Torre Colimena: La vecchia salina e le dune costiere


  • 43.6 km

    Distance

  • -1 m

    Min height

  • 26 m

    Max height

  • 27 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Si parte da Punta Prosciutto. Questa piccola località è posta esattamente sul confine tra la provincia di Taranto e quella di Lecce. Poco prima di raggiungere il piccolo borgo di case di Punta prosciutto, si nota sulla destra un canale con alcune piccole imbarcazioni, questo canale rappresenta la linea di confine tra le due province. Torniamo indietro di circa 20m e sempre sulla destra c’è una strada sterrata (nessuna indicazione) che percorriamo per un centinaio di metri fino a giungere ad uno slargo dove è possibile lasciare l’auto e dove si nota l’inizio del nostro sentiero. In bella vista un grosso tabellone con la cartina dell’itinerario ed alcune note di interesse storico-ambientale. Inizia qui il giro della vecchia salina e delle dune costiere di torre Colimena.
Si segue subito l’unica strada percorribile che costeggia le dune. In alcuni tratti si avanza faticosamente a causa del fondo sabbioso, ma nei punti più ostici, si può optare per i sentierini che entrano nel canneto a destra e che permettono di percorrere tutto il tragitto in sella. Giunti nell’abitato di Torre colimena, si mantiene la sinistra costeggiando il mare. Sarebbe a senso vietato ma si può percorrere la pista ciclabile di nuova costruzione posta sulla sinistra della strada. Giunti ai piedi della torre (torre colimena) si incontra un altro cartello che descrive l’itinerario da seguire verso la vecchia salina. Inizia un tratto (segnavia rosso numero 2) molto divertente su un sentiero ricavato all’interno della scogliera in riva al mare, ed alcuni passaggi suggestivi con delle lunghe staccionate in legno fino a giungere nei pressi della Vecchia salina. Ritroverete qui il mare a destra e la salina a sinistra fino a raggiungere l’asfalto. Da qui si può proseguire a dx seguendo le indicazioni dei cartelloni, girando intorno alla vecchia salina, oppure allungare il giro proseguendo dritto (costeggiando il mare) fino a raggiungere S.Pietro in B. Proseguendo ancora per un paio di chilometri si può raggiungere anche Torre Boracco.
Si ritorna per la stessa strada e giunti in prossimità della vecchia salina, si passa sul suo lato opposto a quello percorso all’andata, imboccando la prima strada sterrata sulla dx (nessuna indicazione) subito dopo aver preso la litoranea in direzione sud. Si raggiunge così la Cappella della Madonna del Carmelo (o quel poco che ne resta) proprio in riva alla vecchia salina e l’ultimo tabellone che segna la fine del nostro itinerario. Si prosegue sulla sterrata per poche centinaia di metri fino a raggiungere nuovamente la litoranea che, attraversando la regione denominata “palude del conte” ci riporta a Punta Prosciutto. In alternativa si può fare a ritroso la strada dell’andata che è tutta sterrata.
Se giunti all’auto avete voglia di fare un’altra pedala di 15 chilometri, dirigetevi verso sud costeggiando il più possibile il mare (è tutta sterrata con brevi tratti anche di sentiero) fino a raggiungere torre castiglione passando per punta grossa1 e 2.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/124


It starts from Punta Prosciutto. This small town is located exactly on the border between the province of Taranto and that of Lecce. Just before you reach the small village of houses Punta ham, you will notice on the right channel with a few small boats, this channel is the boundary line between the two provinces. Let's go back about 20m and always on the right is a dirt road (no indication) that we follow for a few hundred meters until you reach a clearing where you can leave your car and where you can see the beginning of our path. In a beautiful view of a large billboard with a map of the route and some notes of historical and environmental interest. Start here around the old salt and coastal dunes tower Colimena.
Immediately follows the only path that runs along the dunes. In some places it moves with difficulty due to the sandy bottom, but in the most difficult parts, you can opt for the little pathways that enter into the reeds to the right and allow you to walk all the way back in the saddle. When you reach the Torre Colimena, keep left along the sea. It would be a no, but you can take the bike path to the new building on the left side of the road. At the foot of the tower (Torre Colimena) meets another sign that describes the route to be followed towards the Old Salt. Start a stretch (marked red number 2) a lot of fun on a path cut into the cliff by the sea, and some suggestive passages with long wooden fences until you get near the Old Salt. 'll End here and the salt sea on the right to the left until you reach the asphalt. From here you can continue to the right and follow the signs posters, circling the old salt, or lengthen the ride going straight (along the sea) until you reach St. Peter in B. Continuing for a couple of miles you can also reach Torre Boracco.
You return by the same route and arrived near the old salt, you pass on its side opposite to the outward path, and take the first dirt road on the right (no indication) immediately after taking the coastal road in a southerly direction. We get to the Chapel of Our Lady of Mount Carmel (or what little is left of it) right beside the old salt and the last board that marks the end of our journey. Continue on the dirt road for a few hundred meters until you reach the coast road again, crossing the region called "marsh of the Count" takes us back to Punta Prosciutto. Alternatively you can make back the way of going that is all dirt.
If you come to the car you want to do another ride of 15 km, head south along the sea as much as possible (it's all dirt even with short stretches of path) to reach tower castiglione passing through tip grossa1 and 2.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/124

Map/Elevation

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page