Corna Trentapassi e malga Aguina


  • 30.8 km

    Distance

  • 188 m

    Min height

  • 1182 m

    Max height

  • 993 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Giro tipicamente AM,molto impegnativo per le pendenze in salita nella prima parte,poi via via più abbordabile che finisce con la divertente discesa sul sentiero 229 verso Pisogne.La fatica della salita viene ripagata ampiamente per i super panorami sul lago e la val camonica.Seguire fedelmente la traccia gps.

Start a Marone sul lago D'iseo,piccolo parcheggio nei pressi del passaggio a livello,fino a Zone facciamo asfalto per "risparmiare la gamba",volendo si può evitare quasi tutto seguendo l'antica strada Valeriana ben indicata.Lasciata la frazione di Cusato seguire la traccia gps perchè non ci sono indicazioni,inizia un tratto ripidissimo che ci costringe a 15 minuti di bici a spinta(mentre Dario,Vito e Perse non scendono dalla bici).Poi la salita sale con pendenza "umana" anche per me e con diversi tornanti ci porta ad una sella dove si vede il lago per la prima volta.Ora a destra sul crinale c'è un sentiero che evitiamo per la infattibilità in sella,preferiamo dopo 50 metri scendere as x verso il lago(lungo il sent 265) per 70 metri di dislivello e poi bici in spalla risalire ad una selletta.
Ora è consigliabile lasciare la bici qui e salire a piedi sulla cima(25 minuti),io ho preferito portarmela su(35 minuti),questo tratto è veramente spettacolare e dalla cima il panorama è superlativo.
Dopo lo spettacolo e la pausa pranzo è ora di scendere dalla cima,tornando alla selletta di prima,quindi scendere a sx verso forcella Coloreto,qui proseguire in quota su sentiero 205 con diversi su e giù dalla bici in direzione passo croce di Zone(in tot.10 minuti a piedi).Giunti al passo croce di Zone si incrocia la Valeriana che scende a Toline/Pisogne,d'ora in poi non si scenderà più dalla bici fino al centro di Pisogne,quindi saliamo su comoda e mai troppo ripida sterrata fino ma malga Aguina(circa 300 metri di dislivello scarsi),proseguiamo verso ovest oltre la malga fino a dove finisce il prato,ora fare attenzione alla traccia gps e ai segni bianco rossi del CAI,il sentiero in alcuni punti non è ben visibile,ma rimanendo più o meno sul costone si scende su tratti ripidi e sporchi ma divertenti,giunti ad una cascina si gira a destra fino a sbucare su una sterrata che in breve ci porta alle prime abitazioni,tra due case parte la mulattiera prima in quota poi in decisa discesa fino al torrente che guadiamo in sella fino a trovare la strada che in 2 minuti ci porta nel centro di Pisogne,ora a sx fino a Toline dove prendiamo la ciclabile a destra che costeggia il lago fino a Marone dove siamo partiti.

qui le foto di Perse
e qui un bel report di Lisabike


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11669


Giro AM typically very challenging for the inclines in the first part, then gradually more affordable that ends with fun downhill on the path towards 229 Pisogne.La effort of the climb is rewarded amply for the super views of the lake and the valley camonica. faithfully follow the GPS track.
Start Marone on Lake Iseo, a small parking lot near the level crossing, to make asphalt Zone to "save the leg," if you want you can avoid almost all of the following 'ancient road Valeriana well indicata.Lasciata the fraction of Cusato follow the GPS track because there are no indications, a stretch that forces us to steep 15 minutes Pushing (while Dario, Vito Perse and do not fall off the bike) .Then salt gradient ascent with "human" for me and with several hairpin bends leads to a saddle where we see the lake for the first volta.Ora right on the ridge there is a path that we avoid the unfeasibility in the saddle, we prefer after 50 meters down to the lake as x (along the 265 sent) to 70 meters in altitude and then bike back to a shoulder harness.
Now it is advisable to leave the bike here and walk up to the top (25 minutes), I preferred to take her out (35 minutes), this stretch is really spectacular and the view from the top is superb.
After the show and the lunch break is time to get down from the top, returning to the saddle before, so off to the left to fork Coloreto, there continue on the path portion 205 with several on and off the bike in the direction of the cross step Zone (in tot.10 minute walk) to step .Giunti Cross Zone intersects the Valeriana that goes down to Toline / Pisogne , from now on I will not go over the bike to the center of Pisogne, then we go up comfortable and never too steep dirt road up but Aguina Alm (about 300 vertical meters scarce), continue west past the hut to where it ends the lawn, now pay attention to the signs and gps track white red CAI, the trail in some places it is not visible, but remaining more or less on the ridge descend on steep and dirty but fun, come to a farm turns to the right until you reach a dirt road which soon brings us to the first housing, between two houses share in the first part of the trail and then decided to drop down to the creek to wade into the saddle until you find the road that leads us in two minutes in the center Pisogne, now left up to Toline where we take the path right along the lake until Marone where we started.
the pictures of Perse
here and a nice report Lisabike


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11669

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad