Valle del Reppia


  • 33 km

    Distance

  • 226 m

    Min height

  • 900 m

    Max height

  • 674 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Alle spalle dei più conosciuti percorsi costieri di Sestri Levante e Chiavari, vi è un entroterra ricco di monti e valli, straordinariamente adatto alla pratica della Mtb; un territorio a torto meno conosciuto, ma che saprà offrire ai Bikers “più curiosi” itinerari bellissimi ed assai remunerativi.

Il giro parte da loc. Piandifieno, dal parcheggio sito di fronte alla Trattoria dei Minatori.
Si inizia su asfalto fino a raggiungere la Chiesetta di San Rocco; dal retro infiliamo la sterrata che pianeggia a mezzacosta tra macchia e tagli di roccia fino ad uscire su strada asfaltata da seguire a sx fino al parcheggio delle Miniere di Gambatesa (aperte al pubblico).
Saliamo lo sterrato che porta all’ingresso ma di fronte al tunnel, teniamo a dx la vecchia ferrovia che ci immette su sentiero natura (attenzione…tratti esposti) portandoci su stradina asfaltata.
Seguiamo a sx e superato Visagna giungiamo ad un valico dove prendiamo la sterrata a dx chiusa da una sbarra. La sterrata procede agile, supera una vecchia miniera di rame ed alcuni rii oltre i quali ci aspetta una salita a tornanti che termina ad uno spiazzo dove vale la pena soffermarsi ad ammirare l’intera vallata appena percorsa, sotto l’imponente parete ad anfiteatro del Monte Zatta. In discesa giungiamo ora ai Casoni di Chiappozzo, antiche capanne di pastori oggi risistemate in stile; al bivio teniamo la dx e scendiamo a Case Soprane dove al primo tornante destrorso prendiamo la sterrata a sx in discesa; al successivo bivio teniamo la sx in salita e con andamento regolare raggiungiamo prima l’ampia dolina erbosa dei Prati di Oneto e poi la SP 26 che seguiamo a sx. Dopo alcune centinaia di metri prendiamo a dx il bivio per Statale; (il Passo del Biscia è poco più avanti con bella area pic-nic) il fondo diviene sterrato e scende al piccolo paese di cui merita una visita il curato centro storico; un tratto breve di asfalto ci rimette su fondo sterrato ora in direzione Cassagna ma giunti sopra l’abitato, abbandoniamo la sterrata e prendiamo la scalinata/mulattiera che scende a dx; attraversato il paese proseguiamo su gradini in selciato fino a raggiungere il Ponte di Nascio con la curiosa architettura a “gobba rovesciata”. Usciti su asfalto, ci aspetta una veloce discesa a tornanti che ci riporta sulla SP 26 poco a monte del punto di partenza.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11053


At the back of the most popular coastal paths of Sestri Levante and Chiavari, there is a rich hinterland of mountains and valleys, ideally suited to the practice of Mtb; a territory wrongly less known, but it will offer Bikers "curious" fabulous itineraries and very profitable.
The tour starts from loc. Piandifieno, from the parking site in front of the Miners' Trattoria.
It starts on asphalt until you reach the church of San Rocco; from the back of the slip road that pianeggia hillside between scrub and rock cuts up to go out on a paved road to follow to the parking lot to the left of Mines Gambatesa (open to the public).
climb the dirt road leading to the entrance but in front of the tunnel, keep to the right the old railway line that puts us on the nature trail (beware ... exposed sections) bringing on paved road.
We follow the left and passed Visagna we come to a pass where we take the dirt road on the right is closed by a bar. The dirt road goes agile, than an old copper mine and some rivers over which we expect an uphill switchbacks that ends at a clearing where it is worth pausing to admire the entire valley just traveled under the imposing wall of the amphitheater Monte Zatta. Now we come down to the Casoni di Chiappozzo, ancient shepherds' huts today rearranged in style; at the junction keep right and go down to the Case Soprane where the first right-hand bend take a left down the dirt road; at the next fork keep to the left uphill and with regular course before we reach the wide valley of grassy meadows Oneto and then the SP 26, which we follow to the left. After a few hundred meters take the right fork to the State; (Snake Pass is just ahead with nice picnic area), the fund becomes dirt and goes down to the small village of which is worth visiting the historical center cared for; a short stretch of asphalt misses out on a dirt road in the direction Cassagna but now come above the village, we leave the dirt road and take the stairs / trail that descends to the right; crossed the country continue on pavement steps until you reach the bridge Nascio the curious architecture of a "hump reversed." Released on asphalt, we will have a fast descent with hairpin bends that brings us back to the SP 26 just upstream of the point of departure.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11053

Map/Elevation

Ad

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page

Ad