Sommeiller 3028


  • 53.6 km

    Distance

  • 1211 m

    Min height

  • 3033 m

    Max height

  • 1821 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Sommeiller Colle m.3028

Molto semplice l’itinerario fino al colle, servono poche indicazioni per arrivare al Colle Sommeiller 3028. Qualche informazione più precisa invece, viene qui descritta per il rientro a valle lungo la Valfredda.
Da Bardonecchia m. 1212 nei pressi della stazione ferroviaria si imbocca al Via Sommeiller e di seguito la strada per Rochemolles. Una volta inseriti su questa strada, non la si abbandona più fino al Colle Sommeiller. Inizialmente la strada appare abbastanza ripida e impegnativa, ma poi, via via che si sale, si pedala molto agevolmente fino alla frazione Rochemolles. Ancora un breve tratto asfaltato e poi inizia lo sterrato. Sterrato con fondo molto compatto e ben ciclabile per tutta la salita eccetto nel breve tratto finale in prossimità del colle. La pendenza no è mai eccessiva lungo tutto il percorso, senza dubbio la difficoltà maggiore resta quella di essere abituati a percorsi di alta quota e con marcato dislivello. Dopo Rochemolles proseguendo lungo la salita, senza mai abbandonare lo sterrato, si passa sulla destra il lago, imboccando di seguito il V.ne di Rochemolles e arrivare poi nei pressi della deviazione per il rifugio Scarfiotti. In avvicinamenti al rifugio è molto ben visibile la serie di tornanti che conducono al Pian dei Morti, un breve tratto pianeggiante che consente di riprendere fiato. Dopo questo ripiano breve salita e nuovamente breve discesa sul Pian dei Frati. Ora, nuovamente si riprende a salire e questa volta fino al colle, senza più tratti pianeggianti. Sbalorditivo è tutto il tracciato, sorprende e stupisce questo serpentone sterrato che si snoda inverosimilmente nel mezzo della valle inerpicandosi con una semplicità estrema fino ai 3000 m. del colle e il tutto contornato da un paesaggio di alta montagna di grande fascino.
Discesa.
Lungo la discesa inizialmente fino al Pian dei Frati le brevi varianti sono poco significanti, quasi impossibile lungo la serie di tornanti, quindi fino al rifugio è meglio restare sullo sterrato di salita.
Senza dubbio una sosta al rifugio è d’obbligo. ( Attenzione! ) Nella breve sosta che abbiamo fatto al rifugio, abbiamo costatato lamentele da parte di alcuni clienti, per l’eccessivo costo di alcune consumazioni a pranzo. A parte questa precisazione, ricominciata la discesa, un poco sotto il rifugio è possibile prendere una deviazione sulla sinistra abbastanza evidente che senza deviazioni vi riporta sullo sterrato principale e di seguiti alla deviazione per andare a costeggiare il lago alla destra e arrivare sulla diga. Giunti alla diga, non la si attraversa, ma si prosegue con logica la discesa a valle, arrivando di seguito ad uscire sullo sterrato principale di salita nei pressi di un tornante. Ora non si scende verso Rochemolles, ma si risale al tornante superiore per poi abbandonare subito il tracciato di salita imboccando sulla destra la deviazione per la Valfredda e Madonna della Neve. Dopo le baite un poco sopra le case, inizia uno splendido traverso in piano nel mezzo di uno splendido bosco. Si snoda sinuoso un tracciato per la bike di sorprendente bellezza e di sicuro divertimento. Leggeri e poco appariscenti, ma continui e ondulanti avvallamenti del sentiero, immersi in un ambiente magico, vorresti non finiscano mai e ti invogliano a continuare all’infinito. Questo traverso, lo si abbandona all’indicazione per Horres. Si lascia con rammarico questo traverso per scendere e rientrare a Bardonecchia passando poi anche per Millaures e Prerichard.

Note positiva
Era da tempo che volevo fare questo itinerario e devo dire che mi ha molto affascinato. Facile e molto semplice l’orientamento, splendido il paesaggio.
Nota negativa
La possibilità alle macchine e ad ogni mezzo motorizzato di transitare fino al colle, anche se l’accesso è limitato ad alcune fasce orarie della giornata, e questo dubbio sul rifugio, e il particolare trattamento riservato ad alcuni ospiti a pranzo, sarei stato molto più contento, se in questa relazione avessi potuto dare un giudizio migliore. Spero di trovare poi smentite e ricevere informazioni e pareri che mi consentano di correggere questo punto di vista e non solo mio.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/1119


Sommeiller Colle m.3028
Very simple route up the hill, they serve a few directions to get to Colle Sommeiller 3028. Some more precise information on the other hand, is described here to return to the valley along the Valfredda.
From Bardonecchia m. 1212 near the railway station, take the Via Sommeiller and followed the road for Rochemolles. Once you have entered this road, do not you leave it more up to the Colle Sommeiller. Initially, the road is quite steep and challenging, but then gradually you climb, you ride very smoothly until the village Rochemolles. Even a short stretch of tarmac and then the dirt road begins. Gravel bottom with very compact and well path for the whole slope except in the short final section in the vicinity of the hill. The slope is not never too much along the way, without a doubt the biggest challenge remains to be accustomed to the high altitude trails and marked paths. After Rochemolles continuing along the slope, without ever leaving the dirt road, you will pass the lake on the right, taking the following V.ne Rochemolles and then get near the turnoff for the shelter Scarfiotti. In approaches to the shelter is very well visible series of switchbacks that lead to the Pian dei Morti, a short flat section that allows you to catch your breath. After this short shelf short climb and descent again on the Pian dei Frati. Now, it starts to climb again, this time up the hill, with no flat sections. Stunning is the race track, dazzles this snake dirt road that winds improbably in the middle of the valley, climbing with an extreme simplicity up to 3000 m. of the hill and all surrounded by a high mountain landscape of great charm.
Descent.
On the way down initially until Pian dei Frati short variants are of little significance, almost impossible long series of switchbacks, then up the shelter is better to stay on the dirt road climb.
No doubt a stop at the refuge is a must. (Warning) In the short stop we made at the shelter, we have noted complaints from some customers, because of the excessive cost of a few drinks at lunch. Apart from this distinction, resumed the descent, a little under the shelter you can take a detour to the left pretty obvious that without detours you back on the main dirt road and followed the detour to go along the lake to the right and get on the dam. Once at the dam, do not cross it, but it continues with the logic down to the valley, reaching below to get out on the dirt road leading uphill near a hairpin bend. Now do not you go down to Rochemolles, but it dates back to the top hairpin and then immediately leave the track uphill to the right onto the detour to the Valfredda and Our Lady of the Snows. After the huts a little over houses, begins a beautiful beam in a plane in the middle of a beautiful forest. It winds a sinuous path for biking surprising beauty and enjoyment. Lightweight and inconspicuous, but continuous and undulating valleys of the path, immersed in a magical setting, would never end and will inspire you to continue indefinitely. This sideways, it abandons the indication for Horres. You leave with regret that sideways to get off and return to Bardonecchia then moved for Millaures and Prerichard.
Notes positive
was a long time I wanted to do this tour and I must say that I was very intrigued. Easy and very simple guidance, the splendid landscape.
Note negative
The ability to machinery and any motorized vehicle to pass up the hill, even if the access is limited to certain times of the day, and this doubt on the refuge, and the special treatment given to some guests at lunch, I would have been much happier if I could have in this report give a better judgment. I hope to find later denied and receive information and advice that will enable me to correct this view and not just mine.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/1119

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad