Monte Faudo


  • 46.4 km

    Distance

  • -6 m

    Min height

  • 1142 m

    Max height

  • 1147 m

    Δ height

  • Road

  • Equip

  • Skill

  • Effort

Track Description


Partiamo dalla vecchia stazione di Arma di Taggia immettendoci così in pochi metri sulla ciclabile che collega Sanremo con San Lorenzo al mare.
Ci dirigiamo verso San Lorenzo, dopo qualche piacevole chilometro che ci permette di riscaldare le gambe e raggiunta la fine della ciclabile usciamo ed entriamo in via alla Stazione, svoltiamo a destra in via Orti sino al semaforo.
Giariamo a sinistra per alcuni metri sull’ Aurelia e, alla prima curva, giriamo a destra in via Cipressa in leggera salita, scendiamo una piccola rampa sulla destra verso il cimitero che costeggiamo e al crocevia svoltiamo a destra in via Gaetano Salvemini.
Giunti al fondo della strada, svoltiamo a sinistra in via Vignasse e percorsi circa 200 metri, dopo un ponte, imbocchiamo a destra via Molino dove affrontiamo una breve salita; dopo esser passati sotto un cavalcavia trascuriamo la deviazione che diparte a destra e si congiunge alla strada via Pietrabruna per proseguire diritto in via.
Ancora pochi metri su strada pianeggiante e si inizia a salire sul pendio della collina, raggiunto un tratto che corre in cresta la salita lascia un po’ di respiro, si arriva così nei pressi di una cisterna dell’acqua una cisterna dell’acqua, imbocchiamo dritto un sentiero che sale tra ulivi e orti.
In questo tratto la pendenza è molto marcata e avendo un fondo pietroso in caso di umidità la salita in bicicletta rimane molto difficoltosa.
La traccia ci conduce alle porte dell’abitato di Lingueglietta che attraversiamo passando in uno stretto vicolo sino a sbucare in un tornante; si continua su asfalto in salita e dopo un secondo tornate ci ritroviamo in una piazzetta adiacente la chiesa-fortezza di San Pietro.
Costeggiando il piccolo giardino, entriamo in via San Rocco che passa dinanzi al cimitero e poi piega verso sud-ovest, e pedaliamo per circa un chilometro sino al cambio di versante, qui svoltiamo a destra su strada sterrata sulla strada sterrata di Monte Croce.
Al primo trivio ci manteniamo a destra in salita, ora il percorso presenta in alcuni tratti delle ripide salite che ci costringono a procedere a fianco della mtb.
La strada si restringe sempre di più sino a diventare un sentiero che segue il filo di cresta, con alcuni sali e scendi perveniamo ai piedi della cima del Monte Sette Fontane sul passo Rapaluvo, tralasciamo le varie deviazione che salgono oppure scendono a valle e procediamo dritti sulla strada che aggira la cima.
La piacevole stradina conduce al passo di San Salvatore da cui dipartono alcune strade; in discesa a sinistra vediamo la nostra futura strada di rientro, ma noi imbocchiamo la sterrata che parte alla nostra destra sino a pervenire di fronte all’oratorio di San Salvatore, anche questa volta procediamo dritti trascurando le altre deviazioni.
La strada sale ancora alcuni metri, ma in breve diventa pianeggiante e corre sul fianco del pendio sino a raggiungere la dorsale da dove si scorge un fantastico panorama.
Proseguiamo sempre a sinistra mantenendoci sulla strada principale e affrontiamo l’ultima parte di strada che ci porterà alla nostra metà, la carrareccia rimane per la maggior parte sempre molto piacevole, presenta comunque alcuni piccoli tratti dove il fondo è sconnesso e pieno di rocce e altre con pendenze molto marcate.
Il tratto sterrato ci accompagna sino a pochi metri dalla cima, infatti la stradina da noi percorsa sbuca sulla strada asfaltata che ci porterà sulla cima del monte Faudo.
Quindi riprendiamo a salire sulla strada asfaltata e in meno di un chilometro raggiungiamo le antenne che ricoprono la nostra meta.
Per il ritorno seguiamo il percorso d’andata sino al Passo Rapaluvo, raggiunto il quale svoltiamo a destra in discesa; senza particolari difficoltà, in quanto la discesa è tutta su strada sterrata sopraggiungiamo al Santuario di Lampedusa.
Attraversato il santuario, il nostro percorso si svolge ora su manto asfaltato, giunti nei pressi del paese di Castellaro, ci dirigiamo a destra sulla strada provinciale SP50, uscito dall’abitato cerchiamo una piccola deviazione sulla destra che scende ripida verso valle.
Percorsi alcuni tornantini la strada ci porta all’imbocco del ponte XXV settembre, dopo il quale svoltiamo in via Arginatura in direzione del mare, pochi chilometri sulla statale e siamo nuovamente nei pressi del punto di partenza.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11032


We start from the old station of Arma di Taggia immettendoci so in a few meters on the path that connects Sanremo with San Lorenzo al Mare.
We head to San Lorenzo, after some pleasant kilometer allowing us to warm the legs and reach the end of cycle we go out and get in via the station, turn right into Via Orti to the traffic light.
Giariamo left for a few meters on the 'Aurelia and, at the first corner, turn right in via Cipressa uphill, go down a small ramp the right to the cemetery that we go along and at the crossroads turn right into Via Gaetano Salvemini.
At the bottom of the road, turn left in via Vignasse and after about 200 meters after the bridge, we take right away where we face Molino a short climb; after passing under an overpass neglect the deviation that branches off to the right and joins the road via Pietrabruna to go straight in on.
A few meters on a flat road and you start to climb the slope of the hill, reached a stretch that runs crest in the hill leaves a little 'breathing, you get so close to a water tank a tank of water, we take a straight path that goes through olive groves and orchards.
In this section the slope is very marked and having a rocky slope in the case of humidity cycling remains very difficult.
The trail leads us to the gates of the town of Lingueglietta that cross through a narrow alley until you come out in a hairpin; continues on asphalt uphill and after a second back we find ourselves in a square adjacent to the fortress-church of San Pietro.
Along the small garden, we enter via San Rocco, which passes in front of the cemetery and then turns south-west , and ride for about a mile till a change of slope, here turn right on a dirt road on the dirt road to Monte Croce.
At the first crossroads we keep right uphill, now the route has in some sections of steep climbs that force us to proceed to the side of the bike.
road narrows more and more until it becomes a trail that follows the edge of the ridge, with some ups and downs we arrive at the foot of the top of Mount Seven Fountains on pace Rapaluvo, omit the various detour that rise or descend into the valley and proceed straight on the road that goes around the top.
pleasant small road leads to the pass of San Salvatore from which branch off some streets; downhill to the left we see our future way of return, but we take the dirt road on your right hand until you come in front of the oratory of San Salvatore, this time we go straight instead of on the other deviations.
The road climbs still a few meters, but soon becomes flat and runs along the side of the slope until you reach the ridge where you can see a fantastic panorama.
continue keeping us always to the left on the main road and take on the last part of the road that will take us our half, the cart remains for the most part always very pleasant, however, has a few small spots where the bottom is uneven and full of rocks and other slopes with very marked.
The dirt road takes us up to a few meters from the top In fact the road we traveled to come out on the road that will take us on the mountaintop Faudo.
So we continue to get on the road and in less than a kilometer we reach the antennas that cover our goal.
For the return leg we follow the path up to the Pass Rapaluvo, at which turn right downhill; without any particular difficulty, since it is all downhill on a dirt road to the sanctuary of Lampedusa sopraggiungiamo.
crossed the sanctuary, our journey now takes place on paved surface, joints near the village of Castellaro, we head to the right on the road SP50 provincial, came from the town let a little detour on the right that descends steeply towards the valley.
trails some hairpins the road brings us to the entrance of the bridge XXV September, after which we turn in via Stemming in the direction of the sea, a few kilometers on the highway and we are back near the starting point.


http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11032

Map/Elevation

Pictures


Download

Download the GPS file

Download the complete page