Sentiero dei Giganti


  • 34.4 km

    Distance

  • 890 m

    Min height

  • 2090 m

    Max height

  • 1199 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Partiamo per questa escursione dall’alimentari “La Fornace” all’ingresso della borgata di Bassura, saliamo in sella e ci dirigiamo su asfalto in direzione di Acceglio.
Raggiunto l’invaso di ponte Marmora abbandoniamo la strada provinciale SP422 che conduce ad Acceglio per svoltare a sinistra sulla strada SP113 per il colle d’Esischie, quindi iniziamo a salire e oltrepassiamo due gallerie e raggiungiamo il paese di Marmora.
Appena entrati nell’abitato svoltiamo a sinistra seguendo sempre la strada provinciale SP113, ora la pendenza si accentua leggermente sino ad arrivare a un nuovo bivio dove si lascia la strada provinciale e si imbocca una strada secondaria sulla sinistra.
Si sale sino alle borgate di Serre e poi di Soda, sino a raggiungere Borgata Superiore dove possiamo fare rifornimento di acqua ad una fontana lavatoio presente al bordo della strada.
Procediamo sempre su asfalto e perveniamo ad un chiesa, svoltiamo a sinistra fiancheggiando l’edificio e superiamo una salita decisamente marcata; poche centinaia di metri e la stradina riacquista una pendenza normale.
La strada rimane asfaltata ancora per un paio di chilometri poi il bitume lascia il fondo ad una piacevole stradina sterrata che sale in mezzo al bosco di conifere, mantenendo sempre un ottimo fondo e una pendenza costante; si passa sotto il colle Intersile Nord e dopo breve si perviene al colle Intersile Sud.
Da questa sella erbosa diparte sulla sinistra un sentiero che per chi volesse porta alla cime del monte Festa che si vede a poca distanza, altrimenti si inizia la discesa seguendo sempre la carrareccia che scende sul versante opposto a quello da noi risalito.
Scendiamo quindi sulla strada sterrata sino ad arrivare sulla sponda sinistra del Bedale Intersile, qui lasciamo la strada per imboccare a sinistra il sentiero che scende costeggiando il rio.
La prima parte di sentiero segue il corso d’acqua mantenendosi sulla sua destra poi con un piccolo ponte in legna si passa sulla sponda sinistra del bedale e si prosegue inoltrandosi nella stretta gola formata dall’acqua sino ad attraversare nuovamente il rio per tornare sulla riva sinistra.
Ora la traccia si inoltra nel bosco di castagni e prosegue a mezza costa sino a pervenire alle rovine delle grange Torre Ruins.
Serpeggiamo in mezzo ai ruderi e ritorniamo a pedalare nel fitto bosco sino a raggiungere un crocevia, il sentiero di sinistra conduce verso le Grange Ciausegn Ruins e poi alla Borgata Garini, mentre la nostra scelta cade sulla traccia di destra.
Quindi procediamo su sentiero affrontando un tornantino e poi guadiamo un piccolo rivolo d’acqua, si scende ancora qualche metro e costeggiamo un piccola cascata, la traccia prosegue sempre nel fitto bosco di castagni sino a sbucare nelle vicinanze dell’abitato di Combe.
Una volta raggiunta la strada asfaltata svoltiamo a sinistra e attraversiamo la borgata di Combe e proseguiamo in leggera salita sino a pervenire a Sagna, altro piccolo gruppo di case.
Entriamo nella borgata e seguiamo i segni gialli dei percorsi occitani e imbocchiamo sulla sinistra di un piccolo cortile in pietre un sentiero che sale ripido in mezzo a un pendio erboso.
Ora siamo costretti a spingere per alcuni minuti la bicicletta sino a passare davanti a un pilone votivo, da qui il sentiero ritorna pedalabile e in breve si allarga a stradina.
Pedaliamo in leggera salita passando ai piedi della parrocchiale di Albareto, piccola chiesetta con annesso sul retro il cimitero, ancora alcuni metri di fondo sterrato e sbuchiamo sulla strada asfaltata che dal fondovalle sale a Palent.
Procediamo in salita sul bitume per circa un chilometro sino ad arrivare all’abitato di Coletto, qui lasciamo la strada principale per scendere destra dove a pochi metri troviamo un fontana sulla nostra destra e una chiesa sulla sinistra; subito dopo la fontana imbocchiamo a sinistra il sentiero che scende una decina di metri e poi svolta a sinistra procedendo a mezzacosta in mezzo ad una pineta.
Il piacevole traverso ci conduce alla borgata Aramola dove proseguiamo dritti in mezzo alle case, continuiamo a scendere trascurando un flebile traccia che si stacca sulla nostra destra e scendiamo sino alla chiesetta di Aramola.
Oltrepassato la chiesetta il sentiero rientra nella vegetazione e prosegue tra traversi e tornanti sino a pervenire sulla riva destra del Maira, percorriamo il ponte e entriamo nell’abitato di Bassura, breve risalita immersi nelle case della borgata e ci ritroviamo sulla strada provinciale SP422 che collega Dronero con Acceglio.
Poche pedalate verso valle a si ritorna al punto di partenza.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11287


Let's start this hike dall'alimentari "The Forge" at the entrance of the village of Bassura, we climb into the saddle and head of asphalt in the direction of Acceglio.
Reached the flooded bridge Marmora abandon the SP422 provincial road that leads to Acceglio to turn left on the road to the Col d'Esischie SP113, and then begin to climb and we pass two tunnels and reach the village of Marmora.
Just enter the town turn left still following the provincial road SP113, now slope is steeper slightly until you reach another junction where you leave the road and take a side street on the left.
Climb up to the villages of Serre and then Soda, until you reach Upper Township where we can refuel of water at a fountain to wash this side of the road.
proceed always on asphalt and we come to a church, turn left alongside the building and pass a climb impressively; a few hundred meters and the road regains a normal slope.
The road is paved for a couple of miles then the bitumen leaves the bottom of a nice dirt road that goes through the woods of conifers, always maintaining an excellent background and a constant slope; pass under the hill Intersile North and after a short hill until you come to South Intersile.
From this grassy saddle branches off to the left a path for those who want to leads to peaks of Mount Festival is seen at a short distance, otherwise you start always following the downhill track that descends on the opposite side to the one we climbed.
then go down the dirt road until you reach the left bank of Bedale Intersile, here we leave the road and take the left path down along the river.
The first part of the trail follows the course of water remaining on her right then with a small wood bridge you pass on the left bank of the bedale and continue venturing into the narrow gorge formed by the water until you cross the stream once per return on the left bank.
Now the track goes into the woods of chestnut and continues along until you come to the ruins of the grange Tower Ruins.
Serpeggiamo in the midst of the ruins and back pedaling in the dense forest to reach a crossroads, the path to the left leads to the Grange Ciausegn Ruins and then at the Borgata Garini, while our choice falls on the right track.
So we proceed on the path facing a hairpin and then wade a little trickle of water, still drops a few feet and go along a small waterfall, the trail continues always in the thick forest of chestnut trees until you come out near the village of Combe.
Once you reach the road turn left and cross the village of Combe and continue slightly uphill until you come to Sagna, another small group of houses.
We go into the village and follow the yellow signs Occitan and the paths we take to the left of a small courtyard stones in a path that climbs steeply up in the middle of a grassy slope .
Now we are forced to push the bike for a few minutes until you pass in front of a shrine, from here the path back pedaled and soon spreads to street.
We ride uphill passing by the foot of the parish of albareto, small church with attached at the back of the cemetery, a few more meters of dirt road and come out on the paved road that rises from the valley floor to Palent.
proceed uphill on bitumen for about a mile until you reach the village of Coletto Here we leave the main road for a few meters down the right where there is a fountain on your right and a church on the left; immediately after the fountain we take the left path down ten meters and then turn left and proceed along the hillside in the middle of a pine forest.
The nice cross leads us to village Aramola where we continue straight through the houses, we continue to neglecting off a faint trail that goes off to your right and go down until the church of Aramola.
After passing the church is part of the vegetation and the trail continues through transom and turns until you come on the right bank of the Maira, we cross the bridge and enter in the home of Bassura, short lift immersed in the houses of the village and we find ourselves on the SP422 provincial road that connects with Dronfield Acceglio.
few rides down the valley to return to point of departure.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11287

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad