Sant' Antoni de Bolada


  • 29.1 km

    Distance

  • 258 m

    Min height

  • 1669 m

    Max height

  • 1410 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Dura salita con buona dose di spinta/portage, bella e divertente discesa seppur con alcuni tratti molto difficili. Ambiente appartato e molto tranquillo.

Itinerario: Grono - Castaneda - Piot - Arvigo - Mezzana - Polagè - Sant'Antoni de Bolada - Santa Maria in Calanca - Verdabbio - Cama

Salita: da Grono a Castaneda stradina mix sterrato/lastricato, poi sentiero attraverso Piot, ma non ciclabile nella sua parte centrale (peccato perché diverte all'inizio e alla fine essendo ben scorrevole), per finire sulla carrozzabile fino ad Arvigo, da qui salita su largo sentiero spaccagambe, durissima all'inizio, poi solo "molto dura" fino a Mezzana, poi breve relax, sempre su sentiero, fino alla fine dei prati di Or, da li fino a Sant'Antoni de Bolada di fatto a spinta o spalla a preferenza, solo pochi metri sporadici son ciclabili.

Discesa: Fino al Pian di Scignan piuttosto difficile causa passaggi appiedanti, ma progressivamente più ciclabile con divertente serpeggiare nel bosco, la linea seguita dal sentiero è particolare causa conformazione del terreno e mi è piaciuta molto, seppur sporadicamente fa imbattere in passaggi ostici. Avvicinandosi a Santa Maria prevalgono tratti facili o di media difficolta (S2). Da Santa Maria a Verdabbio ci sono due itinerari escursionistici segnalati, quello scelto da me inizialmente è un po discontinuo e causa qualche appiedamento, ma diventa subito piuttosto bello fino a Verdabbio. L'ultimo tratto che porta a Cama è abbastanza facile, a parte forse qualche scalino, e segue perlopiù una mulattiera acciotolata. Da Cama la traccia riporta a Grono per tranquille piste forestali lungo il fiume.

Note: Per addolcire la salita si può tralasciare il sentiero di Castaneda e raggiungere subito la strada per Arvigo (all'11-esimo tornante della pista che sale da Grono a castaneda parte una stradina che porta alla cantonale della val Calanca). Da Arvigo parte una funivia per Braggio, non so se porta bici, ma se lo fa permetterebbe di evitare la durissima salita spaccagambe per Mezzana (aggirabile anche per strada passando da Cauco, ma con notevole e noioso allungamento su asfalto). Nulla da fare per evitare il portage finale, ma la discesa, seppur non banale, vale la fatica.


Tough climb with a good dose of push / portage, beautiful and fun downhill albeit with some sections very difficult. Secluded and very quiet.
Itinerary: Grono - Castaneda - Piot - Arvigo - Mezzana - Polagè - Sant'Antoni de Bolada - Santa Maria in Calanca - Verdabbio - Cama
Ascent: from Grono Castaneda street mix dirt / paved path then through Piot, but not cycle in its central part (sin because it amuses the beginning and end being well sliding), and ending on the road up to Arvigo, hence climb along a wide path spaccagambe , tough at first, then only "very hard" to Mezzana, then short relax, always on the path, until the end of the meadows Or, from there to St. Anthony de facto Bolada push or rub preference, only a few meters are sporadic paths.
Descent: Up to Pian di Scignan rather difficult due to passages appiedanti, but progressively more fun with meandering path in the woods, the line followed by the path is special because of the ground and I enjoyed, albeit sporadically does run into cryptic passages. Approaching Santa Maria prevail whether easy or medium difficulty (S2). From Santa Maria to Verdabbio there are two hiking trails marked, the one chosen by me initially is a bit uneven and cause some complete shut-down, but it quickly becomes quite nice to Verdabbio. The last stretch leading to Cama is easy enough, except maybe a few steps, and mostly follows a cobbled mule track. Cama from the trail back to Grono for quiet forest trails along the river.
Note: To sweeten the climb, you can omit the path of Castaneda and soon reach the road to Arvigo (11-th bend of the track rising from Grono castaneda part in a small road that leads to the cantonal val Calanca). Arvigo part by a cable car to Braggio, I do not know if the bike rack, but if it does make it possible to avoid the hard climb spaccagambe Mezzana (also circumvent the street going from Cauco, but with remarkable and boring stretch of asphalt). Nothing to do to avoid the final portage, but the descent, though not trivial, is worth the hassle.

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad