Talana - Olinie - Villagrande - Monte Fenarbu - Talana


  • 46.2 km

    Distance

  • 83 m

    Min height

  • 1189 m

    Max height

  • 1106 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Anello da percorrere nel senso indicato per apprezzare al meglio il single-trak e pedalare su terreno compatto in salita.

Dalla fontana Sa Carrera (omonimo bar accanto) percorrere circa 300m in direzione Villagrande e prendere la salita sulla destra (che diventa presto una continuazione della via Dante Alighieri), si tratta dell’unica deviazione a destra dalla via principale via Vittorio Emanuele. Comincia una dura salita su di circa 8km che risale il costone della montagna fino a scollinare nei pressi del nuraghe di Bau e Tanca. La pista presenta tratti con forte pendenza ma in ottimo stato di conservazione. Proseguendo dritto verso ovest per 2km, sempre su un’ottima sterrata, si arrivebbe a S’Arcu e S’Orostode, con la sua fontana, punto di sbocco per chi arriva da Fennau (vedi giro Urzulei).

Si attraversa la strada asfaltata che da Talana porta alla SS 389 e si prosegue in direzione Sud (indicazioni per Monte Olinie) lungo la cresta della montagna ammirando il panorama che abbraccia tutto il Golfo di Arbatax fino a raggiungere l’imbocco del single trak, con il cartello del sentiero 531, che ci riporterà in prossimità della SS368 Talana-Villagrande. Il sentiero, dal fondo scistoso ma in genere compatto e pedalabile, discende la montagna per circa 4km con una alternanza di rapidi rettilinei e stretti tornanti che saranno molto apprezzati dai bikers più tecnici ma non causeranno troppe difficoltà ai meno esperti. Lungo il percorso non è raro trovarsi con qualche albero di traverso, comunque ben visibile e aggirabile, in attesa che qualcuno passi da quelle parti con un seghetto e ci faccia legna, o che l’Ente Foreste faccia le pulizie anti-incendio.

Giunti sulla strada fantasma Talana-Villagrande, interrotta da anni a causa di numerose frane che impediscono il passaggio delle automobili, è possibile ritornare verso Talana e chiudere un anello ridotto di circa 20km.
Noi proseguiamo sulla destra in direzione Villagrande per concludere la parte più cross-countristica del percorso, arrivando in prossimità della discarica del paese, che deve le sue dimensioni all’alluvione del 2004 ed i successivi interventi di ripristino, che superiamo per poi svoltare sulla sterrata verso valle.
Ci gettiamo in una discesa velocissima fino al greto del Bacu Corbini, che attraversiamo per poi continuare in piano per un paio di km e ridiscendere nella zona di riforestazione di M. Fenarbu verso il rio Sa Teula in prossimità del lago S.Lucia, dove incontriamo la strada asfaltata.
Noi continuiamo girando poi a sinistra per imboccare dopo poche centinaia di metri una sterrata che risale la vallata del Riu Porceddinu in direzione Talana, prendendo nella località Is Pinettas una divertente diversione a sinistra per poi salire ad un colle e riscendere verso la SP56.
Al km 40 termina lo sterrato e ci immettiamo nella SP56. Ci attende l’ultimo sforzo di 7km all’8% di pendenza su strada asfaltata a bassissima intensità di traffico, dal ponte di Coa ‘e Serra fino al paese Talana.

L’itinerario nel suo complesso misura 46km, con un dislivello accumulato di circa 1600m.
I primi 15km sono sicuramente i più divertenti, caratterizzati dalla dura salita iniziale, dal panorama meraviglioso sul golfo e dallo splendido e lungo single-trak. La seconda parte, dalla strada fantasma SS368 fino a Talana è adattissima agli appassionati del cross-country, con discese rapide e ben battute, brevi tratti semipianeggianti dove spingere i rapporti e l’ultima interminabile salita su asfalto. Per chi vuole evitare questa risalita, sarebbe possibile caricare le bici sull’autobus al Ponte Coa ‘e Serra, al piede della salita, e salire fino a Talana prima di iniziare a pedalare.
.
Impegno fisico: 4 (da 1 a 5)
Difficoltà tecnica: 3


A Lotzorai, presso il b&b The Lemon house (), Peter è disponibile per ulteriori informazioni.
Sollecitiamo chi proverà questo percorso a scrivere i propri commenti, affinché ne derivi una descrizione sempre più chiara.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/2220


Ring to go in the direction indicated to appreciate the single-trak and pedaling uphill on firm ground.
From the fountain Sa Carrera (namesake bar next door) walk about 300m towards Villagrande and up the hill on the right ( it quickly becomes a continuation of the Via Dante Alighieri), it is the only deviation to the right from the main street Via Vittorio Emanuele. Start a tough climb of about 8km that goes up the side of the mountain until you cross near the dolmen's Bau and Tanca. The trail has stretches with steep gradients but in excellent condition. Going straight for 2km to the west, always on a good track, it arrivebbe to S'Arcu and S'Orostode, with its fountain, outlet point for those arriving by Fennau (see around Urzulei).
It crosses the paved road that leads to the Talana from SS 389 and continue in a southerly direction (signs for Monte Olinie) along the crest of the mountain admiring the view that spans the Gulf of Arbatax until you reach the entrance of the single trak, with the sign of the path 531, that will bring us close to the SS368 Talana-Villagrande. The path from the bottom schistose but generally compact and pedaled, down the mountain for about 4km with an alternation of fast straights and tight bends that will be much appreciated by bikers more technical but will not cause too much difficulty for the less experienced. Along the way, it is not uncommon to find yourself with a few trees across, however, clearly visible and avoidable, waiting for someone to walk in those parts with a hacksaw and let us firewood, or that the Forestry Agency do the cleaning fire.

Once on the road Talana ghost-Villagrande, interrupted by years due to numerous landslides that prevent the passage of cars, you can return to Talana and close a ring reduced by about 20km.
We continue on the right towards villagrande to conclude the most cross-countristica route, arriving in the vicinity of the landfill in the country, which has its size the flood of 2004 and the subsequent remedial measures, which we overcome and then turn on the dirt road towards the valley.
We throw in a fast descent to the bed of the Baku Corbini, which we cross and then continue on the flat for a few miles and back down in the reforestation of M. Fenarbu towards the Rio Sa Teula in the vicinity of Lake St. Lucia, where we meet the paved road.
We continue then turn left to take after a few hundred meters a dirt road that goes up the valley of the Riu Porceddinu towards Talana, taking in the resort Pinettas Is a fun diversion to the left and then climb a hill and descending towards the SP56.
At 40 km dirt road ends and we enter the SP56. We are approaching the last effort of 7km to 8% slope on a paved road with very low traffic density, from the deck of Coa 'and Serra to the village Talana.
The route in its entirety measuring 46km, with an accumulated altitude of about 1600m.
The first 15km are definitely the most fun, characterized by hard initial climb, the magnificent view of the gulf and the beautiful long single-trak. The second part, on the road SS368 ghost until Talana is perfectly suited to fans of cross-country, with fast descents and well-groomed, short stretches semipianeggianti where to push the relationship and the last interminable ascent on asphalt. For those who want to avoid this lift, it would be possible to load the bike on the bus to Ponte Coa 'and Serra, at the foot of the climb, and climb up to Talana before you start cycling.
.
Physical requirements: 4 ( 1 to 5)
Technical difficulty: 3
A Lotzorai at the b & b The Lemon house (), Peter is available for more information.
urge those who try to write this path their comments, so that it results in a more clear description.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/2220

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad