta, con logica, si procede ora sempre su asfalto verso le ultime baite alte e in breve si arriva alla fine del tratto asfaltato e all’inizio del tratto sterrato. Tutta questa seconda parte della salita, si svolge lungo una larga e ampia carrareccia, con fondo compatto. (possibilità lungo questo tratto sterrato, di una sosta all’Alpe Rescascia).
Lungo questo tratto sterrato, splendido il panorama sul lago, non resta a questo punto, una volta giunti sulla dorsale del Bregagno, prendere il sentiero sulla sinistra che scende alla chiesetta di S. Amate e qui, ora, godersi una più che meritata pausa e prolungata sosta.

Discesa e rientro a Menaggio.

Anche questa seconda proposta, richiede una buona predisposizione ad una discesa ed un traverso non banale.
Dalla chiesetta di S. Amate, o si ritorna sulla dorsale o lungo il sentiero, si rientra un poco più avanti sullo stesso sterrato, ma questa volta andando in direzione della Val Senagra e L’Alpe Nesdale. Giunta all’alpe, scendere inizialmente lungo la teleferica per poi inserirsi nel sentiero che conduce verso l’Alpe Erba. (alcuni tratti non sono ciclabili) Giunti all’alpe Erba, si scende lungo la strada della Val Senagra, ma solo per un brevissimo tratto, per poi scendere alla sinistra sul fondo valle, attraversare il torrente e dare inizio al lungo traverso. Per un lungo tratto, si deve spingere e accompagnare la bike, in quanto il sentiero è stretto e molto scosceso, con qualche passaggio da porre attenzione, e tutto questo fino all’Alpe Varò. Attenzione qui! Non dirigersi all’alpe ma scendere verso il fondo valle, attraversare ancora un torrente e ora riprendere il traverso che via via diventa sempre più agevole e pedalabile per più tratti. Si passa sotto la dorsale della Grona, e di seguito si arriva alle baite sopra Breglia. Imboccata la carrareccia che scende al paese, si può ad una evidente deviazione prendere la mulattiera che scende a Ligomena. Rientrati sulla strada asfaltata scendere a valle e in breve si arriva a Menaggio.


Per questo giro, sono richieste una ottima preparazione fisica e una adeguata preparazione ad un impegno fisico costante e prolungato, per quanto riguarda la salita, una buona tecnica di discesa e tanta ma tanta voglia di affrontare un itinerario fuori dagli schemi comuni e tradizionali, la seconda parte, in quanto il traverso, si sviluppa in buona parte lungo un versante della Val Senagra molto selvaggio e isolato.
Doc. Topografica Cartina Kompass. N. 91


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/2334


S. Love from Menaggio
From the center of Menaggio, take the road to the upper lake and head towards Santa Maria Rezzonico, in large part, on the old road to the lake, much more attractive and ideal for bike. Once at the church of Santa Maria near Santa Maria Rezzonico, leave the main road and start climbing the mountains. Initially following the signs for the town la Torre, and below to Roncate begins to climb quite easily, then passing near the towns of Soriano and Lucena. Once the deviation and the indications for Treccione, turn right and continue uphill following the signs to the Mountains of Gallio. Never take other deviations proceed uphill until you get to the huts Zanatta and a large grassy clearing. This whole first part of the climb, initially pedaled enough, here it becomes quite challenging and with a few bends with inclinations incurred. From Alpe Zanatta, with logic, we proceed now always on asphalt towards the last refuges high and you will soon reach the end of the paved section and the beginning of the dirt road. All this second part of the climb takes place along a wide, wide cartway with packed. (Possibility along this dirt road, a stop at Alpe Rescascia).
Along this stretch of dirt road, the beautiful view of the lake, it remains at this point, once you reach the ridge of Bregagno, take the path on the left down to the little church of S. Love here and now enjoy a well deserved break and prolonged break.
Descent and return to Menaggio.
This second proposal requires a good predisposition to a descent and a transverse non-trivial.
From the little church of S. Love, or go back on the back or along the trail, you fall a little further on the same dirt road, but this time going in the direction of Val Senagra and L ' Alpe Nesdale. Giunta Alpe, initially along the cable car down and then enter the path leading to the Alpe Erba. (Some parts are not paths) Joints Alpe Grass, go down the road of Val Senagra, but only for a short stretch, then down to the left on the bottom of the valley, cross the creek and begin the long traverse. For a long stretch, you have to push and follow up the bike, as the path is narrow and very steep, with some step by paying attention, and all this to Alpe Varò. Attention here! Alpe but not head down to the bottom of the valley, cross a stream and still now resume the cross that gradually becomes more and more smooth and pedaled for most traits. It passes under the ridge of the Grona, and below you get to the huts above Breglia. Once on the track that descends to the village, you can take a detour to an obvious trail that descends to Ligomena. Once back on the paved road down to the valley and you will soon get to Menaggio.
For this tour, you require a good physical preparation and adequate preparation to a constant and prolonged physical effort, with regard to the uphill, downhill and a good technique so much but really want to tackle a route out of the box common and traditional, the second part, since the cross, spread largely across one side of Val Senagra very wild and isolated.
Doc. Topographic Map Kompass. # 91


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/2334

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad