Triei - Mamutorco - Triei


  • 34.8 km

    Distance

  • 395 m

    Min height

  • 3984 m

    Max height

  • 3588 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


È un anello da percorrere soltanto nel senso nel senso indicato, per via di una discesa molto ripida e sconnessa che in salita vi imporrebbe di scendere dalla bici.

Dopo circa 2,5 km. la strada asfaltata, molto ripida, finisce, si entra nella zona di riforestazione, e dopo un breve rettilineo inizia la salita per Genna Argei, lunga circa 2 km. ma molto tecnica e ripida, con un lungo tratto selciato fino al valico.

Ora c’è la discesa che porta nella gola di Mamutorco, ripidissima e dal fondo molto rovinato. Grandi solchi scavati dall’acqua attraversano tutta la larghezza della strada, ostruita anche da grandi pietre che è necessario scansare. Il lato a valle è quasi sempre a strapiombo. Potranno percorrerla tutta in sella soltanto i ciclisti più esperti, in ogni caso con la massima prudenza e senza prendere mai troppa velocità. Da qui in non sarete più raggiungibili in macchina, neanche in fuoristrada, e il cellulare non risulta avere campo.

Arrivati in fondo alla gola inizia la risalita (il fondo continua a essere rovinato, ma migliora dopo poco) fin quasi alla chiesa di San Giovanni Eltili, poco sotto il km. 167 della S.S. 125. Da Genna Argei fino a questo punto avete percorso circa 10 km. Questo è il punto più lontano dalla partenza e, se siete stanche/i, potrete arrivare con alcuni tornanti alla 125 stessa e tornare dall’asfalto.

Altrimenti, la traccia continua proponendovi il ritorno sul versante est di Mamutorco, a una discreta altezza rispetto al fondo della gola, passando al di sotto della località Orgosio, alla quale è possibile accedere anche dalla 125, da un cancello verde dell’Ente Foreste. Su questo versante il fondo è migliore, ma in corrispondenza dei canaloni la discesa dell’acqua ha fatto franare la strada e si è nuovamente isolati, non raggiungibili dai fuoristrada. I cambi di pendenza sono frequenti e anche questo tratto vi impegnerà molto e a lungo.

Potrete rilassarvi arrivati alla Serra Osono, in corrispondenza della striscia tagliafuoco, e con una veloce discesa, con una magnifica vista sulla valle e sul mare compresi tra Baunei e Tortolì, arriverete alla base della salita di Genna Argei che avete già percorso.
Tornate al campo sportivo attraverso una strada alternativa, all’inizio della quale, 500 m. dopo essere usciti dalla zona di riforestazione, potrete visitare una bella tomba dei giganti in ottime condizioni, in una traversa a destra indicata dai cartelli.

Il percorso non è eccessivamente lungo, ma il dislivello e il fondo difficile per lunghi tratti lo rendono molto tecnico e saranno necessarie almeno 4 ore. Da 1 a 5, livello 4, per ciclisti esperti.
Se da San Giovanni Eltili si ritorna dalla 125, livello 3. Stesso livello se, una volta successiva, arrivate a San Giovanni Eltili dalla 125 per poi percorrere il versante est già descritto.

A Lotzorai, che dista dal campo sportivo di Triei circa 8 km, Peter Herold è disponibile per ulteriori informazioni (peter@peteranne.it). Potranno accompagnarvi anche Amos Cardia (amoscardia@tiscali.it) e Davide Deidda (davideidda@hotmail.com).

Sollecitiamo chi proverà questo percorso a scrivere i propri commenti, affinché ne derivi una descrizione sempre più chiara.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/2158


It's a ring to go only in the sense as defined, because of a very steep and bumpy uphill you would require to get off the bike.
After about 2,5 km. the paved road, very steep, ends, we enter the area of ??reforestation, and after a short straight uphill for Genna begins Argei, about 2 km long. but very technical and steep, with a long stretch of pavement up to the pass.
Now there is the descent into the gorge of Mamutorco, very steep and very spoiled by the fund. Great grooves carved by water through the entire width of the road, also obstructed by large stones that you need to avoid. The downstream side is almost always sheer. They can go straight in the saddle only experienced cyclists, in each case with the utmost caution and never without taking up too much speed. From here you will not be reached by car, even in off-road, and the phone appears to have no field.
At the bottom of the throat begins the ascent (the fund continues to be ruined, but improves after a while) since almost to the church of San Giovanni Eltili, just below the km. 167 of S.S. 125 From Genna Argei this far you have traveled about 10 km. This is the farthest point from the start and, if you're tired / i, you can get a few turns on the 125 itself and return to the asphalt.
Otherwise, the trail continues by proposing a return to the east side of Mamutorco, to a fair height above the bottom of the gorge, passing below the resort Orgosio, which can also be accessed from the 125, a green gate by the Forest. On this side of the bottom is better, but at the descent of the water of the canals did collapse the road and was again isolated, can not be reached by jeep. The elevation changes are frequent and this stretch will keep you busy long and hard.
Relax arrived at Serra Osono, at the strip fire, and with a fast descent, with a magnificent view of the valley and the sea between Baunei and Tortoli, you will arrive at the base of the climb Genna Argei you have already traveled.
back to the football field through an alternative route, the beginning of which, 500 m. after leaving the area of ??reforestation, you can visit a beautiful tomb of the giants in excellent condition, in a street on the right as indicated by the signs.
The course is not overly long, but the difference in height and the bottom hard for long traits make it very technical and will take at least 4 hours. From 1 to 5, level 4 for expert riders.
If by St. John Eltili returns from the 125, Level 3 Same level if, next time you come to San Giovanni Eltili by 125 and then along the east side already described.
A Lotzorai, which is from the sports field of Triei about 8 km, Peter Herold is available for further information (peter@peteranne.it). They can also accompany Amos Cardia (amoscardia@tiscali.it) and Davide Deidda (davideidda@hotmail.com).
Urge those who try this route to write their comments, so that it results in a more clear description.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/2158

Map/Elevation

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page