Tmb - Montello - Itinerario storico


  • 42.3 km

    Distance

  • 74 m

    Min height

  • 370 m

    Max height

  • 296 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Ulteriori informazioni a.

L’intricata boscaglia del Montello cela numerosi e inaspettati segni del passato: la Prima Guerra Mondiale, in particolare, ha lasciato sulla collina indelebili testimonianze che oggi possono essere visitate anche su due ruote attraverso un itinerario facile e scorrevole che si snoda principalmente su mulattiere e strade secondarie.

L’abbazia benedettina di Sant’Eustachio è la prima di queste testimonianze: appena fuori Nervesa e raggiungibile con un’erta sterrata, nel corso della Grande Guerra fu quasi raso al suolo dai bombardamenti. Ridotta a un cumulo di macerie, è oggi uno dei luoghi più suggestivi dell’intero Montello.

L’itinerario prosegue toccando il Monumento Baracca, costruito laddove venne abbattuto il celebre aviatore dal cavallino rampante, continuando poi con un breve sentiero nel bosco verso Giavera dove si incontrano Villa Wassermann e il cimitero dei caduti Britannici.

Percorrendo il dedalo di mulattiere si sale con gradualità alla località “La Militare”, scendendo poi velocemente su Volpago. Un rapido trasferimento lungo il canale Brentella conduce all’imbocco della presa 14, una delle ascese più impegnative della collina, con la quale si perviene al santuario di Santa Maria della Vittoria.

Si prosegue ora verso la Colonna Romana e il vicino Osservatorio del Re: situato in posizione dominante sul Quartier del Piave, fu proprio da questo bunker che il Re Vittorio Emanuele III assistette all’offensiva finale che portò alla conclusione della guerra.

Raggiunta in discesa la strada “Panoramica” si piega a est lungo una serie di saliscendi affacciati sul Piave e sulle Prealpi Trevigiane, tra vie secondarie e alcuni tratti sterrati che conducono ai monumenti di Santa Croce del Montello; si scende quindi nella golena del Piave incontrando i resti di alcune trincee nella zona del Tavaran.

Facili sentieri e ampie sterrate riportano infine a Nervesa attraverso un’area soggetta a piene ed allagamenti che potrebbe risultare impraticabile: in tal caso il rientro al punto di partenza può avvenire dalla frazione di Santa Croce seguendo la strada Panoramica in direzione est.

Punto di partenza: Nervesa della Battaglia, piazza San Nicolò.

Copyright © Stefano De Marchi
Tutti gli itinerari contrassegnati TMB sono disponibili al sito.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11442


More information.
The tangled thicket of Montello and holds many unexpected signs of the past: the First World War, in particular, has left indelible testimonies on the hill that can be visited even today on two wheels through a route easy and smooth that runs mainly on bridleways and byways.
The Benedictine Abbey of Saint Eustace is the first of these accounts: just outside Nervesa and reached by a steep dirt road, during the Great War was almost razed to the ground by bombing. Reduced to a pile of rubble, is today one of the most beautiful places of the entire Montello.
The route continues touching the Monument Shed, built where the famous aviator was shot down by the prancing horse, then continuing with a short path in the woods where they meet to Giavera Villa Wassermann and the cemetery of the fallen British.
Walking through the maze of mule paths up gradually to the place called "The Force", then quickly dropping out of Volpago. A quick transfer along the channel leading to the entrance of Brentella outlet 14, one of the most challenging ascents of the hill, by which we arrive at the shrine of Santa Maria della Vittoria.
You now continue towards the Roman Column and near the Observatory Re: situated in a dominant position on the Quartier del Piave, was just from this bunker that King Vittorio Emanuele III witnessed the offensive end that led to the end of the war.
Reached down the road " Overview ", turn east along a series of hills overlooking the Piave and Treviso Alps, between secondary roads and some dirt roads that lead to the monuments of Santa Croce del Montello; then you go down in the floodplain of the Piave encountering the remains of some trenches in the area of ??Tavaran.
Easy dirt trails and extensive report finally Nervesa through an area prone to floods and flooding that may not be possible, in which case return to the starting point may be from the village of Santa Croce along the Panoramic road in an easterly direction.
Starting point: Battle Ground, Piazza San Nicolò.
Copyright © Stefano De Marchi
All routes marked TMB are available at the site.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11442

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad