Rifugio vaccaro baita fop val nossana


  • 34.5 km

    Distance

  • 411 m

    Min height

  • 1764 m

    Max height

  • 1353 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Un bell’anello sulle prealpi orobie reso piu semplice dal completamento di un mulattiera si servizio alle baite che si vanno a raggiungere.
Si parte dal parcheggio itema poco dopo il bivio per casnigo a sx superato il fiume serio; si percorrono alcuni chilometri di riscaldamento in leggera salita sulla pista ciclabile della val seriana che corre parallela alla strada statale; usciti dalla pista ciclabile si prosegue in direzione valbondione e dopo aver lasciato sulla dx il bivio per clusone, dopo qualche centinaio di metri a sx si prende per parre.
I primi due km di salita sono agevoli, ma disturbati dal traffico; per evitare la salita trafficata subito dopo il primo tornante a sx prendere a dx una strada in falsopiano (via Groppina) seguire il percorso fino al termine della strada ed imboccare un sentiero che in una decina di minuti porta ad incrociare il percorso rappresentato dalla traccia.
Arrivati a parre seguire direzione piscine e alla prima rotonda comincia la salita che da subito l’idea di cosa ci attende. Fino al rifugio monte vaccaro la strada e asfaltata/cementata ma la pendenza è elevata. Dal 15% al 20% su tutto il percorso, rari i tratti per respirare. Con calma e rapporti brevi si sale, un’ora e 45 minuti senza soste per 900 metri di dislivello. Al termine dell’asfalto prendere la mulattiera a dx che porta alla baita fop al termine della parte ciclabile ed all’inizio del sentiero. La mulattiera è ripida e sconnessa, fino ad una baita soprastante restare in sella dipende dalle gambe dopo la ripirda salita; ad ogni modo si tratta di un quarto d’ora circa, dopo la mulattiera spiana e può essere percorsa interamente fino al termine; ma mano si sale la vista spazia sulle bellissime montagne circostanti e superato il colle della forcella si ha una splendida visuale della val nossana e del percorso che ci attende.
Arrivati alla baita fop, non vi sono sentieri segnati ma una labile traccia. Con la baita alle spalle ci si dirige vero uno sperone di roccia che delimita un canalone; vi dovremo passare a fianco ma man mano ci si avvicina la traccia si fa piu marcata e in prossimità della parete rocciosa e ben visibile. Questo tratto del percorso e difficilmente ciclabile, soprattutto perché il fondo del sentiero e molto sassoso e i tornantini da percorrere sono ripidi e stretti; proseguendo si cambia versante e il sentiero taglia un pratone molto ripido in prossimità di un’altra parete rocciosa, sino ad inoltrarsi nel bosco; da qua fino alla baita sottostante il sentiero è molto divertente, pochi ostacoli, tornanti stretti, pendenza abbordabile. I piu bravi se lo possono godere. Bici al fianco sono invece arrivato alla baita. Bella fonte e paesaggio dominato dalle pendici del monte fop e leten: Inizia la discesa percorribile per buoni tratti in sella, fino al superamento del sentiero per ponte nossa a sx (da non prendere) scendere ancora qualche metro e superato il torrente generalmente secco ci si immette nel sentiero della val nossana; bellissimo da percorre, senza grossi ostacoli, abbastanza largo e con qualche saliscendi, in un contesto stupendo;
si arriva quindi a bratte dove ricomincia l’asfalto e da li si scende alla statale della val seriana, dove si riprende la pista ciclabile fino al punto di arrivo.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11276


A beautiful ring Prealps orobie made more simple by the completion of a mule-track service to the huts that are going to achieve.
From the parking lot itema shortly after the junction for Casnigo left crossing the river seriously; you travel a few kilometers of heating in a gentle climb on the bike path that runs parallel to the val seriana to the highway; left the bike path continues towards valbondione and on the right after leaving the junction for clusone, after a few hundred meters to the left takes you to Parre.
The first two miles are easy climb, but disturbed by traffic; to avoid the climb busy right after the first turn on the left turn to the right a road on a slight slope (via Groppina) follow the path until the end of the road and take a path that brings in about ten minutes to cross the path represented by the track.
Once in parre follow direction pools and the first round begins the climb from the start the idea of ??what awaits us. Up to the mountain refuge vaccaro the road and asphalt / concrete but the slope is high. From 15% to 20% on the entire route, rare traits to breathe. Calmly and reports short climb, an hour and 45 minutes non-stop for 900 meters in altitude. At the end of the asphalt to take the trail on the right that leads to the cabin fop at the end of the cycle and the beginning part of the trail. The trail is steep and bumpy, up to a cabin above remain in the saddle depends on the legs after the climb ripirda; anyway it is a quarter of an hour, after the trail flattens and can be traversed entirely up to the end; but hand climbs with sweeping views of the beautiful mountains surrounding the hill and passed the fork you have a wonderful view of the valley Nossana and the path that lies ahead.
fop arrived at the cabin, there are no marked trails but a faint trace. With the hut behind you head right a spur of rock that borders a gully; there we will move to the left but as you approach the track becomes more pronounced and close to the rock wall and visible. This section of the trail and difficult path, especially since the end of the path and very stony and hairpins to go are steep and narrow; continuing changing slope and the trail cuts a pratone very steep in the vicinity of another rock wall, up to enter the woods; from here to the hut below the path is very funny, a few obstacles, tight bends, slope affordable. Most good if you can enjoy. Bike at the side are arrived at the cabin. Beautiful landscape dominated by the source and the slopes of Mount fop and LETEN: Start walking downhill stretches in the saddle for good, until completion of the trail to the bridge nossa left (do not take) off a few feet past the creek there is generally dry enter the path of Nossana val; by beautiful runs, with no major obstacles, wide enough and with some ups and downs, in a gorgeous setting;
then you get to bracts where the asphalt starts and from there down to the state of the val seriana, where you take the bike path to the point of arrival.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11276

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad