S. Amate


  • 27.8 km

    Distance

  • 203 m

    Min height

  • 1648 m

    Max height

  • 1445 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Dalla chiesa inizia subito la salita ai monti. Seguendo inizialmente le indicazioni per la località la Torre, e di seguito per Roncate si comincia a salire abbastanza agevolmente, passando poi nelle vicinanze degli abitati di Soriano e Lucena. Giunti alla deviazione e alle indicazioni per Treccione, deviare a destra e continuare la salita seguendo le indicazioni per i Monti di Gallio. Senza mai prendere altre deviazioni si procede in salita fino ad arrivare alle baite di Zanatta e ad un ampio spiazzo prativo. Tutta questa prima parte di salita, inizialmente abbastanza pedalabile, di seguito diventa abbastanza impegnativa e con alcuni tornanti con inclinazioni sostenute. Dall’Alpe di Zanatta, con logica, si procede ora sempre su asfalto verso le ultime baite alte e in breve si arriva alla fine del tratto asfaltato e all’inizio del tratto sterrato. Tutta questa seconda parte della salita, si svolge lungo una larga e ampia carrareccia, con fondo abbastanza compatto e tutto ciclabile, sempre, se si ha una più che buona preparazione fisica e ci si è conservati ancora buona parte delle proprie energie lungo il tratto asfaltato. (possibilità lungo questo tratto sterrato, di una sosta all’Alpe Rescascia).
Alla fatica, che lungo questo tratto sterrato si farà certamente sentire, si è però ripagati, da un panorama sottostante sul lago di straordinario fascino e incomparabile bellezza, non resta a questo punto, una volta giunti sulla dorsale del Bregagno, osservare uno splendido panorama e godersi una conquistata e gradita pausa.

Discesa.

La prima proposta è quella di rientrare a valle lungo lo stesso tracciato di salita.
La seconda proposta, più impegnativa, che richiede una buona predisposizione ad una discesa non banale, è quella di abbandonare, una volta giunti sulla dorsale del Bregagno, la strada sterrata ed imboccare sulla sinistra un piccolo ben marcato sentiero che scende in direzione Sud alla Chiesetta di S. Amate. Giunti davanti alla chiesetta, si prende il sentiero che scende alla sinistra e con un traverso ci si porta sul versante dei Monti di Breglia e di seguito a Breglia. (Fare molta attenzione lungo questo traverso, soprattutto nel tratto iniziale, fino ai monti di Breglia, meglio se lo si attraversa bici a mano), poi buone possibilità di scendere per diversi tratti in bici, e una volta giunti sulla strada che sale da Breglia, scendere al paese è tutto semplice e facile. Da Breglia, ora si seguono le indicazioni per Carcente (Sentiero n. 3 – direzione Nord), e attraversando la Val di Greno si arriva al paese di Carcente lungo una mulattiera in parte ben ancora conservata nel tempo e senza difficoltà di particolare rilievo. Da Carcente, si prosegue sempre in direzione Nord verso Treccione, ma attenzione! non lungo la strada principale, ma anche in questo caso, per un divertente e facile sentiero che corre quasi parallelo sopra la strada asfaltata. Da Treccione, seguendo le segnalazioni poste su delle piantane bianche, si può arrivare al lago senza scendere lungo la strada asfaltata, passando tra le viuzze delle abitazioni delle frazioni, sempre se ne si ha voglia e il piacere di affrontare di tanto in tanto dei tratti scalinati. Si arriva così a Rezzonico, e lungo la vecchia strada a lago, senza passare sotto la galleria si rientra in breve tempo a S. Maria e al punto di partenza di questo, particolare e non certo semplice e banale itinerario.

Note aggiuntive.

A mio avviso, sono richieste una più che buona preparazione fisica e una adeguata preparazione ad un impegno fisico costante e prolungato, una buona tecnica di discesa e tanta ma tanta voglia di affrontare un itinerario fuori dagli schemi comuni e tradizionali.
Doc. Topografica Cartina Kompass. N. 91
Cartine Comunità Montana Alto Lago sc. 1:35.000


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/1513


From the church starts to climb the mountains. Initially following the signs for the town la Torre, and below to Roncate begins to climb quite easily, then passing near the towns of Soriano and Lucena. Once the deviation and the indications for Treccione, turn right and continue uphill following the signs to the Mountains of Gallio. Never take other deviations proceed uphill until you get to the huts Zanatta and a large grassy clearing. This whole first part of the climb, initially pedaled enough, here it becomes quite challenging and with a few bends with inclinations incurred. From Alpe Zanatta, with logic, we proceed now always on asphalt towards the last refuges high and you will soon reach the end of the paved section and the beginning of the dirt road. All this second part of the climb takes place along a wide, wide cartway, bottom quite compact and all path, always, if you have a more than good physical preparation is preserved and there is still a large part of its energy along the asphalt road . (Possibility along this dirt road, a stop at Alpe Rescascia).
At fatigue, which along this stretch of dirt road you will certainly feel, it is, however, rewarded by a panorama below the lake of extraordinary charm and incomparable beauty, does not remain at this point, once you reach the ridge of Bregagno, watching a beautiful landscape and enjoy a welcome break and conquered.
Descent.
The first proposal is to return to the valley along the same path of ascent.
The second proposal, more challenging, requiring a good predisposition to a non-trivial descent, is to abandon, once they arrive on the ridge of Bregagno, the dirt road and turn left onto a small well- marked trail that goes down in a southerly direction to the church of S. Love. In front of the church, take the path down to the left and you will come across a side of the Mountains of Breglia and after Breglia. (Be very careful along this beam, especially in the initial part, to the mountains of Breglia, better if you cross bike by hand), then a good chance to get off for different sections in the bike, and when on the road that goes from Breglia , down to the country's all simple and easy. From Breglia, now follow the signs for Carcente (Trail no. 3 - North direction), and through the Val di Greno you reach the village of Carcente along a trail in part still well preserved in the time and trouble of particular importance. From Carcente, keep going north towards Treccione, but beware! not along the main road, but even in this case, for a fun and easy trail that runs almost parallel above the road. From Treccione, following the signs placed on the white floor lamps, you can get to the lake without going along the road, passing through the narrow streets of the houses of the villages, they will always want and pleasure to deal with from time to time of the traits Stepped. This leads to Rezzonico, and along the old road to the lake, without going under the tunnel you fall in a short time at St. Mary and to the starting point of this particular and certainly not simple and obvious route.

Additional Notes.
In my view, required a more than good physical preparation and adequate preparation to a constant and prolonged physical effort, a good downhill technique and so is eager to tackle a route out of the common patterns and traditional.
Doc. Topographic Map Kompass. # 91
Papers Mountain Community High Lake sc. 1:35.000


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/1513

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad