Cima di Lobbia


  • 37.8 km

    Distance

  • 280 m

    Min height

  • 1644 m

    Max height

  • 1363 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Giro intenso, molto duro ma con una bellissima discesa molto appagante.

Ciclabilità 85-90% ma molto dipende da forza e abilità del biker. Ci sono alcuni tratti di salita con pendenze veramente dure. Nel totale da fare a piedi ci sono sicuramente non meno di 40minuti.

Si parte da Crespadoro (360mt slm) oppure dalla vicina Molino e si percorre qualche kilometro in leggera discesa verso località Lago Azzurro. Questo tratto serve per scaldare le gambe prima di affrontare la difficile salita per la Val dei Ghiri. Impossibile pedalare i primi metri di questo sentiero, troppo ripido. Successivamente però con buona forza e gamba si riesce a rimanere in sella. Raggiunte un paio di malghe località Ceghi(460mt) il sentiero lascia il posto ad una mulattiera. Due tratti veramente ripidi mettono a dura prova ma una volta raggiunga Contrà Valecco(600mt) un breve tratto asfaltato permetterà di riprendere fiato.
Una carreccia conduce poi alle porte di Bolca(820mt), località nota per i fossili, quindi un altro breve tratto di asfalto prima di una bellissima serie di sentieri e mulattiere che conducono in Contrà Gaiga(920mt). Di quì fino a Campofontana qualche altro kilometro di asfalto darà modo di raccogliere le forze per affrontare una altro tratto duro della salita.
Dal piazzale di Campofontanta(1220mt) si pedala su tratturo contrassegnato dal n.205 con ottimo fondo con splendida visuale sulla Lessinia, accompagnati dai fischi di allerta delle marmotte. Un luogo veramente affollato da questi animali, oltre che dalle mucche che pare si divertano a "concimare" il sentiero...
Si lascia Malga Porto di Sotto ed un tratto dalle pendenze impegnative porta prima al Monte Formica e poi a Malga Porto di Sopra(1540mt).
Dalla malga inizia un lungo tratto abbastanza lungo dove si sarà costretti a portare la bici. Manca circa un km alla Cima di Lobbia(1672mt), che sarà il nostro punto più alto. Sono circa 20-25 minuti per poco più di 100mt di dislivello.
Inizia ora un tratto dove i tratti a piedi si alternano a quelli in sella. Molto dipende dall'abilità del biker. Sono circa altri 20 minuti divertenti che conducono al Passo Laghetto(1520mt).
Inizia FINALMENTE la tanto agognata e meritatissima discesa.
Si lascia il 205 e si segue in sentiero n.204 con una bella discesa. Unica difficoltà la presenza degli aghi di pino che nascondono radici e la presenza di eventuali sassi. Con un pò di attenzione il divertimento è assicurato. L'ambiente è fantastico.
Giunti ad un bivio nei pressi dei ruderi di Malga Laghetto di Sotto(1300mt) si continua seguire il 204 ma il sentiero si fa stretto e bisogna porre ancora più attenzione.
Al punto "X" con 5-10 minuti a spinta è possibile fare una piccola deviazione al vicino Rifugio Bertagnoli per una rifocillarsi un pò con una buona birra.
Tornati sui nostri passi inizia un tratto veramente appagante. Si segue il sentiero n.208 su fondo buono e veloce con tratti abbastanza tecnici ma tutti fattibili in sella. Il contesto in mezzo al bosco e il vicino torrente è veramente bello. Raggiunta contrà Molino(650mt) un km di asfalto permette di raccogliere le energie prima di affrontare il successivo e ultimo sentiero che condurrà da Contrà Langari(579mt) a valle in località Ferrazza(400mt). Altro sentiero veramente appagante sia dal punto di vista tecnico che per l'ambiete nel quale si lascia correre la bici , grazie anche all'incontro di una spettacolare cascata naturale.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10238


Giro intense, very hard but very rewarding with a beautiful descent.
Cyclability 85-90%, but much depends on the strength and skill of the rider. There are some parts of the climb with gradients really hard. In total you have to walk there are certainly no less than 40 minutes.
It starts from Crespadoro (360mt above sea level) or from nearby Molino and walk a few kilometers down slightly towards Lago Azzurro. This section serves to warm the legs before tackling the difficult climb through the Val Dormice. Unable to ride the first few meters of the path, too steep. Subsequently, however, with good leg strength and you can stay in the saddle. Reached a few huts resort Ceghi (460mt), the path gives way to a trail. Two sections really put a strain on steep but once you reach Contrà Valecco (600m), a short stretch of tarmac allow you to catch your breath. Carreccia On A then leads to the doors of Bolca (820mt), known for the fossils, then another short stretch of asphalt before a beautiful series of paths and trails that lead in Contrà Gaiga (920mt). From here to some other Campofontana kilometer of asphalt will give way to gather the strength to face a more difficult stretch of the climb.
From the square in Campofontanta (1220mt) pedaling on tratturo marked with the 205 with good bottom with stunning visual on the Dolomites, accompanied by the whistling marmot alert. A very busy place these animals, as well as from cows that seems to be having fun "fertilize" the path ...
Leave Malga Porto di Sotto and suddenly the door before challenging slopes at Mount Formica and then Malga Porto di Sopra (1540mt).
From here there began a long stretch long enough where you will be forced to carry the bike. Missing about a mile to the Top of Lobbia (1672mt), which will be our highest point. There are about 20-25 minutes to just over 100 meters in altitude.
Start now a stretch where the walks are interspersed with those in the saddle. Much depends on the skill of the rider. There are about another 20 minutes leading up to the entertaining Pass Pond (1520mt).
Start FINALLY the long-awaited and well-deserved descent.
It leaves the 205 and follow a path 204 with a nice downhill. Only difficulty the presence of pine needles and roots which hide the presence of any stones. With a little care is fun. The setting is fantastic.
When you reach a fork in the road near the ruins of Pond Malga di Sotto (1300mt), continue to follow the 204 but the path is narrow and you have to put even more attention.
Point "X "with a 5-10 minute drive you can make a small detour to the nearby Rifugio Bertagnoli for a refresh a bit with a good beer.
Back on our feet a stretch really rewarding. Follow the trail # 208 on bottom good and fast with enough technical features but all feasible in the saddle. The context in the woods and near the creek is really nice. Reached contrà Molino (650mt) a km of asphalt allows you to collect energy before tackling the next and last path that will lead to Contrà Langari (579mt) downstream locations Ferrazza (400m). Another trail really rewarding both from a technical standpoint and for the Linux environment in which you let the bike run, thanks to the meeting of a spectacular natural waterfall.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10238

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad