The best of the Rive Rosse" (il tour definitivo)"


  • 21.9 km

    Distance

  • 283 m

    Min height

  • 494 m

    Max height

  • 210 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Inizio con il ringraziare doverosamente l'amico Salitomania che mi ha dato preziosi e utili suggerimenti su alcune varianti in single-trail della zona (provate e percorse oggi e riportate nella traccia). Ringrazio inoltre gli amici Pedivella, The Riccio Returns e Steo.Leo che mi hanno fatto scoprire le "Rive".

Per dare un'idea del percorso segnalo il video dell'amico paolo-b, diventato video della settimana il 20/01/2014:

Impegnativo e rischioso il titolo di questa traccia... gli itinerari alle "Rive Rosse" sono infiniti, ognuno con belle peculiarità e piccole "chicche" che non si trovano in altri giri della stessa zona, le "Rive" sono così: rocce e terre rosse, single-trails per tutti i palati, pinete, salti, laghi e bellissimi panorami a 360 gradi. Insomma tutto quello che un biker sogna qui lo trova! Se foste catapultati in questi luoghi da una macchina del tempo, l'impressione sarà quella di trovarsi, per chi ci è stato, nei grandi parchi americani... beh non così grande, ma la varietà naturalistica ci sta tutta e i panorami anche!
Vi invito comunque, per scoprire veramente tutti i luoghi di questo meraviglioso territorio, di percorrere anche le altre tracce mie e dei miei amici sopra citati... c'è talmente tanto da vedere e da provare.

Il giro è quasi simile a "Rive Rosse - Laghi, salti e M41":, se non per 2 varianti suggerite da Salitomania che nello specifico sono: la discesa alla diga di Asei passando per un nuovo trail più lungo e tutto ciclabile, si raggiunge la strerrata per San Nicolao e si risale per qualche centinaio di metri fino a raggiungere l'area pic-nic e il "canyon". Altro lungo trail che inizia a Vergnago e spunta a Curino.

Si inizia come sempre partendo dalla piazza del mercato di Brusnengo, luogo di ritrovo classico per i bikers. Si sale puntando verso la Madonna degli Angeli, giriamoci dietro e iniziamo a scendere. Alla fine della discesa si prende subito stretto a sinistra e si scende fino a passare un ponte di legno con laghetto. Si prende a sinistra in salita, ma poco dopo prendere subito a destra (freccia rossa su una roccia a terra) e si salgono a piedi poche rocce. Ora si entra nel primo bel luogo di oggi: la pineta. Si farà un lento ma molto suggestivo single-trail (il primo dei numerosi di oggi) e all'uscita prendere a sinistra salendo e poi più avanti al bivio verso destra, girando in cresta tutto attorno alla collina in posizione molto panoramica con vista sia delle montagne che delle colline. Si arriva fino a trovare una zona con panchine dove prendere a destra per diregerci nella "zona dei salti" che si farà fino in fondo per poi tornare indietro di nuovo fino alla panchina e continuare diritti fino a Cima Terla dove ci attenderà la splendida vista dall'alto della diga di Asei e non solo... Si torna indietro un poco e si prende l'evidente sentiero che scende a destra e che sempre il single-trail e guadando un rivolo per due volte ci farà uscire su grossa sterrata da prendere a destra raggiungendo una zona pic-nic (prendere il bivio a sinistra). Ora si entra nel "canyon" uscendo poi su strada asfaltata che verrà presa verso destra. Poco più avanti prendere a sinistra per il paese di Vergnago. Entrati nel paesino si prende poi a destra per sterrata che diventa poi un'altro godurioso single-trail che ci farà uscire a fianco della chiesa di Curino. Si prosegue diritti e si raggiunge San Martino per fare un'altro trail nel bosco e uscendo a Livera. Si prende a destra e si inizia a scendere su asfalto fino ad un'aglomerato di casucole passandoci in mezzo e prendendo un'altro trail in salita. Appena spiana si prende a destra spingendo la bici pochi metri in salita e raggiungendo una radura nella pineta da dove parte il fantastico M41. Prendere a sinistra in discesa facendo attenzione alla prima parte molto tecnica e pericolosa per le rocce taglienti. Finita la parte impegnativa inizia per l'ennesima volta un trail divertente che alla fine ci porta alla Diga delle Piane. Raggiungiamo il cancello in ferro davanti a noi e che sbarra l'ingresso alla diga, prendendo subito a sinistra su un'altro trail che ci farà uscire in una zona che ricorda un'accampamento indiano (zona di cava). Passato il cancello siamo su asfalto. Prendiamolo a destra e continuiamo a seguirlo fino a raggiungere nuovamente Brusnengo e il parcheggio.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11525


I begin by thanking dutifully Salitomania friend who gave me valuable and useful tips on some variants in single-trail in the area (try and ran today and reported in the track). I also thank friends Crank, The Hedgehog Returns and Steo.Leo who made me discover the "Rive".
To give an idea of ??the path to point out the video of his paolo-b, become video of the week the 20.01.2014:
Difficult and risky the title of this track ... the routes to the "Rive Rosse" are endless, each with beautiful features and little "gems" that are not found in other circles the same area, the "Rive" are as follows: rocks and red earth, single-trails to suit all tastes, pine forests, jumps, lakes and beautiful views at 360 degrees. In short, everything a biker dreams here it is! If you were catapulted into these places from a time machine, the impression will be that being for whom there was, in the great American parks ... well not so great, but the variety nature is all there and the views too! < br> I invite you, however, to really discover all the sights of this wonderful territory to cover also other tracks me and my friends mentioned above ... there is so much to see and try.
The ride is almost similar to "Rive Rosse - Lakes, jumps and M41" :, if not for 2 variants suggested by Salitomania which specifically are: the descent to the dam of Asei through a new trail longer and the whole cycle is reached strerrata for the San Nicolao and go up to a few hundred meters until you reach the picnic area and the "canyon". Other long trail that starts at Vergnago and check to Curino.
You start as always starting from the market square of Brusnengo, classic venue for bikers. Climb pointing to the Madonna degli Angeli, giriamoci behind and begin to go down. At the end of the descent you'll quickly close to the left and go down until you pass a wooden bridge with a pond. Turn left uphill, but shortly after take an immediate right (red arrow on a rock on the ground) and go up walking a few rocks. Now you enter the first nice place today: the pine forest. You will make a slow but very charming single-trail (the first of many of today) and take the exit on the left going up and then later at the fork to the right, turning on the ridge all around the hill in a panoramic position with views of both the mountains hills. You get up to find an area with benches where you turn right for diregerci in the "area of ??the jumps" that will be all the way down and then back again to the bench and continue straight until Cima Terla where we wait for the beautiful view from 'high dam Asei and more ... You go back a little and take the obvious path down to the right and that always the single-trail and fording a stream twice will take us out of big dirt to be taken right to join a picnic area (take the left fork). Now we enter the "canyon" then exit on a paved road that will be taken to the right. A little further on, turn left to the village of Vergnago. Entered the village then take a right onto the dirt which then becomes another godurioso single-trail that will take us out to the side of the church Curino. Follow straight ahead and you will reach San Martino to do another trail in the woods and out to Livera. Go to the right and begins to descend on asphalt until un'aglomerato of casucole hovering in the middle and taking another trail uphill. Just paves turn right pushing the bike a few meters uphill and reaching a clearing in the pine forest from where the fantastic M41. Take a left onto down paying attention to the first part is very technical and dangerous for the sharp rocks. After the challenging part begins once again a fun trail that eventually leads to the Dam Piane. We reach the iron gate in front of us and that blocks the entrance to the dam, taking an immediate left onto another trail that will take us out in an area that reminds un'accampamento Indian (area of ??the quarry). Past the gate we are on asphalt. Let's take it to the right and continue to follow it until you reach again Brusnengo and free parking.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11525

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad