Corno Grande (2912m)


  • 14.4 km

    Distance

  • 879 m

    Min height

  • 2898 m

    Max height

  • 2018 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description



“Mirand’all’intorno, pareva che io fussi in aria” raccontava nel XVI secolo Francesco De Marchi che alla veneranda età di sessantanove anni, compì la prima scalata alla cima del Corno Grande. Il Corno Grande (2912m) è la cima più alta del massiccio montuoso del Gran Sasso e degli Appennini. Di conformazione geomorfologica simile a quelle dei gruppi dolomitici, sia pur formato in buona parte di rocce calcaree. È composto da quattro vette tra le quali l’occidentale ossia la più elevata. E’ proprio su quest’ultima che abbiamo azzardato l’ascesa onde poter compiere una della discese più entusiasmanti e remunerative che si possano compiere nell’intera catena del Gran Sasso. L’escursione in argomento è assolutamente sconsigliata a bikers inesperti in quanto presuppone dimestichezza in ambienti montani, passo sicuro e senso dell’orientamento. Si raccomanda di percorrere l’itinerario con condizioni meteo perfette evitando i weekend data la massiccia affluenza di persone. Partenza dal piazzale dell’osservatorio di Campo Imperatore e salita alla Sella di Monte Aquila con brevi tratti pedalabili. Dalla sella si procede su facile sentiero per poi affrontare una prima ripida ascesa in portage all’ombra del Sassone fin sulla sella del Brecciaio. Il secondo e ben più duro tratto in portage, cha passa dalla Conca degli Invalidi, conduce sul tetto degli Appennini dove la vista spazia a 360 gradi su tutte le altre cime del Gran Sasso,su gran parte dell’italia Centrale, il mar Adriatico e gli altri grandi massicci e gruppi appenninici quali Sibillini,Laga,Majella,Velino e Sirente. Sempre dalla via normale si scende al bivio per il Passo del Cannone. Attenzione a non imboccare più valle l’ormai dismessa via ferrata Brizzi. Si gira a dx e l’ennesimo tratto bici in spalla ci porta nel passaggio più complicato in considerazione dell’ingombro della bici, dell’assenza di punti ove potersi assicurare e di un piccolo tratto di via ferrata. Inoltre spesso, anche in piena estate, insidiose lingue di neve persistono nel punto più pericoloso dell’itinerario, un delicato passaggio che, in assenza di sistemi di ritenuta espone l’escursionista ad un colossale salto nel vuoto. Una volta superato il Passo del Cannone ha inizio la grandiosa discesa verso la sella dei Due Corni, fatta di passaggi su ghiaione e deliziosi tornanti. Si procede in single track approdando al rifugio Franchetti per sprofondare nella spettacolare Valle delle Cornacchie. Giunti alla Madonnina, un ripido e sconnesso sentiero, evidenziato solo da obsoleti segnali su roccia, devia verso destra scivolando al rifugio San Nicola. Lasciandosi il rifugio sulla sx continuiamo a scendere per deviare sempre a sinistra verso la boscaglia non prima di essersi voltati ad ammirare l’imponenza del “paretone” . Appena entrati nel bosco il sentiero torna evidente e piacevolmente tecnico, serpeggia fino alla chiesetta di San Nicola per innestarsi infine su un’ampia carrareccia che entrando a Casale San Nicola conclude l’itinerario.


CINGHIALE 17/07/2013 Campo Imperatore (AQ)


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10266


photos "Mirand'all'intorno, it seemed that I fussi in the air" told in the sixteenth century Francesco De Marchi who at the age of sixty-nine, made the first ascent to the summit of Corno Grande. The Corno Grande (2912m) is the highest peak of the massif of the Gran Sasso and the Apennines. Of geomorphological conformation similar to those of the Dolomite groups, although formed largely of limestone. It is composed of four peaks between which the western ie the highest. It 's on the latter that we have dared to rise in order to fulfill one of the most exciting and rewarding descents that we can make the whole chain of Gran Sasso. The tour in question is absolutely not recommended for inexperienced bikers as it assumes familiarity in mountain environments, and sure-footed sense of direction. It is recommended to follow the route with perfect weather conditions while avoiding the weekend due to the massive influx of people. From the square of Campo Imperatore Observatory and climb the Sella di Monte Aquila with short ridable. From the saddle goes on easy path first and then tackle a steep rise in the shadow of the Saxon portage from the saddle of Brecciaio. The second and far more tough stretch in portage, cha moves from Conca Invalides, leads to the roof of the Apennines where the view spans 360 degrees on all the other peaks of the Gran Sasso, a large part of central Italy, the Adriatic Sea and other large and massive groups which Sibillini Apennines, Laga, Majella, Velino and Sirente. Also from the normal route you go down at the fork to the Passo del Cannone. Be careful not to take over the now disused valley via ferrata Brizzi. Turn right and yet another stroke bike on his shoulder brings in the most complicated step in consideration footprint of the bike, the absence of the points where they could secure, and a small section of via ferrata. Also often, even in summer, insidious tongues of snow persist in the most dangerous part of the route, a delicate transition that, in the absence of restraint systems exposes the hiker to a colossal leap of faith. After crossing the Passo del Cannone began the great descent to the saddle of the Two Horns, made up of steps on scree and delicious curves. We proceed in single track arriving at the Franchetti refuge to wallow in the spectacular Valley of the Crows. Once at the Madonnina, a steep and rough trail, highlighted only by obsolete signals on the rock, turns right at the shelter slipping St. Nicholas. Leaving the hut on the left keep on going down to ever deviate left into the bush not before he turned to admire the grandeur of the "ledges". Upon entering the forest the trail back clear and pleasantly technical, meanders to the church of San Nicola to engage on a wide track that finally entering Casale San Nicola concludes the route.
BOAR 17 / 07/2013 Campo Imperatore (AQ)


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10266

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad