383 Da Valmareno al Praderadego e nuova discesa dal Col de Varnada


  • 33.7 km

    Distance

  • 202 m

    Min height

  • 1274 m

    Max height

  • 1072 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


SCHEDA TECNICA
Verso Antiorario - Lunghezza = 33 Km - Dislivello Sal/Disc = +1200 m
Quote min/Max = 215 / 1280 - Tempo Standard ore 3:30 min
Velocità media = 9,4 Km/ora - Ciclabilità su tempo 95% (a piedi 10 min)
Difficoltà Tecnica = 5/7 Medio/Difficile - GD= 54 Medio/Difficile

Premessa: pensavamo di aver già valicato la catena delle Prealpi Bellunesi/Trevigiane in tutti i modi, ciclisticamente possibili; invece NO …., ecco un altro bel passaggio, parte su sentiero parte su nuova carrareccia che scende, sul versante sud, dal Col de Varnada.

DESCRIZIONE:
Da Valmareno si torna sulla SP ma senza attraversarla; su ciclabile ci si addentra verso Cison.

NOTA: nel wp A1 si può accorciare svoltando a sx e prendendo subito a salire verso Castel Brando (seguire indicazioni); nel wp D1 si ritrova il percorso originale.
La traccia porta invece a percorrere un tratto della ciclabile della Valsana (valle del Soligo), rientrando poi per Campo Molino lungo un nuovo sentiero ciclo-pedonale (tabellato Cison – Tovena). In D1 inizia la salita al Castello; poi si prosegue in mite pendenza sulla stradina che poi si fa più stretta e con brevi tratti rocciosi poco ciclabili. Da F (casa sulla sx), circa 1 Km di strada buona poi ancora sentiero con brevi tratti a spinta. In F1, con una breve discesa ed ancor più breve risalita si raggiungono case Tedon e poco dopo la strada principale per il Praderadego (q. 530). Si sale verso il passo, non più temibile come un tempo, causa l’asfaltatura (ambito ormai agli stradisti BdC) ma sempre suggestivo; in particolare dopo lo scollinamento di q. 830 dove la sede è stata ricavata scavando una parete verticale (sosta panoramica obbligata). Poco dopo si incrocia la sede dell'antica via Romana "Claudia Augusta Altinate)
A q. 910 si raggiunge il passo e poco dopo, sulla dx si trova l’accogliente trattoria Ai Faggi, quasi sempre aperta. Di fronte si stacca la strada per malga Canìdi. Inizia dolce, buon sterrato, ma dopo i 950 m di quota la pendenza si fa impressionante: restiamo in sella grazie all’asfaltatura.
A malga Canidi (q. 1240) le fatiche sono quasi finite per cui, in stagione, si può approfittare del servizio agrituristico. Dopo la sosta si risalgono i pendii nord del Col de Varnada (q.1320) per scollinare in J (q.1285). Il successivo tratto è molto panoramico su tutta la Val Belluna, fino alle più famose cime dolomitiche. Una piacevole discesa su forestale permette di arrivare rapidamente nel wp K (q. 1215) dove si cambia versante ed inizia l’inedita discesa su sentiero.
I primi 500 m sono ciclabili (con attenzione) poi, dal tornante K1, solo i più abili potranno restare in sella; al peggio si tratta ora di condurre la bici in discesa per altri 500 m. poi si arriva su una strada carrabile (che finisce poco più in alto). Ora però abbiamo solo discesa ed il divertimento è assicurato ! A quota 680 ci sui immette su una strada più nota (Valmareno-Pianezze) ottimo il fondo, giù veloci fino a q. 540; qui secca svolta a sx, sbarra ed inizia il Troi D’Adamo; un breve tratto a piedi permette di scollinare in N2 (580) poi la salita è veramente finita. In P si confluisce su una carrareccia più importante, dal fondo ottimo… ma l’abbiamo già pubblicata,per cui vediamo di evitarla tagliandone a sx i tornanti su un sentierino ben segnalato. In Q attraversiamo la strada allontanandocene definitivamente.
Ancora sentierini, tratti erbosi ed infine un bel tratturo ciclabile ci consente di scendere a valle ed incontrare la strada del Praderadego in R (q. 280); da R1 l’ultimo fuori strada e ci troviamo
già in periferia di Valmareno.




http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11523


TECHNICAL
Towards CCW - Length = 33 km - Altitude difference Sal / Disc = +1200 m
Quote Min / Max = 215/1280 - Standard Time 3:30 min
Average speed = 9.4 Km / time - saddle on time 95% (10 min walk)
Technical Difficulty = 5-7 Medium / Hard - GD = 54 Medium / Hard
Abstract: thought we had already crossed the chain of Prealpi Belluno / Trevigiane in all ways, ciclisticamente possible; NO ... instead., here's another nice pass, part of the path part of the new track that falls on the south side, from the Col de Varnada.
DESCRIPTION: From
Valmareno returns on the SP but not through ; on path we enter to Cison.
NOTE: wp A1 can be shortened by turning left and immediately taking to climb towards Castel Brando (follow signs); wp D1 is found in the original location.
The track leads instead to walk a stretch of the path of the Valsana (valley of Soligo), then returning to Campo Molino along a new pedestrian and cycle path (tabellato Cison - Tovena). In D1 starts the climb to the castle; then by gentle slope on the road that then becomes narrow and short with little rocky trails. Since F (house on the left), about 1 km of road good path then again with short push. In F1, with a short descent and even more short climb reach homes Tedon and shortly after the main road to the Praderadego (q. 530). It rises to the pace, no longer feared as a time, due to the asphalting (scope now to BdC road racer) but always charming; particularly after the brow of q. 830 where the seat was obtained by digging a vertical wall (panoramic stop required). Shortly after you cross the seat of the ancient Roman road "Claudia Augusta Altinate)
A q. 910 reaches up and shortly after, on your right you will find the cozy trattoria For Beech, almost always open. Opposite off the road to Malga canids. Starts sweet, good dirt, but after 950 m of altitude, the slope becomes impressive: let's stay in the saddle thanks asphalting.
In Malga Canidae (q. 1240) labors are almost finished for which, in season, you can take advantage of the service farmhouse. After the break we go back to the northern slopes of the Col de Varnada (q.1320) in order to go downhill J (q.1285). The next stretch is very scenic on the entire Valbelluna to the most famous peaks of the Dolomites. A pleasant descent on forest allows you to quickly get in the wp K (q. 1215) where the slope changes and starts the unusual descent path.
The first 500 m are paths (with attention ) then, from the hairpin K1, only the most skilled will be able to stay in the saddle, the worse it is time to bring the bike downhill for 500 m. then you get out of a driveway (which ends a little higher). But now we just drop down and the fun is guaranteed! At an altitude of 680 leads us on a road most famous (Valmareno-Pianezze) excellent bottom, down fast to q. 540; Here sharp turn to the left, the bar and begins Troi D'Adamo; a short walk allows scollinare in N2 (580) then the climb is really over. In P converges on a track leading from the bottom great ... but we have already published, so let's avoid it by cutting off the bends to the left on a path well marked. In Q cross the road allontanandocene definitively.
Still little pathways, grassy stretches and finally a nice sheep-track path allows us to go down and meet the road Praderadego in R (q. 280); R1 from the last out of the way and we are already in the suburbs of
Valmareno.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11523

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad