Pizzo Cefalone (2533m)


  • 20.4 km

    Distance

  • 1092 m

    Min height

  • 2527 m

    Max height

  • 1434 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description



Trattasi di un’escursione all mountain prettamente ciclo alpinistica, non adatta di certo a tutti, non solo per via dei circa 1000m di portage da sopportare ma soprattutto per via di diversi pericolosi passaggi su cresta. Il Pizzo Cefalone è la cima più alta della dorsale occidentale del Gran Sasso d’Italia. Partiamo dal piazzale dell’osservatorio di Campo Imperatore e percorriamo il comodo sentiero che arriva al Passo del Lupo. Un primo tratto di portage si inerpica dapprima al Passo della Portella che mette in comunicazione i sentieri che salgono dalla Valle del Raiale verso Campo Pericoli e da lì a Pietracamela. Il Pizzo Cefalone è una montagna ricca di storia; vi si trovano infatti le due “grotticelle”, dimora di san Franco eremita, in una delle quali morì. La parete della montagna è fatta di grossi “scogli” o “bastioni” di roccia che accompagnano fino alla vetta. Seguendo la segnaletica si giunge al bivio sulla “finestra” del Cefalone. Mantenendosi sul sentiero di dx ci arrampica con passaggi di primo grado a quota 2533m ovvero sulla cima dove la vista abbraccia a 360° le altre cime del Gran Sasso, i Monti della Laga, il Sirente, il Terminillo e l’intera conca aquilana. La parte più difficile dell’itinerario è sicuramente la percorrenza della cresta che porta alla Sella del Cefalone. Qui i passaggi sono di secondo grado su roccia friabile pertanto, considerando l’ingombro della bici, il transito diviene ben più ostico del normale. Giunti alla Sella del Cefalone si risale in bici e su sentiero ben marcato si raggiunge la Sella dei Grilli permettendo uno spettacolare transito sospesi tra Campo Pericoli e la Valle del Venacquaro. La discesa continua in sublime single track sulla traccia n. 101. Da fondovalle incomincia la seconda e più lunga porzione di portage che, dalla Fonte del Vencquaro, abbandona il 101 e, sfruttando un piccolo sentierino, risale alla Sella del Monte Corvo. Si resta letteralmente senza fiato di fronte cotanto splendore mentre la Valle del Chiarino si apre dinanzi. Un primo tratto tecnico con possibilità di varianti conduce allo Stazzo di Solagne, dopodiché una lunga e velocissima sterrata scivola giù fino alla Masseria Vaccareccia, taglia l’intero Fosso del Chiarino per terminare al Lago di Provvidenza. Insomma, un’ escursione che lascia un segno indelebile però, se affrontata senza la dovuta preparazione, di segni indelebili ne può lasciare molti ma di tutt’altro tipo. Buona fortuna!


CINGHIALE 03/07/2013 Campo Imperatore (AQ)


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10151



This is purely an excursion to mountain climbing cycle, certainly not suited to everyone, not only because of the approximately 1000m portage to bear but especially because of several dangerous steps on the ridge. The Cefalone is the highest summit of the ridge west of the Gran Sasso of Italy. Let's start from the square of Campo Imperatore Observatory and walk the easy path that arrives at the Passo del Lupo. A first part of the first portage climbs the Passo della Portella that connects the paths that climb toward the Valle del Campo Raiale hazards and from there to Pietracamela. The Cefalone is a mountain rich in history; There are in fact two "caves", the home of St. Franco hermit, one of which died. The mountain wall is made of large "rocks" or "bastions" of rock that accompany to the summit. Following the signs, you reach the fork in the "window" of Cefalone. Staying on the path of right there with climbing steps of First Instance at an altitude of 2533m or on the top where the view spans 360 degrees the other peaks of the Gran Sasso Monti della Laga, the Sirente, Terminillo and the entire Aquila basin. The most difficult part of the route is definitely the journey of the ridge that leads to the saddle of the Cefalone. Here are the steps to the second degree of loose rock, therefore, considering the dimensions of the bike, transit becomes much more difficult than normal. Once at the saddle of the bike Cefalone climb in and out of well-marked path to reach the Sella dei Grilli allowing a spectacular suspended between transit hazards and Valle del Campo Venacquaro. The descent continues in sublime single track on the track n. 101 From the valley floor begins the second and longest portion of portage that, by Source of Vencquaro, leaves the 101 and, using a small path, which dates back to the Sella del Monte Corvo. It is literally breathless in front of so much splendor while Chiarino Valley opens up before. A first section with the technical possibilities of variations leads to Stazzo of Solagne, after a long and fast dirt slips down to the Masseria Vaccareccia, the entire size of the Fosso Chiarino to finish at Lake Providence. In short, an 'excursion that leaves an indelible mark, however, if faced without the proper preparation, it can leave indelible marks of many but of a different kind. Good luck!
BOAR 07/03/2013 Campo Imperatore (AQ)


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/10151

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad