Tra la val Veny e la val Ferret (monte Bianco)


  • 147.9 km

    Distance

  • 1013 m

    Min height

  • 2599 m

    Max height

  • 1585 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


1° giorno :
Partenza da La Thuile 1400mt ,su asfalto in direzione piccolo San Bernardo,dopo pochi tornanti sulla destra in direzione col Chavannes,dopo una malga diventa sterrata,si entra nel vallone di Chavannes e sempre in salita pedalabile fino al colle omonimo 2562mt.
Dopo aver ammirato il panorama della val Veny inizia discesa su sentiero verso rif Elisabetta (si vede l’evidente traccia sui ghiaioni sottostanti verso il fondovalle),fare attenzione in caso di neve.
Giunti nella piana, si raggiunge con uno strappo ripido, il rifugio sotto il ghiacciaio De la Blanche 2200 mt.
Dopo una foto sotto il ghiacciaio si scende verso il fondovalle, su sterrata (fino al lago Miage 2000mt).Dopo una visita al laghetto ai piedi del ghiacciaio, per chi non è stanco sulla destra parte un evidente sentiero in salita in direzione Arp Vieille 2350 mt (tratti a spinta)poi in quota con panorami incredibili sul gruppo del Bianco e discesa sotto gli impianti di risalita Pian Checrouit e poi giù verso il fondovalle. N.B dal lago Miage è possibile scendere direttamente su asfaltata fino a Courmayeur 1200mt, quota minima della 2 giorni.Consiglio di dormire al rif Elisabetta o nelle strutture lungo la discesa dagli impianti in poi.

2°giorno:
Da Courmayeur in direzione Val Ferret su asfalto in salita,dopo diversi km si giunge in località Arnuva 1730mt, ad un ponticello a destra in piano verso lo chalet Arnuva,quindi a sx dello chalet in decisa salita su sentiero stretto con ottimo fondo ma molto ripido(tratti a spinta) fino alla malga 2000 mt.Ora inizia a destra in direzione rif Bonatti un single track fantastico in quota (tra i 1950mt e i 2050mt di altitudine,segnavia TMB) quasi tutto ciclabile che percorre la balconata della Val Ferret con incredibili panorami dal Grand Jorasses al Monte Bianco.Giunti al rif Bonatti scendere leggermente di quota ,poi al bivio a sx(segnavia TMB),si passa malga Secheron,poi strappo in salita e in leggera discesa verso malga Armina,ora non salire a sx in direz TMB, ma passare accanto alla malga e su un ponticello entrare nel bosco sempre in quota verso Leuchè superiore e il rif Bertone.Si incrocia il sentiero che dal fondovalle sale al rif Bertone e si gira a sx in leggera salita fino al cippo sopra il paese di Courmayeur.Ora in discesa corta ma ripida fino al rif Bertone 1950mt.Dopo una meritata sosta sotto il rifugio parte un sentiero in discesa ripido e molto tecnico(se non ci sono escursionisti ci si diverte)fino ad incrociare la strada sterrata che sale da Courmayeur,si gira a dx e velocemente si raggiunge il centro del paese.Ora sulla statale verso Pre Saint Didier.Ora ci attendono 9 km di salita su asfalto pedalabile fino a La Thuile dove abbiamo parcheggiato l’auto.
Per evitare questa salita in bici si può comodamente salire in autobus di linea o chiedere un passaggio ai numerosi veicoli in transito come ho fatto io.

Considerazioni finali:
su diversi siti internet di biker locali e non, si possono trovare diverse descrizioni e immagini dell’itinerario da me affrontato.
Nella mia ventennale "carriera" di cicloescursionista (complice due assolate giornate, fantastici colori della fioritura estiva(siamo al 30 giugno),incredibili panorami su ghiacciai e vette oltre i 4000mt, pochissima gente incontrata sui sentieri e stupendo pernottamento al ristorante La Grolla)questa 2 giorni è forse la più bella e completa cicloescursione fatta fino ad ora.
Giro affrontabile anche con una front

NOTA BENE
LATRACCIA GPS MESSA GENTILMENTE A DISPOSIZIONE DAL FORUMENDOLO MANOORA E' LA VERSIONE ACCORCIATA CHE RISALE DIRETTAMENTE AL BONATTI E NON PASSA DALLA MALGA ARNOUVA,COME ABBIAMO FATTO NOI.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/1027


Day 1: Departure from La Thuile
1400mt, on asphalt towards small San Bernardo, after a few bends in the right direction with Chavannes, after a hut becomes a dirt road, you enter into the valley of Chavannes and pedaled uphill until homonymous hill 2562mt.
After admiring the view of Veny valley before descending on a path toward ref Elizabeth (you can see the obvious track on the scree to the valley floor below), be careful in case of snow.
joints in the flat , is reached by a tear steep, the refuge under the glacier De la Blanche 2200m.
After a photo under the glacier descends towards the valley, on a dirt road (to the lake Miage 2000m) .After a visit to the pond at the foot of the glacier, for those not tired on the right side an obvious path uphill towards Arp Vieille 2350 mt (taken to be pushed) then share with incredible views of the Bianco and fall under the lifts Pian Checrouit and then down towards the valley floor. NB Miage you can go down to the lake directly on the asphalt up to 1200mt Courmayeur, minimum of 2 giorni.Consiglio to sleep at Elizabeth ref or structures along the descent from the ski on.
Day 2:
From Courmayeur in Val Ferret direction on asphalt uphill, after several km you arrive in resort Arnuva 1730mt, a bridge right up to the chalet Arnuva, then left the chalet in the steep climb up the narrow path with great bottom but very steep (taken to be pushed) to the dairy in 2000 mt.Ora starts right towards ref Bonatti a fantastic single track at high altitude (between 1950mt and 2050mt of altitude, trail TMB) almost the entire path that runs along the balcony of the Val Ferret with incredible views from the Grand Jorasses in the Mont Bianco.Giunti the ref Bonatti fall slightly above sea level, then at the junction turn left (signpost TMB), it goes Alm Secheron, then climb uphill and downhill towards the alp Armina, now do not go up on the left in Direction TMB, but go next door to the hut and on a bridge into the woods always in proportion to Leuchè top and the ref Bertone.Si crosses the path that rises from the valley floor to the refuge Bertone and turn left uphill to the memorial above the country Courmayeur.Ora in short but steep descent to the refuge Bertone 1950mt.Dopo a well-deserved break below the refuge is a path down the steep and very technical (if there are hikers have fun) until you cross the unpaved road from Courmayeur, turn right and quickly reaches the center of the main road towards paese.Ora Pre Saint Didier.Ora ahead 9 km uphill on asphalt pedaled up to La Thuile where we parked the car.
To avoid this climb by bike you can comfortably get in the bus or hitch a ride to the numerous vehicles in transit as I did.
Final Thoughts:
on different websites of local biker or not, you can find different descriptions and pictures of the itinerary that I faced.
In my twenty-year "career" of bike riders (thanks to two sunny days, cool colors of summer bloom (we are at 30 June), incredible views of glaciers and peaks over 4000MT , encountered very few people on the trails and wonderful overnight stay at La Grolla) 2 days this is perhaps the most beautiful and complete cicloescursione done until now.
Giro also be faced with a front
NOTE
LATRACCIA GPS START AVAILABLE TO THE KINDLY FORUMENDOLO Manoora 'THE CUT VERSION THAT GOES BACK DIRECTLY TO BONATTI AND DO NOT PASS BY MALGA Arnouva, AS WE DID WE.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/1027

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad